Valorant, il nuovo sparatutto di Riot

Svelato il nuovo sparatutto di Riot: Valorant

Il combattimento si basa fortemente sul gioco delle armi: ogni agente usa armi del mondo reale e la maggior parte delle loro abilità di livello base sono progettate per completarle
Svelato il nuovo sparatutto di Riot: Valorant FASTWEB S.p.A.

L'incursione di Riot nel genere sparatutto competitivo in prima persona ha finalmente un nome: Valorant. Inizialmente, il nome annunciato ad ottobre, era "Progetto A", una sorta di nome in codice provvisorio, che ha lasciato spazio a quello definitivo appena annunciato. Un video teaser e la nascita del sito ufficiale confermano che lo sparatutto 5-contro-5 verrà lanciato questa estate.
Come riporta Eurogamer, Riot sta posizionando il gioco come una vibrante alternativa a Counter-Strike: Global Offensive. Lo stile artistico urla Overwatch, ma il gameplay è notevolmente diverso. Il combattimento si basa fortemente sul gioco delle armi: ogni agente usa armi del mondo reale e la maggior parte delle loro abilità di livello base sono progettate per completarle. Jett, ad esempio, elimina la nebbia di Cloudburst che oscura la vista, mentre Brimstone può richiedere uno Stim Beacon che dà fuoco rapidamente a tutti i giocatori vicini. Le abilità supreme, nel frattempo, sono un po' più particolari: Jett guadagna diversi punti lanciando pugnali durante Blade Storm, ad esempio, mentre Sova lancia micidiali esplosioni di energia in Hunter's Fury.
Ben quattro mappe saranno disponibili al lancio, sempre secondo Eurogamer, con almeno una modalità che assegna l'attacco e la difesa di diversi punti di controllo. Le partite dureranno circa 30 minuti, ma ovviamente possono durare di più se sarete bloccati in una sparatoria particolarmente tesa. Sul sito web ufficiale di Valorant, Riot Games dettaglia le prestazioni tecniche del titolo, che devono essere fondamentali, se lo sviluppatore intende allontanare i giocatori da Counter-Strike: Global Offensive.
Valorant è una grande scommessa per Riot, ma potrebbe ripagare ottimamente, se il gioco decollerà e, soprattutto, dovesse diventare un e-sport in grado di sfidare altri sparatutto come Counter-Strike: Global Offensive, Call of Duty, Overwatch e Rainbow Six Siege.

Fonte: engadget.com

FIFA 20: gli sviluppatori risolvono i problemi di lag con dei test insoliti

Gli sviluppatori di FIFA 20 a dicembre avevano promesso miglioramenti in termini di connettività e reattività per le modalità multiplayer online. Venerdì hanno annunciato la fase successiva del loro lavoro, ovvero un test per aiutarli a capire cosa sta realmente causando questi problemi.
Ciò implica raggiungere un gruppo di giocatori volontari e dare alle loro versioni del gioco una sovrapposizione di pulsanti sullo schermo. Questo overlay farà due cose: mostrare ai giocatori come i loro input vengono ricevuti in tempo reale e anche far capire agli sviluppatori come la connessione con il data center potrebbe influire su quella reattività.
Da qui, gli sviluppatori di EA Vancouver saranno in grado di analizzare meglio i replay delle partite per vedere quale sia esattamente il problema in termini di ritardo di input, perdita di input, velocità di gioco e persino il freeze. Sebbene la reattività di input nel gioco online sia stata un problema per diversi anni, nel franchising FIFA, sembra particolarmente fastidioso per FIFA 20, per questo EA Vancouver sembra intenzionata a venirne a capo una volta per tutte.

Fonte: polygon.com

Dead Or Alive 6: quanto costa rifarsi il look?

L'aggiornamento 1.20 di Dead or Alive 6 consentirà ai giocatori di PS4 di cambiare il colore dei capelli dei personaggi per la prima volta, anche se per ogni cambio bisognerà utilizzare un "Biglietto Premium" al costo di 1 dollaro.

Come raccontato da Kotaku, l'aggiornamento è stato inizialmente accolto positivamente dalla community, fino a quando i giocatori non hanno capito che i colori precedentemente acquistati non sarebbero rimasti sbloccati una volta pagati.
Questo aggiornamento funziona più come un parrucchiere nella vita reale, addebitando una commissione ogni volta che si cambia il colore dei capelli, anche se è un colore che avevamo prima. Il forum della community di Dead Or Alive, Free Step Dodge, ha contattato Team Ninja per chiedere conferma sul corretto funzionamento del sistema e che i pagamenti ripetuti non fossero un bug, ma il team ha confermato.
I giocatori di Dead or Alive su PC hanno già la possibilità di cambiare il colore dei capelli di un personaggio attraverso le mod, il che è probabilmente una ragione per cui questo aggiornamento è esclusivo per PS4. Team Ninja ha infatti confermato a Free Step Dodge che l'aggiornamento non verrà implementato per i giocatori PC o Xbox One.

Team Ninja ha inoltre recentemente rilasciato Core Fighters, una versione free-to-play di Dead or Alive 6 che offre ai giocatori l'accesso gratuito a un numero limitato di combattenti e livelli. Personaggi aggiuntivi e altre modalità di gioco, come la "modalità Storia", possono essere acquistati separatamente.
Il gioco è noto da tempo per i suoi DLC costosi e ricchi di cosmetici, con il primo pass stagionale del gioco che costa 90 Euro. Eppure, anche per una comunità apparentemente abituata a costosi DLC, i fan di Dead or Alive non sono contenti di come questo è stato implementato. Free Step Dodge chiede ai fan di inviare i loro feedback direttamente a Team Ninja e di inviarli spesso, nella speranza di essere ascoltati.

Fonte: gamespot.com

2 marzo 2020

Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail