PlayStation 5 è realtà, ma non è in arrivo tanto presto

Sony sarebbe già al lavoro sulla prossima console ma non arriverà tanto presto

Sony sta effettivamente lavorando a una nuova console, ma probabilmente non arriverà sul mercato prima del 2020
Sony sarebbe già al lavoro sulla prossima console ma non arriverà tanto presto FASTWEB S.p.A.

Le voci di corridoio che negli ultimi tempi si sono susseguite, in merito alla possibile uscita imminente di una PlayStation 5 non sono del tutto infondate.
Sony sta effettivamente lavorando alla nuova console, ma non dovremo aspettarci che questa venga presentata a breve. Questo secondo quanto riportato dal magazine Kotaku, che sostiene che la PlayStation 5 (o comunque Sony deciderà di chiamarla) non sarà sul mercato prima del 2020.
Le notizie in possesso di Kotaku arriverebbero direttamente da due sviluppatori anonimi che conoscono i programmi di Sony. Entrambe le fonti sostengono  che il nuovo sistema non arriverà nemmeno entro il 2019. Questo rapporto arriva in seguito ad alcune voci che vorrebbero la PS5 fuori già quest'anno, cosa che gli sviluppatori segreti hanno escluso. Non ci sarebbero inoltre particolari informazioni in merito alla retrocompatibilità di questa nuova console.
Se Sony avrà qualche annuncio da fare in merito alla PS5, di sicuro sfrutterà l'evento E3 2018 di giugno. Tendiamo ad escluderlo, ma staremo a vedere?

Fonte: gamespot.com

Un ransomware che costringe a giocare a PUBG

Un ransomware è una sorta di virus informatico in grado di criptare e "bloccare" totalmente i file salvati all'interno di un computer fino al pagamento di un riscatto (da qui la parola ransom) sotto la minaccia che tutto venga invece cancellato.
MalwareHunterTeam, una squadra di programmatori che indaga su questo tipo di virus, ha recentemente scoperto il PUBG Ransomware, che blocca tutti i files, incluse immagini, musica e documenti, e rifiuta di rilasciarli a meno che non si giochi a PlayerUnknown's Battleground per almeno un'ora.
L'hacker che lo ha creato, però, non è poi così malvagio.
Innanzitutto, se non avete tempo o possibilità di giocare un'ora, vi basterà semplicemente far partire il gioco e chiuderlo dopo pochi secondi per sbloccare tutto. In alternativa, dopo l'avviso che appare sullo schermo "I tuoi files sono stati criptati dal PUBG Ransomware! Ma non preoccuparti! Non è difficile sbloccarli. Non voglio soldi, ma voglio solo che tu giochi a PUBG per un'ora!" apparirà un popup con il codice di sblocco.
Nulla da temere, dunque. Solo un hacker simpaticone con tanta voglia di farsi notare, magari da qualche importante società di software.

Fonte: pcgamer.com

Per vincere in Radical Heights basta sfruttare i cespugli buggati

Abbiamo parlato ieri di Radical Heights, il gioco in free-to-play di Boss Key. Si tratta di un titolo ancora in una fase di Early Access, quindi è facile scontrarsi con situazioni di gioco grottesche. Una delle prime caratteristiche in questo senso, riguarda i cespugli. Questi oggetti, infatti, nella condizione in cui sono, risulterebbero utilissimi per fungere da nascondiglio e diventare completamente invisibili agli avversari.
Non tutti i cespugli sarebbero però utilizzabili, ma solo quelli più alti. Basterà spingere verso di essi per entrarci completamente, ed una volta dentro, si diventerà completamente invisibili.
Probabilmente questo trucchetto non durerà a lungo, e sarà gestito comunque come un bug "minore", quindi se nel frattempo volete accumulare punti dovrete affrettarvi?

Fonte: polygon.com

11 aprile 2018

Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail