GTA V incredibilmente realistico grazie alla tecnologia Intel

GTA V incredibilmente realistico grazie alla tecnologia Intel

Un nuovo progetto di machine learning degli Intel Labs potrebbe alzare decisamente l’asticella del fotorealismo
GTA V incredibilmente realistico grazie alla tecnologia Intel FASTWEB S.p.A.

Uno degli aspetti più impressionanti di Grand Theft Auto V è quanto il gioco si avvicini alla vita reale di Los Angeles e della California meridionale. Un nuovo progetto di machine learning degli Intel Labs chiamato "Enhancing Photorealism Enhancement" potrebbe alzare decisamente l’asticella del fotorealismo.

Il risultato è sorprendente: un aspetto visivo che presenta inconfondibili somiglianze con il tipo di foto che potreste scattare casualmente attraverso il finestrino macchiato della vostra auto. Dovete vederlo in movimento, per apprezzarlo davvero, ma la combinazione di illuminazione leggermente sbiadita, pavimentazione più liscia e auto credibilmente riflettenti regala quella sensazione di vera strada vista da un vero cruscotto, anche se è tutto virtuale.

I ricercatori Intel suggeriscono che parte di quel fotorealismo provenga dai set di dati che hanno alimentato con la loro rete neurale e lo spiegano in un documento, inoltre i loro miglioramenti vanno oltre ciò di cui sono capaci altri processi di conversione fotorealistica, integrando anche le informazioni geometriche dallo stesso GTA V. Questi "G-buffer", come li chiamano i ricercatori, possono includere dati come la distanza tra gli oggetti nel gioco e la fotocamera e la qualità delle trame, come la lucentezza delle auto.

Probabilmente non vedremo presto questa tecnologia applicata ai videogiochi, ma è un passo in avanti interessante nel miglioramento delle grafiche.
In questo video, la differenza tra la versione “normale” di GTA V e quella migliorata da Intel.

Fonte: theverge.com

Battlefield 6 disponibile anche per le console last-gen

Non sarà più necessario possedere una PlayStation 5 o Xbox Series X / S per giocare al prossimo gioco di Battlefield. Il capo di EA, Andrew Wilson, ha detto agli investitori che Battlefield 6 sarà disponibile su console "sia di attuale generazione che di nuova generazione". Il nuovo titolo sarà incentrato su PS5 e Xbox Series X / S, ma non avrete bisogno di uno dei sistemi più recenti per giocare.
La versione next-gen, però, sfrutterà l'hardware più recente per migliorare la fisica, l'intelligenza artificiale e la "natura immersiva", ha detto Wilson.

La decisione di mantenere il supporto legacy non è del tutto sorprendente. I modelli PS5 e Xbox sono ancora giovani e la carenza di dispositivi in corso hanno ulteriormente limitato il numero di sistemi nei salotti dei giocatori. Ad esempio, c'erano solo 7,8 milioni di PS5 vendute alla fine di marzo, contro oltre 115,2 milioni di PS4 alla fine del 2020. EA rischia di perdere milioni di vendite se limita importanti franchise di giochi alle nuove console, e la situazione è improbabile che migliori in breve tempo.

Fonte: engadget.com

L’evento True Trials di Borderlands 3 inizia questa settimana

Borderlands 3 vedrà ben sei settimane di nuovi contenuti aggiunti alla sua sandbox, dall'inizio dell'evento True Trial. A partire da questa settimana e fino al 1° luglio, secondo l'editore 2K Games, ogni mini-evento presenterà un boss potenziato in una prova di Proving Grounds modificata. Una volta sconfitto, il boss lascerà cadere uno dei due oggetti leggendari selezionati dal team di sviluppo di Borderlands 3 e le ricompense cambieranno di settimana in settimana.

Gearbox afferma che un'arma verrà sempre selezionata dal bottino del gioco base e la seconda verrà da uno dei sei componenti aggiuntivi di Borderland 3. Potete ancora guadagnare l'arma, ma per equipaggiarla dovrete possedere l'add-on da cui ha avuto origine. La vera prova di sopravvivenza di questa settimana sarà una battaglia nella regione del Pandora’s Devil’s Razor e lascerà cadere le armi leggendarie The Lob e Lucky 7.

A seconda della corporatura del vostro personaggio, il Lucky 7 sarà un revolver particolarmente potente. Ogni volta che verrà ricaricato, avrà potenzialmente diversi buff applicati e, se sarete particolarmente fortunati, potrebbe sparare rapidamente sette colpi esplosivi e caricati con Eridium con una singola pressione del grilletto. I giocatori di Moze che hanno punti investiti nella rigenerazione costante delle munizioni potranno trasformare quest'arma in un boss-killer, se sono opportunamente predisposti per trarne vantaggio.

Il 24 giugno vedrà anche il ritorno del grande evento stagionale di Borderlands 3, questa volta intitolato The Revengence of Revenge of the Cartels. Purtroppo non è un segno che Metal Gear Rising stia ottenendo un sequel, ma sarà un'altra possibilità per abbattere Joey Ultraviolet e le sue bande di fedeli sicari nel sontuoso nascondiglio di Villa Ultraviolet.

Fonte: gamespot.com

Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail