Crystal Cove, la realtà virtuale di Oculus Rift

Crystal Cove, la realtà virtuale di Oculus Rift

L’ultimo prototipo di Oculus VR ha fatto 2 notevoli passi avanti inaugurando un’era di gioco e intrattenimento molto più coinvolgente nonché nuove opportunità in altri settori
Crystal Cove, la realtà virtuale di Oculus Rift FASTWEB S.p.A.

La realtà virtuale ha catturato per decenni  l'immaginario di sviluppatori, consumatori e imprese anche se la maggior parte delle VR Headset prodotte finora sono ricordate più per i loro limiti che per le loro capacità.  Con Crystal Cove, l’ultimo prototipo di Oculus VR, il progetto ha fatto due notevoli  passi avanti eliminando finalmente i problemi di messa a fuoco che hanno attanagliato le precedenti generazioni di VR Headset e migliorando il sistema di movimento simulato. Questi sviluppi potrebbero inaugurare un’era di gioco e intrattenimento molto più coinvolgente nonché nuove opportunità nell’utilizzo della realtà virtuale in svariati settori.

Nella sua breve storia, Oculus è già passata dall’essere una promettente start up ad un’innovativa e consolidata realtà nel campo delle nuove tecnologie. Nella prima versione del Rift (gennaio 2012), Oculus aveva già raccolto oltre 2 milioni di dollari su Kickstarter e catturato l’attenzione del leggendario sviluppatore di videogame John Carmack. Ad oggi, la società ha raccolto più di 90 milioni di dollari, vanta oltre 100 dipendenti  e ha venduto 50mila unità.

La chiave di questo enorme successo è data dalla ricerca e dai continui miglioramenti al device. Il Crystal Cove ha infatti un display da 1080p incredibilmente nitido e preciso e una serie di sensori laterali controllati da una telecamera esterna  in grado di tracciare la posizione del corpo in qualunque momento. Basta infatti inclinare leggermente il capo in avanti o indietro per rendersi contro dei passi avanti fatti in questo nuovo modello grazie alla possibilità di godersi le immagini sincronizzate ai movimenti.

Al di là del gioco, il Rift oggi vanta molteplici campi d’applicazione tant’è che la compagnia ha venduto il proprio kit di sviluppo ad aziende di svariati settori che vanno dal manifatturiero al cinema. La NASA sta già utilizzando il Rift per ricreare tour virtuali di Marte così come molte aziende operanti nel settore dell’educazione sono state attratte dal progetto.

10 gennaio 2014

Fonte: engadget.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail