IoT

Amazon, Apple, Google e Zigbee uniscono le forze per creare uno standard per la smart home

I più grandi nomi nel campo della tecnologia si uniscono per creare un sistema di comunicazione inter-brand tra prodotti per la smart home
Amazon, Apple, Google e Zigbee uniscono le forze per creare uno standard per la smart home FASTWEB S.p.A.

I nomi più importanti del mercato dei prodotti per la smart home stanno unendo le forze per creare uno standard open source. Nomi del calibro di Amazon, Apple, Google e Zigbee Alliance guidano il gruppo.

Ci sono anche alcuni partner chiave, tra cui Ikea, Legrand, NXP Semiconductors, Resideo, Samsung SmartThings, Schneider Electric, Signify (il nuovo brand Philips Lighting), Silicon Labs, Somfy e Wulian.

Gli obiettivi sembrano decisamente interessanti fin da subito. Il progetto Connected Home Over IP cerca di creare uno standard di connettività progettato per aumentare la compatibilità tra aziende e dispositivi. Il panorama in questo momento è piuttosto sparpagliato, con ogni azienda che lavora pesantemente all'interno del proprio standard e costringe molte altre di terze parti, più piccole, a scegliere da che parte stare.

Non c'è dubbio che questa situazione continuerà ad esistere, ma se più dispositivi saranno in grado di parlare tra loro, questo apporterebbe sicuramente un netto vantaggio per il consumatore. L'obiettivo è rendere più semplice, per i produttori di hardware, la creazione di dispositivi compatibili con Alexa, Assistant, Siri e simili.

"Il progetto si basa sulla convinzione condivisa che i dispositivi domestici intelligenti debbano essere sicuri, affidabili e senza interruzioni", secondo la versione congiunta. "Basandosi sul protocollo IP (Internet Protocol), il progetto mira a consentire la comunicazione tra dispositivi domestici intelligenti, app mobili e servizi cloud e a definire un insieme standard specifico di tecnologie di rete basate su IP per la certificazione dei dispositivi."

Sicurezza e privacy dovrebbero essere comunque in cima alla lista. Questi due argomenti diventano estremamente importanti poiché noi utenti finali concediamo la parte maggiore dei metri quadrati delle nostre abitazioni a prodotti connessi in rete tra loro.

19 dicembre 2019

Fonte: techcrunch.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail