Fastweb

Fenomeno League of Legends, il videogame che ha fatto innamorare il mondo

nintendo switch Videogames #nintendo switch #videogame Nintendo Switch, quale scegliere? Con l'uscita sul mercato dei due nuovi modelli di Nintendo Switch, scegliere la propria console portatile preferita è diventato più difficile. Ecco alcuni consigli su quale modello acquistare
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Fenomeno League of Legends, il videogame che ha fatto innamorare il mondo FASTWEB S.p.A.
League of Legends
Videogames
Con milioni di appassionati in tutto il mondo, League of Legends si appresta a battere tutti i record del settore

Per l'universo di videogamer e fan che gravita attorno all'universo di League of Legends (LoL), lo scorso ottobre è uno di quei mesi da incorniciare a futura memoria. In Italia il gioco ha letteralmente spopolato al Lucca Comics del mese scorso, dove migliaia di spettatori hanno assistito alle gare giocate in diretta e commentate da alcuni dei maggiori esperti italiani del videogioco sviluppato e pubblicato da Riot Games.

 

Il pubblico del Season 3 World Championship

 

Qualche settimana prima, invece, LoL ha sbancato in quel di Los Angeles, dove sono andate in scena le finali del Season 3 World Championship, evento annuale organizzato per stabilire il team pià forte al mondo. L'evento è andato in scena allo Staples Center (lo stesso palazzetto calcato, tra gli altri, dai cestisti Kobe Bryant e Chris Paul) di fronte ad oltre 13mila fan invisibilio. Il dato più impressionante, però, è quello degli spettatori online, che hanno seguito l'evento grazie alla diretta streaming organizzata da Riot Games. Nell'intero week end di gare sono stati registrati ben 32 milioni di spettatori, con un picco di 8,5 milioni di contatti nello stesso momento.

Segno che League of Legends è diventato ormai un fenomeno di portata mondiale e può essere considerato a tutti gli effetti il videogioco multiplayer del momento. Alla base di questo incredibile successo una serie di fattori concatenati come la possibilità di far evolvere i propri personaggi, aggiornamenti costanti che migliorano il gameplay, una buona giocabilità e una community online vasta, eterogenea e molto affezionata.

Cos'è League of Legends

LoL nasce nel 2009 come spin-off di Warcraft III: The Frozen Empire. Gli sviluppatori di Riot Games adattarono alle esigenze di un gioco multiplayer snello e veloce la mappa Defense of the Ancient. Ne venne fuori (per alcuni versi inaspettatamente) un gioco gradevole e attraente, capace di generare molto seguito tra gli appassionati di giochi strategici online in tempo reale.

 

Un cosplayer vestito da Campione

 

Per giocare non si ha bisogno di pagare nulla (si tratta, quindi, di un titolo free-to-play), anche se pagando è possibile velocizzare lo sviluppo dei propri personaggi. Annunciato per la prima volta nell'ottobre 2008, venne rilasciato ufficialmente un anno più tardi (il 27 ottobre 2009 per la precisione). Stando alla rivista Forbes, nel 2012 LoL è stato il videogame più giocato al mondo in termini di numero di ore giocate.

Il gameplay

League of Legends è un gioco strategico che vede contrapposte due squadre. Ogni team è composto da cinque giocatori, ognuno dei quali sceglie un personaggio (chiamato Campione) tra i 116 a disposizione. Ogni squadra inizia ai lati opposti di un campo di battaglia (chiamato Field of Justice, Arena della Giustizia in italiano) a difesa di una costruzione chiamata Nexus. Lo scopo è quello di raggiungere la costruzione della squadra avversaria e distruggerla prima che ci riescano gli avversari.

 

Un momento di un torneo di League of Legends

 

Nel corso di questo cammino i cinque Campioni dovranno sconfiggere gli avversari che gli si pareranno di fronte e distruggere costruzioni intermedie chiamate torrette. Ogni Campione potrà migliorare le proprie skill uccidendo i Campioni avversari o distruggendo le torrette incontrate durante la strada. Ogni qual volta si completerà un obiettivo, si porteranno a casa delle monete d'oro, utili a sbloccare nuove armi e migliorie varie prima della loro naturale evoluzione.

Ad oggi LoL si divide in cinque differenti modalità di gioco: Tutorial, Custom, Co-Op vs. Al, Normal e Ranked. Ognuna di queste modalità, comunque, possono essere in qualche modo personalizzate, attivando o disattivando a piacere alcune opzioni.

I trucchi League of Legends

Inutile dire, visto il successo del gioco, che sul web è possibile trovare ogni tipo di risorsa per LoL: dai tutorial che guidano i videogamer nei primi passi all'interno dell'universo videoludico creato da Riot Games ai trucchi per League of Legends più avanzati e “subdoli”. Per capirlo basta fare una rapida ricerca su Google e vedere il numero incredibile di risultati che si otterrà.

 

Uno dei campioni di LoL

 

Quelli che vanno per la maggiore sono i cosiddetti trucchi psicologici: in questo caso non c'entrano nulla comportamenti scorretti o i più classici dei colpi sotto la cintura. Si tratta di piccoli accorgimenti di gioco necessari a far cadere l'avversario nella propria trappola ed eliminarli nel più breve tempo possibile. Si tenterà, ad esempio, di provocare un Campione avversario nel corso del match, così da fargli abbassare la guardia e colpirlo quando meno se l'aspetta.

L'uomo da 600mila euro l'anno

Il personaggio del momento dell'universo LoL è senza dubbio lo spagnolo Carlos “ocelote” Rodriguez. Tra i videogamer più longevi e vincenti di questo titolo, è recentemente balzato all'onore delle cronache per la sua abilità di far fruttare economicamente le sue capacità videoludiche. Come ha ammesso lo stesso ocelote (questo il suo nome di battaglia sui “campi” di League of Legends) grazie alle sponsorizzazioni varie, allo “stipendio” garantito dal suo team (i tedeschi di Sk Gaming) e altri contributi riesce a portare a casa tra i 600mila e i 700mila euro ogni anno. Una cifra impressionante per un ragazzo di appena 23 anni che è riuscito a trasformare una passione – quella dei videogame – in una professione ben remunerata.

 

Carlos ocelote Rodriguez in una fase di gioco

 

“Ma non mi sono montato la testa – conclude Carlos ocelote Rodriguez – e so benissimo che non potrà andare avanti così all'infinito. Oggi posso aiutare la famiglia con l'affitto, l'automobile e altre spese, ma potrebbe accadere ben presto che mi stufi di giocare e tutto ciò sarà solo un ricordo. Non posso farmi trovare impreparato a questo appuntamento”. Per un tipo come lui, capace di allenarsi per ore e ore ogni giorno, non sarà di certo una sfida impossibile.

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #league of legends #lol #videogame #videogioco #lucca comics #computer #windows

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.