netflix videogames

Videogiochi su Netflix: primo test in Polonia

La piattaforma di streaming video conferma con i fatti le indiscrezioni delle scorse settimane: in Polonia i primi videogames in catalogo
Videogiochi su Netflix: primo test in Polonia FASTWEB S.p.A.

Dall'account Twitter Netflix Polska, quello ufficiale della piattaforma di streaming in Polonia, arriva la notizia che tutti aspettavano da qualche settimana: i primi videogiochi sono entrati nel catalogo Netflix. Si tratta di Stranger Things: 1984 e Stranger Things 3, entrambi ispirati alla serie TV per adolescenti Stranger Things.

Della possibile introduzione dei videogames nell'offerta di Netflix si parlava da metà luglio e tutti si sarebbero aspettati un ingresso in grande stile della piattaforma di Reed Hastings nel mondo del cloud gaming, qualcosa che potesse competere con Google Stadia, Xbox Cloud Gaming o GeForce Now

Invece, nulla di tutto ciò: i videogames entrano in Netflix, sì, ma in punta di piedi.

 

Videogames su Netflix: il test in Polonia

videogiochi netflix

Stranger Things: 1984 e Stranger Things 3 sono due giochi per piattaforma Android. Per quanto riguarda Stranger Things: 1984 lo sviluppatore risulta essere la stessa Netflix e il gioco non è installabile sui normali telefoni Android, perché lo si può usare solo passando dall'app di Netflix. Stranger Things 3, invece, è stato già lanciato nel 2019 per diverse piattaforme, tra le quali Android e iOS, e adesso è tornato sul Play Store di nuovo con Netflix Inc. come sviluppatore.

Sono due giochi tradizionali per smartphone, che vanno scaricati e installati sul telefono: nessun contenuto in streaming, nessuna opzione per giocare in cloud. A differenziarli da due normali giochi per Android è il fatto che possono essere installati solo passando dall'app di Netflix, quindi solo da chi è abbonato.

I giochi sono gratuiti per i clienti Netflix, non hanno pubblicità e non prevedono acquisti in-app. Più che a Google Stadia, quindi, l'approccio di Netflix al gaming mobile assomiglia a quello di Apple Arcade.

Videogames su Netflix: come sarà il futuro

netflix videogiochi

Alla luce di questo primo approccio, sono stati in molti a restare delusi dall'arrivo del gaming su Netflix: da un colosso del genere si aspettavano ben di più. La piattaforma ne è perfettamente cosciente e ha già rassicurato i suoi abbonati: "Siamo ancora ai primissimi giorni e abbiamo molto lavoro da fare nei prossimi mesi, ma questo è il primo passo".

C'è anche da dire che a dirigere la nuova divisione che si occuperà dei videogiochi Netflix ha messo Mike Verdu, un esperto del settore che in passato ha diretto la divisione Mobile di Electronic Arts e ha lavorato per conto di Facebook anche ai videogiochi in realtà virtuale e aumentata per i visori della gamma Oculus.

La notizia dell'arrivo di Verdu a Netflix è stata data in anteprima da Bloomberg a metà luglio, poi non se ne è saputo più nulla per un po'. Adesso, dal profilo Linkedin del programmatore si apprende che ricopre il ruolo di direttore del Game Development di Netflix da agosto 2021. Da Facebook, invece, apprendiamo che la data di inizio di questa nuova esperienza è il 23 agosto.

Chiaramente Netflix non ha assunto una risorsa di così alto profilo per metterlo a capo di una divisione di giochi di serie B per smartphone Android, ma non è neanche detto che Verdu da domani inizierà a dirigere la produzione di videogiochi AAA "Netflix Originals". Quali siano i reali piani del gigante dello streaming è ancora presto per ipotizzarlo, ma qualche idea già c'è.

Due in particolare: entrare davvero nel mondo del cloud gaming, sfruttando l'enorme esperienza maturata nella distribuzione dei contenuti online, o creare un catalogo di giochi piccoli ma curati da inserire come bonus riservato agli abbonati.

Se la seconda ipotesi dovesse rivelarsi quella corretta, i videogames potrebbero anche essere inseriti nell'offerta di Netflix N-Plus, la community riservata agli abbonati Netflix con contenuti originali aggiuntivi per i fan del cinema e delle serie TV.

A maggio 2021 Netflix ha inviato ad alcuni suoi abbonati statunitensi un sondaggio tramite il quale chiedeva loro un giudizio sulla possibilità di creare tale community. Dal sondaggio si intuiva che tra i vantaggi derivanti dal parteciparvi ci sarebbero stati i contenuti aggiuntivi, come podcast e interviste esclusive a cast e autori delle opere cinematografiche e televisive.

I primi due videogiochi pubblicati da Netflix in Polonia, entrambi dedicati ad una serie TV di successo, rientrerebbero perfettamente tra i contenuti che potrebbero essere distribuiti tramite N-Plus e che potrebbero essere graditi da chi li riceve.

Tutto ciò permetterebbe anche di arricchire e differenziare l'offerta di Netflix rispetto ad altri colossi dello streaming, primi fra tutti Amazon Prime Video e Disney+, che contendono a Netflix lo scettro e il trono di Re dello streaming.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail