Assassin's Creed Rogue

Come si gioca ad Assassin's Creed Rogue

L'accoglienza della stampa di settore non è delle più calorose, ma Assassin's Creed Rogue mantiene intatto il fascino della famosissima saga sviluppata da Ubisoft
Come si gioca ad Assassin's Creed Rogue FASTWEB S.p.A.

Nonostante non abbia avuto lo stesso battage pubblicitario di Assasin’s Creed Unity (il primo titolo realizzato per console next-gen della saga videoludica che conta il maggior numero di copie vendute in assoluto), Assassin’s Creed Rogue, videogame storico open world lanciato a novembre 2014 per console past gen e marzo 2015 per computer, è riuscito a conquistarsi sul campo le stellette di videogame di culto. Sequel di Assassin’s Creed Black Flag e titolo conclusivo della “trilogia americana” (iniziata con Assassin’s Creed 3), Rogue è stato sviluppato dagli studi di Milano e Sofia di Ubisoft.

 

 

Come si gioca ad Assassin's Creed Rogue

Al centro della storia troviamo Shay, un giovane assassino unitosi alla Confraternita in America. Il vero protagonista di questo terzo capitolo della trilogia americana è, però, il mare: gran parte dell'azione si svolge a bordo della Morrigan (il vascello di Shay), mentre si veleggia tra New York, River Valley sull'Oceano Atlantico Settentrionale. La barca, equipaggiata con cannoni, mitragliatrici, olio incendiario e altre armi da sbloccate durante la storia, avrà anche un rostro dalla doppia funzionalità: da un lato permetterà di avanzare nelle acque ghiacciate del nord Atlantico, mentre dall'altro darà modo di danneggiare le imbarcazioni dei nemici con onde anomale e attacchi a sorpresa.

 

 

Le battaglie navali, ovviamente, avranno un ruolo di primaria importanza nell'economia del gioco: abbordando le navi che si incontreranno lungo il cammino (dalle mal equipaggiate cannoniere sino ai vascelli dal tonnellaggio più elevato, passando per goliere e brigantini) si riusciranno ad accumulare merci pregiate come ferro, tessuti orientali, legna, tabacco e pietre di vario genere. Bisognerà porre, però, molta attenzione: nel caso in cui l'equipaggio ai comandi di Shay esca sconfitto dalla battaglia navale la partita terminerà. Per questo bisogna saper sfruttare al meglio tutti gli strumenti che il gioco ci mette a disposizione: dal già citato rostro sino ad arrivare agli icebeg, che forniranno un'adeguata copertura per attacchi a sorpresa o fughe disperate.

 

 

Nonostante l'azione sia in mezzo all'oceano, è sulla terraferma che Shay dovrà far valere le proprie abilità da killer per avanzare nel gioco. Per sbloccare interamente la mappa, infatti, sarà necessario conquistare i vari fortini che popolano le coste e l'entroterra del Nord America: Halifax, Fort Louis, Port La Joye e Fort Baie de Rogue saranno quattro tappe obbligate nel percorso del protagonista di Assassin's Creed Rogue. Sarà fondamentale, in questa corsa al fortino, la capacità d'urto del proprio equipaggio: bisognerà prestare particolare attenzione, dunque, al reclutamento dei migliori – o peggiori, a seconda dei punti di vista – marinai che le taverne del Nord America sapranno offrire.

 

 

Le recensioni

  • Multiplayer. Una decina di ore divertenti tra abbordaggi in mare e sfide corpo a corpo stile Rambo. Questo in sintesi il pensiero di Tommaso Pugliese per il portale di gaming Multiplayer.it. Nonostante abbia dalla sua un coinvolgente gameplay acquatico, Assassin’s Creed Rogue, ha carenze sia sotto il profilo delle lotte corpo a corpo, sia nella realizzazione tecnica. Essendo un gioco disponibile esclusivamente per console di vecchia generazione, la sua trasposizione sul pc pecca in alcuni dettagli grafici, come la qualità degli edifici. Durante le scalate si nota la costruzione poligonale dell’ambientazione. La trama, nonostante parta da un buono spunto - l’Assassino Shay Patrick Cormac che a seguito di una missione a Lisbona, decide di passare dalle parte dei Templari – fa risultare, secondo Tommaso Pugliese, la storia fallace. Troppo repentino il cambio di fazione, una conversione spiegata non con la dovuta coerenza. Il gioco non dispone delle dinamiche di combattimento di Unity e ciò rende gli scontri sbilanciati: nel corso dei combattimenti corpo a corpo, fa notare Tommaso Pugliese, sembrerà di avere a che fare con un vero e proprio Rambo, capace di ammazzare 10 nemici in un colpo solo senza versare una singola goccia di sudore. Il 7 finale, insomma, è dato soprattutto per le migliorie apportate al combattimento navale, che hanno permesso di rendere il gioco più veloce rispetto a Black Flag

 

 

  • Eurogamer. La trama. Quando si parla di Assansin’s Creed Rogue, si va a finire sempre a parlare sempre dello stesso punto: la trama. Di come troppo velocemente un assassino, Shay, passi dalla parte dei nemici, i Templari. La pensa così, anche Emiliano Baglioni di Eurogamer.it, il quale però non si sofferma troppo sulla storia e preferisce analizzare i punti di forza del gioco. Anzi, essere un Templare ha reso il gioco più avvincente. Si possono utilizzare armi che nei precedenti capitoli non non si avevano a disposizione e durante le traversate marine, la nostra nave, la Morrigan, può essere abbordata dai velieri degli Assassini. Se i paesaggi oceanici rendono felici i players, non si può dire lo stesso delle polverose strade newyorkesi. Rispetti alla Firenze rinascimentale o alla Parigi di Unity, la città statunitense del ‘700 non regala le stesse emozioni. Le tante missioni secondarie, peculiarità della saga, rendono il gioco piacevole e fanno sì che il gioco possa vantare in pagella un 8 pienamente meritato

  • Everyeye. Un gioco completo. Questo il giudizio finale di Carlo Cicalese del sito di videogiochi Everyeye.it. Anzi, secondo Carlo Cicalese, Assassin’s Creed Rogue è per alcune versi migliore rispetto a Unity, il primo titolo della saga rilasciato per le console new gen. In una ventina di ore di gioco, tra la storia principale e le missioni secondarie, il terzo capitolo della saga americana riesce a mostrare una storia più convincente dell’episodio ambientato a Parigi. E indossare per la prima volta i panni di un Templare, ha reso la saga finalmente completa e ha dato alla Ubisoft degli ottimi spunti per il futuro: bisognerà però vedere se la casa francese saprà coglierli. Tra le poche pecche troviamo le texture dell’acqua, che sembrano inferiori rispetto al motore grafico dei migliori giochi in circolazione. Stando a Carlo Cicalese “è a livello narrativo, il miglior capitolo della serie uscito nel 2014 e, forse, il migliore degli ultimi due anni”, e questo spiega l’otto finale

 

 

  • Spaziogames. Lorenzo Mosna del portale dedicato ai gamers Spaziogames.it non ha paura a dire che le sue aspettative su Assassin’s Creed Rogue erano molto basse e che fortunatamente si è dovuto ricredere. Non un contentino per i fan della trilogia americana, come inizialmente creduto, ma un prodotto diverso dal solito, e non per questo necessariamente inferiore. Prendendo come base il motore grafico di Assassin’s Creed Black Flag, questo nuovo episodio introduce delle importanti novità nell’equipaggiamento del nostro eroe (la maschera anti-gas, ad esempio, anche se non mancano alcuni piccoli bug già riscontrati in passato. L’intelligenza artificiale, ad esempio, appare un po' troppo poco intelligente, soprattutto nei combattimenti corpo a corpo quando gli avversari fanno “la fila” prima di attaccarci. Alla fine un 7 più che meritato

  • IGN Italia. Un 7,5 per l’ultimo Assassin’s Creed sviluppato solamente per macchine di vecchia generazione. Questo il voto che Marco Salvaneschi di IGN Italia dà a Rogue. Un gioco, secondo il giornalista, che rispetto a Black Flag ha poco di nuovo. Il nostro personaggio, Shay Patrick Cormac, è la versione Templare dell’assassino Edward Kenway protagonista in Black Flag. Essendo l’ultimo episodio poteva essere utilizzato per sperimentare nuove soluzioni e tranne un prototipo di lanciagranate che è sbloccato a metà del gioco, c’è abbastanza poco

 

 

  • IGN International. Andare alla scoperta del nostro lato oscuro. Capire cosa c’è nell’altra parte della barricata. Secondo Daniel Krupa del portale IGN International era questo lo scopo della Ubisoft Quando ha iniziato a mettere in cantiere Rogue. Far capire ad ogni fans della serie cosa si prova ad essere un Templare. Ma per il giornalista inglese Ubisoft Sofia non è riuscita nel suo intento. Troppo veloce il cambio di fazione, nullo il training per diventare un Templare provetto. Si poteva cercare di spiegare all’interno della trama, magari nelle missioni secondarie, ma il gamers non viene spronato a fare ciò. Si va sempre dritti verso l’obiettivo finale: concludere il gioco. Nonostante la mappa sia abbastanza grande e favorisca l’esplorazione non si è motivati a visitare i sobborghi intorno a New York. Alla fine, il 6,8 è un voto che si avvicina molto al 7, voto che più volte si è visto nelle varie recensioni

  • Gamespot. Una voce con spiccato accento irlandese (nella versione inglese/statunitense) non riesce a coinvolgere il gamers, una trama che sembra volere rivoluzionare il gioco, ma che in realtà ricalca la monotonia dei numeri precedenti. In generale un episodio tutt’altro che indimenticabile, semplice trait d’union tra Assassin’s Creed 3 e Black Flag. E in generale un gioco poco al di sopra della sufficienza che spiega il 6 che gli ha assegnato il giornalista Mark Wlalton di Gamespot. Le bianche distese di ghiaccio dell’Oceano Atlantico settentrionale sono molto meno affascinanti della bianche spiagge dei Caraibi, ma nonostante questo, le battaglie navali rimangono il fulcro principale del gioco. Ma, lamenta il giornalista del sito di videogame, gli sviluppatori avevano a disposizione le sterminate lande di una New York ancora in costruzione e non sono riusciti a sfruttarle appieno. Per i fan della serie saranno interessanti gli sbocchi che potrebbero nascere nei prossimi episodi, ma sotto il profilo del gameplay nulla di nuovo.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail