Fastweb

Su Nintendo Switch il remake del primo titolo della serie di Zelda: Il Risveglio di Link

Nuovo gioco di Zelda in uscita per Switch Videogames #zelda #pokémon company Nuovo gioco di Zelda in uscita per Switch Cadence of Hyrule: Crypt of the NecroDancer verrà rilasciato questa settimana
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Su Nintendo Switch il remake del primo titolo della serie di Zelda: Il Risveglio di Link FASTWEB S.p.A.
Arriva il remake de Il Risveglio di Link
Videogames
Sembra identico all'originale, ma il gameplay, alcune dinamiche di gioco e una grafica completamente rinnovata, lo rendono un gioco unico

Link's Awakening per Nintendo Switch è una fedelissima riproduzione del gioco originale. Ma allo stesso tempo non lo è. Per molti, Link's Awakening è stato il primo titolo della serie di Zelda, quando uscì per Game Boy venticinque anni fa. Ma oggi Nintendo ha mostrato alcuni dettagli del remake destinato alla nuova console ibrida, dando così slancio all'euforia dei gamers più "datati".
La demo inizia come il vecchio gioco: ci si ritrova a casa di Tarin con sua figlia, Marin, a guardare un Link dormiente. Tutto sembra invariato, rispetto all'originale, ma il gameplay e alcune dinamiche di gioco, oltre alla grafica completamente rinnovata, lo rendono un gioco unico e assolutamente da avere.
Gli aggiornamenti mostrati nella demo di Nintendo, finora, assicurano un titolo "friendly" per chi ci gioca per la prima volta, pur rimanendo fedele all'originale.
Purtroppo, oltre questa mezz'ora di demo, non si hanno ulteriori dettagli. Speriamo però di averne quanto prima, considerando che Link's Awakening sarà pubblicato il 20 settembre.

Fonte: engadget.com

L'ultimo spin-off di Dota è Underlords

Valve sta rilasciando un suo spin-off standalone di Dota chiamato Dota Underlords. In questo gioco, i giocatori si uniscono in gruppi di otto per "costruire, combinare e livellare una squadra in una battaglia per il dominio della città di White Spire". Il punto fondamentale dovrebbe essere l'uso della tattica, cosa che i giocatori che hanno acquistato un Dota 2 Battle Pass da 10 dollari possono provare subito.
Una open beta è prevista per iniziare la prossima una settimana, come test di stress, ed includerà il multiplayer a otto giocatori in un gioco contro i robot o contro altri giocatori. La beta aperta sarà disponibile su Steam per tutte le piattaforme, oltre a Android e iOS, con cross-play e progressione che si svolgono indipendentemente da dove si giocherà. Sembra che Valve abbia imparato un po' dal lancio del suo ultimo spin-off di Dota, Artifact, e ora spetterà ai giocatori decidere quale dei due avrà più successo.

Fonte: engadget.com

Square Enix sta considerando un servizio a sottoscrizione per i suoi giochi

Square Enix sa bene che la maggior parte dei suoi fan più affezionati desidera accedere a tutti i suoi giochi in forma digitale, soprattutto a quelli più vecchi. Ecco perché la software house ha deciso di fare qualcosa a riguardo.
Il presidente e amministratore delegato dell'azienda, Yosuke Matsuda, ha dichiarato a Game Informer che Square Enix ha formato un team dedicato per modificare i suoi classici titoli NES per la giocabilità sui sistemi moderni. Inoltre, la società sta esplorando la possibilità di lanciare un servizio di abbonamento in streaming o di download che offre esclusivamente i giochi dello sviluppatore.

Square Enix non ha ancora deciso quale formato adottare, ma Matsuda promette di voler sfruttare il suo catalogo come fanno gli altri sviluppatori. Uno dei maggiori ostacoli del progetto, tuttavia, potrebbe impedirgli di reintrodurre i vecchi giochi in un nuovo pubblico, perché, a quanto pare, l'azienda non avrebbe idea di dove siano i codici dei vecchi giochi.
"È molto difficile trovarli, a volte, perché nel momento in cui li abbiamo realizzati e rilasciati al pubblico pensavamo di aver finito – non sapevamo cosa avremmo potuto farne in futuro, perciò molti si sono persi per strada", ha dichiarato lo sviluppatore. Stando alle voci di corridoio, l'azienda avrebbe chiesto ad alcuni ex dipendenti di cercare i codici su alcuni vecchi PC. Ci immaginiamo che il lavoro da fare, per poter ripubblicare tutto il catalogo, sia ancora titanico?

Fonte: engadget.com

14 giugno 2019



Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #link's awakening #zelda #dota underlords #steam #square enix #nes

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.