Apex Legends: a marzo finalmente su Switch

Apex Legends: a marzo finalmente su Switch

Apex Legends era stato annunciato per la piattaforma Nintendo lo scorso giugno, ma a causa dalla pandemia il lancio per Switch è stato ritardato a quest'anno
Apex Legends: a marzo finalmente su Switch FASTWEB S.p.A.

Dopo settimane di voci, fughe di notizie e anticipazioni, lo sviluppatore Respawn ha finalmente annunciato che Apex Legends riceverà la sua tanto attesa versione Switch martedì 9 marzo.

Apex Legends è stato originariamente annunciato per la piattaforma Nintendo lo scorso giugno, con una finestra di rilascio provvisoria in autunno. Tuttavia, le complicazioni causate dalla pandemia di coronavirus hanno visto il lancio per Switch dello sparatutto free-to-play ritardato fino a quest'anno.
L'entusiasmo è cresciuto il mese scorso, quando una data di arrivo del 2 febbraio è stata - apparentemente inavvertitamente - rivelata sulle promo per l'ottava stagione.
Per fortuna lo sviluppatore ha ora confermato, annunciando che Apex Legends arriverà su Switch il 9 marzo. Non è l'ideale, ovviamente, dato che altre piattaforme saranno a un mese dall'inizio della stagione 8 in quel momento, ma Respawn sta tentando di affrontare questa disparità concedendo ai giocatori di Switch i primi 30 livelli dell'attuale battle pass gratuitamente. Inoltre, verrà assegnato il doppio di XP sulla piattaforma per le prime due settimane dopo il lancio.

Respawn ha anche confermato che la versione Nintendo Switch di Apex Legends includerà il supporto per il gioco multipiattaforma, tutti i contenuti stagionali e la piena parità di funzionalità con le altre versioni del gioco.

Fonte: eurogamer.net

Mass Effect: Legendary Edition elimina il multiplayer

Quando il remake migliorato della trilogia di Mass Effect arriverà, non includerà il multiplayer. Secondo lo sviluppatore capo di Mass Effect, Mac Walters, il team avrebbe dovuto impegnarsi moltissimo per portare la funzionalità nella Legendary Edition. "Ad un certo punto abbiamo dovuto tracciare una linea", ha detto il direttore del progetto in un briefing sul gioco. "Abbiamo parlato di fare la remaster da un po' di tempo ormai, e almeno a un certo punto nel tempo tutto era sul tavolo."

BioWare ha introdotto il multiplayer nell'ultima puntata della trilogia, Mass Effect 3. Sebbene "queste non siano sfide insormontabili", ha detto Walters, avrebbero richiesto di concentrarsi su funzionalità al di fuori dell'esperienza per giocatore singolo: come incorporare il crossplay o cosa fare con le persone che ancora oggi giocano al multiplayer di Mass Effect.

Quando il gioco è stato lanciato nel 2012, il multiplayer aveva anche uno scopo narrativo. La fine del gioco dipende in parte dalla "prontezza galattica" del giocatore, una combinazione di fattori come la scelta del giocatore, le risorse e il successo nelle partite competitive; un alto livello di prontezza aiuta a inaugurare i finali di alto livello del gioco.

Walters ha quindi detto che il gioco è stato ribilanciato. Non solo il multiplayer viene rimosso come fattore, ma i giocatori che sceglieranno di passare direttamente a Mass Effect 3 senza giocare ai giochi precedenti non saranno penalizzati.

Sebbene alcuni giocatori potrebbero essere delusi dal multiplayer mancante del gioco, Walters ha affermato che, alla fine, si è trattato di creare la migliore esperienza di storia coerente possibile. "La Mass Effect Legendary Edition complessiva è una migliore rappresentazione della trilogia originale perché siamo in grado di concentrarci su quei momenti per giocatore singolo."
Mass Effect: Legendary Edition verrà lanciato il 14 maggio su PC, PS4 e Xbox One.

Fonte: theverge.com

Call of Duty: Warzone banna oltre 60mila giocatori scorretti

Call of Duty: Warzone ha un enorme problema di imbroglioni, abbastanza da costringere gli streamer più famosi a lasciare completamente il gioco. Activision ha cercato di combattere il problema dallo scorso anno bannando decine di migliaia di giocatori scorretti. Nelle ultime ore, il gigante dei videogiochi ha eliminato e bloccato 60.000 account per casi confermati di utilizzo di software cheat in Warzone. Come ha sottolineato Vice, i divieti sono arrivati il giorno dopo che il famoso streamer di CoD Vikkstar123 ha annunciato di aver lasciato il gioco, a causa di giocatori che trasmettono in streaming hack con zero ripercussioni.

Sebbene Activision non abbia detto quale software cheat usassero i giocatori, le fonti che hanno parlato di EngineOwning. Il programma di cheat basato su abbonamento offre trucchi e hack non solo per i giochi CoD, ma anche per i titoli Battlefield, Titanfall e Star Wars.

Fonte: engadget.com

Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail