Fastweb

Come si gioca a Call of Duty: Modern Warfare

death stranding Videogames #death stranding #videogame Death Stranding, la recensione Hideo Kojima torna con la sua prima opera indipendente: Death Stranding. Ecco la nostra recensione
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come si gioca a Call of Duty: Modern Warfare FASTWEB S.p.A.
call of duty modern warfare
Videogames
Infinity Ward e Activision tornano sul mercato con un nuovo titolo di Call of Duty: Modern Warfare. Ecco la nostra recensione

Semplicemente uno dei giochi più attesi dell'anno, soprattutto in un'annata in cui si sente la mancanza di shooter in grado di fronteggiare ad armi pari il fenomeno Fortnite. Stiamo parlando di Call of Duty: Modern Warfare, il reboot di uno dei videogame di maggior successo della serie videoludica che per decenni ha scritto le regole del multiplayer online. Con questo nuovo progetto Infinity Ward, la software house che ha reso grande Call of Duty: Modern Warfare, cerca di rilanciare l'intera serie che negli ultimi anni sta scontando le difficoltà tipiche di chi non è in grado di rinnovarsi. La concorrenza è sempre più agguerrita e il gusto dei gamers è cambiato. Sempre più orientato a combattimenti veloci e a dinamiche di gioco facili da digerire per un pubblico che passa ore e ore su Twitch a guardare le dirette dei gamer più forti.

In un mercato profondamente cambiato rispetto a dieci anni fa e dominato da Fortnite e da videogame che propongono modalità di gioco Battle Royale, con Call of Duty: Modern Warfare Infinity Ward cerca di riscrivere le regole degli sparatutto online, distanziandosi quanto possibile da dinamiche semplificate come quelle presenti in Fortnite. Il gameplay di Call of Duty: Modern Warfare è molto stratificato e lo dimostra il nuovo sistema di personalizzazione delle armi che permette a ogni singolo giocatore di adattare l'armamentario a seconda delle proprie abitudini di gioco. Una visione completamente opposta a quella dei moderni sparatutto che prediligono uno sviluppo orizzontale delle armi, piuttosto che verticale.

Il lavoro più grande di Infinity Ward, però, lo si vede nelle modalità di gioco. Call of Duty: Modern Warfare ha una ricchezza di contenuti senza precedenti: Campagna, multiplayer, multiplayer con mezzi, e cooperativa Survival & Spec Ops. Il multiplayer non offre grosse novità, se non due nuove modalità di gioco molto particolari. Di tutt'altra pasta è fatta la modalità single player. La Campagna realizzata da Infitnity Ward è un vero e proprio capolavoro: storia ottima, sceneggiatura da Oscar, tantissimi colpi di scena, livello sempre molto alto. E un coinvolgimento difficile da trovare in altri videogame. L'unica pecca è la durata: la Campagna tiene occupati i giocatori solo per un paio di ore. Per sapere di più su Call of Duty: Modern Warfare non vi resta che leggere la nostra recensione.

Tra l'Urzikistan e la realtà

In questo paragrafo cercheremo di presentare la modalità Campagna stando ben attenti a non rivelare nulla che vi possa in qualche modo anticipare cosa troverete in Call of Duty: Modern Warfare.

La campagna è suddivisa in missioni che vi porteranno a esplorare diversi territori e ad affrontare avversari differenti. Non vi diremo molto sul gameplay della modalità single player, ma dovete sapere che sarete chiamati molto spesso a cambiare approccio al gioco. Si passa da fasi stealth, ad altre in cui dovrete essere bravi a calibrare i colpi da lontanissimo, ad altre ancora in cui sarà la velocità e il numero di colpi che sparerete a fare la differenza. Per creare la campagna di Call of Duty: Modern Warfare gli sviluppatori di Infinity Ward si sono ispirati a diversi titoli di guerra e spionaggi usciti negli ultimi anni, dimostrando di essere in grado di seguire il trend e di aggiornare le storie di volta in volta.

L'ambientazione scelta per la modalità single player è il Medioriente, in una zona che possiamo collocare tra l'Afganistan e la Siria. Infinity Ward ha preferito non utilizzare il nome di Nazioni vere, ma si è affidata alla fantasia degli sceneggiatori. Il titolo ci porta nello Stato dell'Urzikistan, sconvolto da una guerra civile che dura da più di venti anni. Sono tante le fazioni in lotta tra di loro per la conquista del territorio: i ribelli moderati, i kamikaze i foreign fighters e una sorta di esercito curdo in lotta per difendere la propria etnia. In questo grande risiko entrano in gioco anche le Nazioni come la Russia, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti.

Nella Campagna si affronteranno molte missioni speciali ambientate in luoghi oscuri oppure in aperta campagna. Dovete essere preparati ad affrontare colpi di scena che sconvolgeranno la trama e che di volta in volta introdurranno nuovi personaggi. In totale la modalità single player vi terrà occupati per 5-6 ore, ma saranno ore ben investite. Difficilmente in passato Infinity Ward aveva svolto un lavoro così accurato per la modalità Campagna.

Il multiplayer online: le nuove modalità di gioco

Soffermarci sulle classiche modalità di gioco che trovate in tutti gli sparatutto online è inutile. Vi basta sapere che troverete i Deathmatch a squadre. Le novità più importante portano il nome di Gunfight e Ground War. Si tratta di due nuove modalità di gioco molto diverse tra di loro.

Gunfight è un 2 vs 2 combattuto in mappe piccolissime dove ogni round si cambia arma. Si tratta della modalità di gioco più adatta agli sport competitivi e molto probabilmente sarà protagonista di tante ore di diretta su Twitch e sulle altre piattaforme di video streaming.

Ground War, invece, strizza l'occhio al grande nemico di una vita: Battlefield. Si tratta di una modalità di gioco che prevede fino a sessantaquattro giocatori presenti contemporaneamente sul campo di battaglia. Per l'occasione Infinity Ward ha realizzato delle nuove mappe molto grandi che prevedono cunicoli segreti dove nascondersi, abitazioni dove appostarsi e aspettare il passaggio dei nemici e Ground War è una vera e propria novità per il mondo di Call of Duty e questo non può che far piacere agli amanti della serie videoludica.

Il gameplay di Call of Duty: Modern Warfare

Parlare di gameplay in un gioco così strutturato e che offre modalità di gioco così differenti tra di loro non è semplice. Per questo cercheremo di focalizzarci solo sugli aspetti più importanti e innovativi. Tra le novità, la più importante è sicuramente il sistema di personalizzazioni delle armi chiamato Gunsmith. Ogni tipologia di arma può essere personalizzata all'inverosimile, ogni singolo elemento montato va a modificare un singolo aspetto dell'arma, dalla velocità di ricarica al rinculo. Sostituendo un pezzo con un altro si avranno una serie di bonus e malus e bisognerà essere bravi a capire come adattare l'arma al proprio stile di gioco. La scelta fatta da Infinity Ward con l'introduzione di questo nuovo sistema di personalizzazione delle armi va in diretto contrasto con quanto visto finora nei principali sparatutto online, dove le armi sono poco personalizzabili e non hanno grandi differenze tra di loro.

Altro elemento da tenere del gameplay di Call of Duty: Modern Warfare è il time to kill. Anche in questo caso il lavoro svolto da Infinity Ward è ottimo: non c'è nessun tipo di esagerazione, per uccidere un avversario non c'è bisogno di dieci colpi e allo stesso modo non veniamo uccisi con un solo colpo (a meno che a colpirci non sia un cecchino).

Il comparto tecnico di Call of Duty: Modern Warfare

call of duty modern warfare

Infinity Ward aveva promosso un deciso passo in avanti per quanto riguarda la qualità grafica del gioco e così è stato. Dalle ambientazioni ai personaggi presenti nella modalità Campagna, tutto è realizzato con molta cura e nessun elemento è fuori posto. La software house ha avuto anche la capacità di mantenere la stessa qualità anche nel multiplayer, dove il numero di giocatori e di elementi è più elevato. Solo in alcuni frangenti le textures sono di una qualità inferiore, ma nulla che stravolga e penalizzi il gioco. Anche le armi sono realizzate con molta cura, così come la fisica del rinculo e altri elementi che solitamente non vengono presi in considerazione negli sparatutto.

Passiamo al comparto audio. Ancora una volta dobbiamo farei complimenti a Infinity Ward, capace di riprodurre fedelmente i classici rumori delle armi. Buono anche il doppiaggio in inglese della modalità Campagna.

Ultimo appunto sull'intelligenza artificiale. Se c'è un difetto del videogame, è proprio l'intelligenza artificiale che muove i nemici presenti nelle varie modalità di gioco. Sotto questo punto di vista non ci sono passi in avanti fatti dalla software house.

 

3 novembre 2019

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #call of duty #videogame #recensione #gameplay

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.