Ritorna Alone in the Dark (insieme ad Atari)

Ritorna Alone in the Dark (insieme ad Atari)

Basato sull’Unreal Engine 4, Alone in the Dark: Illumination consente per la prima volta di cimentarsi in multiplayer cooperativo fino a un massimo di 4 giocatori
Ritorna Alone in the Dark (insieme ad Atari) FASTWEB S.p.A.

Venerdì 12 giugno 2015 rischia di essere un giorno memorabile negli almanacchi videoludici, visto che vede il ritorno di due brand che hanno fatto la storia dell’intrattenimento elettronico. Il primo, Atari, non dovrebbe davvero aver bisogno di presentazioni: il logo con la “a” stilizzata composta da tre barrette rosse è talmente famoso da essere stato utilizzato (e copiato) persino nel mondo della moda.

La seconda re-entry, Alone in the Dark, invece, è – in un certo senso – da considerarsi capostipite del genere “survival horror”. Certo il genere di tensione e orrore che AiD è in grado di trasmettere è ben diverso da quello allegorico, metafisico e allucinato di certi survival horror giapponesi (Silent Hill su tutti, ma anche Fatal Frame e Forbidden Siren), ma resta il fatto che stiamo parlando di un titolo uscito per la prima volta vent’anni fa e in cui, per la prima volta, da certi mostri era meglio scappare, piuttosto che fermarsi a combatterli. Inoltre, come il nome stesso suggerisce, una delle caratteristiche salienti della serie è il fatto che la luce diventa al tempo stesso una risorsa e un elemento strategico. Il che, di converso, significa che il buio sarà uno dei peggiori avversari.

Quest’ultima incarnazione del titolo – Alone in the Dark: Illumination – si mostra senz’altro in grande spolvero: basata sull’Unreal Engine 4, consente per la prima volta di cimentarsi in multiplayer cooperativo fino a un massimo di 4 giocatori. Il numero non è casuale visto che – altra caratteristica inedita – potrete scegliere il vostro personaggio tra quattro tipologie di eroi: Cacciatore, Prete, Strega e Ingegnere, ognuno chiaramente con accesso a una serie di attacchi devastanti.

La storia prende avvio in Virginia, nella fantomatica città di Lorwich, un ex-sito minerario devastato da un alluvione e in seguito divenuto una sorta di città fantasma, infestata da oscure presenze, secondo quanto dicono i locali.

L’ambientazione è volutamente lovecraftiana, vagamente ispirata al mito di Cthulhu e si può interagire con gli scenari, modificandoli in modo permanente.

Il titolo, come detto è disponibile a partire da venerdì 12 giugno, su Steam, al prezzo di 29,99 dollari.

12 giugno 2015

Fonte: zapster.it
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail