Twitter Spaces

Twitter Spaces, un nuovo Clubhouse?

La risposta di Twitter a Clubhouse si chiama Spaces. Ma quanto è diversa dal nuovo social media?
Twitter Spaces, un nuovo Clubhouse? FASTWEB S.p.A.

I social media tendono a seguire sempre le tendenze e a riprodurre le caratteristiche popolari dei loro concorrenti. Un esempio è l’utilizzo delle “Stories” lanciate da Instagram e riprese praticamente da tutti. Se utilizzate Twitter avrete probabilmente notato una novità chiamata Spaces. 

La storia di Twitter Spaces è di fatto molto simile alle già citate Stories. Tutto è iniziato con un nuovo social network chiamato Clubhouse che è diventato rapidamente popolare. Naturalmente, Twitter (e molti altri social network) hanno subito pensato di entrare nel trend, ed è così che è nato Spaces.

Twitter Spaces è la risposta ovvia a quel social network emergente chiamato Clubhouse.

Clubhouse si autodefinisce come il "social network drop-in", una buona descrizione di ciò che fa. Le persone usano Clubhouse per creare chat room di audio dal vivo. Non ci sono video o testo, in queste chat room, rigorosamente solo audio. Se una stanza è pubblica, le persone sono libere di "intervenire" e ascoltare. Non sono costretti ad essere coinvolti attivamente, possono semplicemente essere tra la folla di ascoltatori e basta.

Clubhouse è stato lanciato prima su iPhone ed era solo su invito. Questo, insieme al fatto che alcune celebrità e persone influenti nella scena tecnologica sono salite a bordo, ha creato molto clamore iniziale. Twitter si è accorto rapidamente di questo clamore ed ha iniziato subito a lavorare su Spaces, la sua versione del "social network drop-in".

Twitter Spaces nasce quindi come una risposta a Clubhouse, ma funzionano allo stesso modo? Abbastanza. Proprio come Clubhouse, su Spaces ci sono chat room dal vivo solo audio. Una sorta di programma radiofonico dal vivo a cui chiunque può partecipare.

Ci sono tuttavia alcune cose chiave che rendono Spaces unico. Prima di tutto, una parte importante dell'esperienza è la capacità di "rop-in". Non si sta partecipando ad una riunione in cui la vostra faccia è sullo schermo e in cui ci si aspetta che parliate.

Twitter Spaces è più simile a un evento dal vivo che ad una riunione virtuale. Immaginate di essere all’università e che ci sia una presentazione in corso in ogni aula. Potete scegliere di entrare in qualsiasi aula vogliate, sedervi e ascoltare.

E, proprio come potreste fare tra la folla di un vero evento dal vivo, ci sono alcune "reazioni" a vostra disposizione. Usare l'emoji della mano per chiedere di intervenire o l'emoji "100" se siete molto d’accordo con quello che sta dicendo l'host.

Clubhouse non ha inventato il concetto di un evento virtuale live drop-in, ma ne ha reso popolare la versione solo audio. Twitter Spaces si basa su questo e lo porta a un pubblico molto più ampio.

Come accennato, gran parte di Twitter Spaces è fatta da chi ha effettivamente qualcosa da dire. Non è un free-for-all in cui tutti quelli che si uniscono possono iniziare immediatamente a parlare. Certo, può essere così, ma non è lo scopo di Spaces.

L'impostazione predefinita durante la creazione di uno spazio è "Solo le persone che inviti a parlare". Ciò significa che solo voi, la persona che ha avviato uno spazio, potete decidere chi può parlare. Dovete concedere loro esplicitamente il permesso di farlo. Le altre opzioni per chi può parlare sono "Persone che segui" e "Tutti".

L'host può dare accesso a chi vuole parlare mentre lo spazio è in diretta. Può dare agli ascoltatori anche la possibilità di parlare in qualsiasi momento e gli ascoltatori possono richiedere la parola (sebbene l'ospite possa non concederlo). Gli host possono anche disattivare la voce di uno speaker in qualsiasi momento.

Sebbene Clubhouse abbia un limite di 5.000 persone, non c'è limite al numero di ascoltatori in uno spazio Twitter. Tuttavia, esiste un limite di 11 speaker (incluso l'Host).

Twitter Spaces è attualmente disponibile per gli utenti iPhone, iPad e Android nell'app mobile Twitter. Al momento della scrittura, Spaces non è disponibile sul desktop.

Quando qualcuno che state seguendo aprirà un suo spazio Twitter, vedrete la sua foto del profilo nella barra "Fleet" in alto con un contorno viola. Per partecipare allo spazio, basterà toccarlo e selezionare "Unisciti a questo Space".

Per creare uno spazio, toccate il pulsante mobile "+" nell'angolo in basso a destra e selezionate "Spaces". Se la funzione non è ancora disponibile, il pulsante servirà solo per la composizione dei tweet.

Quindi dovrete assegnare un nome allo spazio e toccare "Avvia il tuo Space".

Una volta che lo spazio è iniziato, potrete attivare o disattivare il microfono, invitare altri e regolare i ruoli di parola, scegliere una reazione e condividere lo spazio sul vostro feed Twitter. Una volta terminato basterà selezionare la scritta “Fine”.

Twitter Spaces è una funzionalità facile da usare per conversare con gli amici e lasciare che il vostro pubblico di Twitter ascolti dal vivo. Nessun video, nessun testo, solo una semplice voce e nessuna pressione per chi non vuole parlare.
 

Fonte: howtogeek.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail