Il rapporto tra pornografia e tecnologia è sempre più stretto

Accesso ad Internet, gli smartphone superano i computer

La conferma arriva dal mondo del porno. Gli utenti preferiscono utilizzare i dispositivi mobili rispetto a laptop e computer desktop
Accesso ad Internet, gli smartphone superano i computer FASTWEB S.p.A.

Se qualcuno era ancora alla ricerca di una qualche conferma, l'ultima arriva dal mondo del porno. PornHub, gigante della pornografia online, ha appena diffuso le statistiche relative al 2013 confermando quello che in molti sostenevano da tempo: gli smartphone e i tablet stanno prendendo il sopravvento sui computer e sono diventati i dispositivi preferiti per navigare in Rete – e guardare videoclip porno, naturalmente.

I numeri di PornHub

Per capire la portata del fenomeno, bisogna prima di tutto partire dai numeri fatti registrare dal portale pornografico. Nel solo 2013 – i numeri sono delle previsioni basate sul trend dei mesi passati, dato che l'anno ancora non termina – PornHub ha fatto registrare poco meno di 15 miliardi di visite, per una media di 1,68 milioni di visitatori ogni minuto. In totale, gli utenti hanno visualizzato poco più di 63 miliardi di video caricati sulla piattaforma, con un tempo medio di visita di 8 minuti e 56 secondi (in crescita dal 5,1% rispetto agli 8 minuti e 30 secondi del 2012).

 

Dati PornHub

 

Mentre gennaio e lunedì sono, rispettivamente, il mese e il giorno più “caldi” sulle pagine di PornHub, i termini di ricerca più utilizzati dagli utenti con IP italiano sono stati amatoriale e Sara Tommasi.

Traffico mobile in crescita

Numeri da primo della classe, quelli fatti registrare da PornHub. E non solo in ambito pornografico, naturalmente: come qualcuno sostiene, il porno è un po' il motore del web e le tendenze fatte registrare in questo settore non si discostano di molto da quelle generali. Guardando le percentuali di accesso relative ai dispositivi utilizzati, quindi, si capisce che nei prossimi mesi si assisterà ad un cambiamento epocale: gli smartphone diverranno – se già non lo sono – i dispositivi più utilizzati per accedere al web.

 

Confronto 2012-2013 per dispositivo di accesso

 

Negli Stati Uniti, ad esempio, il 62% degli utenti accede utilizzando uno smartphone o un tablet (rispettivamente 52% e 10%) e solo il 38% attraverso un computer desktopo o laptop. Stesso trend nel Regno Unito, dove il 58% dei sudditi di Elisabetta II accedono al portale pornografico con smartphone e tablet.

Mentre Stati Uniti e Regno Unito sono i leader di questo cambiamento di fase, i tedeschi e i francesi sembrano essere rimasti ancorati alle tradizioni. I cittadini dei due maggiori Paesi europei preferiscono accedere ai contenuti di PornHub con il computer (71% in Germania e 64% in Francia) piuttosto che con smartphone (rispettivamente 21% e 28%) e tablet (per entrambe le nazioni 8%). Gli utenti italiani, pur continuando a preferire il vecchio e “caro” computer, sembrano essere ormai indirizzati verso un maggior utilizzo dei dispositivi mobili per accedere al web. Il dato combinato di smartphone e tablet con IP italiano tocca il 42% del totale degli accessi (32% telefonino, 10% tavoletta), in crescita del 13% rispetto al 29% dello scorso anno; i computer, invece, fanno segnare una brusca calata al 58%.

 

Dati globali di accesso

 

A livello globale le statistiche confermano il trend di cambiamento. Il dato combinato di tablet e smartphone è del 60% (rispettivamente 51% e 9%), mentre i computer vengono utilizzati solo nel 40% dei casi.

 

26 dicembre 2013

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail