Fastweb

2015, l'anno dello spionaggio informatico

I nativi digitali sono i più avventati in fatto di sicurezza online Web & Digital #nativi digitali #sicurezza I nativi digitali sono i più avventati in fatto di sicurezza online A rivelarlo un rapporto Norton Cybersecurity Insights su un campione di 17mila consumatori di tutto il mondo
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
2015, l'anno dello spionaggio informatico FASTWEB S.p.A.
2015, l'anno dello spionaggio informatico
Web & Digital
Secondo esperti di McAfee ''i criminali dell'Europa orientale passeranno da attacchi lampo per rubare credenziali finanziarie ad approcci più avanzati, volti a carpire informazioni da vendere o usare in seguito''

2015, l'anno dello spionaggio informatico. Non è il titolo di un nuovo film su agenti segreti ma la previsione degli esperti di McAfee, secondo cui ''i criminali dell'Europa orientale passeranno da attacchi lampo per rubare credenziali finanziarie ad approcci più avanzati, volti a carpire informazioni da vendere o usare in seguito''.

Gli hacker non sono improvvisati, attraverso un paziente monitoraggio puntano a carpire informazioni di alto valore sia sulle persone che sulle aziende. Come spiega Kaspersky, ''un numero sempre maggiore di piccoli gruppi criminali avrà come bersaglio preferenziale sempre più aziende. Le organizzazioni di grandi dimensioni sperimenteranno un numero più alto di attacchi che avranno origine da fonti diverse''

A preoccupare è anche l'Internet delle cose. In Spagna, ad esempio, i contatori smart della luce installati in milioni di case contengono vulnerabilità che i criminali possono sfruttare per frodi di fatturazione o per causare blackout. E ad allarmare di più, per via dei dati sensibili, sono i dispositivi usati negli ospedali. A crescere saranno anche gli attacchi rivolti agli smartphone, condotti attraverso app che rubano dati o usando la tecnologia Nfc.  

12 dicembre 2014

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #cybercrime #mcafee

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.