Fastweb

LinkedIn lancia LinkedIn Live, servizio di video in diretta per chi cerca e offre lavoro

Netflix Web & Digital #netflix #video Netflix migliora l'audio adattandolo alla connessione disponibile Netflix, aumentando i bitrate audio, ha incorporato lo streaming audio adattivo per migliorare significativamente la qualità del suono nelle sue trasmissioni
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
LinkedIn lancia LinkedIn Live, servizio di video in diretta per chi cerca e offre lavoro FASTWEB S.p.A.
LinkedIn lancia LinkedIn Live
Social
La versione beta è stata lanciata in questi giorni prima negli Stati Uniti e, per ora, LinkedIn Live sarà solo su invito

LinkedIn - il social network per il mondo del lavoro con quasi 600 milioni di utenti in tutto il mondo - afferma che il video è il formato in più rapida crescita sulla sua piattaforma, insieme agli articoli originali, notizie condivise e altri contenuti. Ora sta facendo il suo prossimo passo sul tema.

Questa settimana, l'azienda sta lanciando una funzione broadcast di video dal vivo, offrendo a persone e organizzazioni la possibilità di trasmettere video in tempo reale a gruppi selezionati o al mondo LinkedIn in generale.

La versione beta è stata lanciata in questi giorni prima negli Stati Uniti, e per ora LinkedIn Live (come viene chiamato il prodotto) sarà solo su invito. Nelle prossime settimane, LinkedIn pubblicherà anche un modulo di contatto per gli altri che vorranno testarlo. Non è chiaro quando e se l'azienda consentirà a tutti di creare video LinkedIn Live, ma se si considera come ha sviluppato le sue funzionalità di pubblicazione per gli articoli, probabilmente sarà una funzionalità che arriverà in futuro.

Il contenuto live iniziale che LinkedIn spera di trasmettere sarà in linea con il tipo di argomento che si può già vedere nel feed di notizie di LinkedIn: il piano è quello di coprire conferenze, annunci di prodotto, Q&A e altri eventi guidati da influencer e mentori, diplomi e cerimonie di premiazione e altro ancora.

E per sottolineare come LinkedIn sia desiderosa di sviluppare questo prodotto - specialmente nella sua prima fase - non come contenuti generici generati dall'utente, ma come flussi di video diversi che si adattano agli interessi, ha selezionato diversi sviluppatori di servizi di streaming live con cui i creativi lavoreranno per creare e pubblicare video live.

Questi includono Wirecast, Switcher Studio, Wowza Media Systems, Socialive e Brandlive, "con altri in arrivo nelle prossime settimane", ha riferito un portavoce di LinkedIn.

Esiste anche un altro partner tecnico per lo sforzo live video di LinkedIn: Microsoft, i cui servizi Azure Media, la sua divisione cloud, stanno fornendo la codifica dei video. Microsoft ha acquisito LinkedIn nel 2016 ma ha sempre mantenuto una certa distanza in termini di sviluppo congiunto dei prodotti, questa quindi è un'eccezione degna di nota. Skype, per inciso, non farà parte di questo progetto.

Rispetto ai suoi concorrenti nella sfera del social networking, LinkedIn è arrivata un po' in ritardo, se si parla di implementazione video.

A differenza di social come Twitter e Facebook, che già anni fa apportarono un maggiore impegno con l'uso di immagini in movimento, LinkedIn, di proprietà di Microsoft, ha introdotto le sue prime funzionalità video native solo nell'estate del 2017.

Ma nei 17 mesi successivi al lancio della funzionalità video, LinkedIn ha visto un grande incremento del traffico e dei ricavi da video (non live) sulla sua piattaforma.

"Il video è il formato in più rapida crescita sulla nostra piattaforma in questo momento, e quello che più probabilmente farà parlare la gente", ha dichiarato Pete Davies, direttore del product management di LinkedIn. Lui e LinkedIn hanno rifiutato di fornire dati specifici in termini di numero di creatori di video o di spettatori, ad eccezione del fatto che "milioni" di membri di LinkedIn potranno utilizzare questa funzione.

Davies ha riferito che la funzione di video live è stata richiesta fortemente dagli utenti - probabilmente perché si è visto il successo di altre piattaforme social come YouTube, Facebook e Twitter.

"Il live è stata la caratteristica più richiesta", ha affermato. Le altre piattaforme social fungono da modello: come con esse, gli utenti possono dare il loro "apprezzamento" (like) al video mentre questo viene trasmesso. Gli spettatori possono fare domande o dare suggerimenti nei commenti in tempo reale e anche gli host possono moderare quei commenti in tempo reale per rimuovere molestie o altri messaggi, ha aggiunto Davies.

Potrebbe esserci un altro motivo, al di là delle richieste degli utenti, per il fatto che LinkedIn stia espandendosi sui video: sta dimostrando di essere un forte motore per l'impegno e la crescita dei ricavi dell'azienda.

Finora, l'unica monetizzazione che LinkedIn ha introdotto nei video è la pubblicità. Sebbene Microsoft non desideri interrompere questa formula, che di fatto apporta entrate considerevoli, l'azienda ha riportato nei suoi ultimi guadagni trimestrali che i ricavi di LinkedIn sono aumentati del 29%, con un riferimento alla crescita del business degli annunci in particolare: "con livelli record di impegno evidenziati dalla crescita delle sessioni di LinkedIn del 30%."

Ciò sembra derivare direttamente dai suoi prodotti video: LinkedIn informa che gli annunci video guadagnano il 30% in più di commenti rispetto agli annunci non video, e che i membri di LinkedIn passano quasi tre volte più tempo a guardare gli annunci video rispetto al tempo trascorso con le foto statiche nei contenuti sponsorizzati.

Con LinkedIn alla ricerca di contenuti unici per LinkedIn Live, si profila una chiara opportunità per Microsoft di esplorare nuovi modi per monetizzare i contenuti, al di là degli annunci. Ad esempio, potrebbe addebitare agli spettatori esperienze uniche come le conferenze o rendere certi eventi Live parte del livello a pagamento per attirare più abbonati premium. Da parte delle emittenti, potrebbe potenzialmente fornire servizi a pagamento per fornire una piattaforma per la trasmissione di determinati contenuti come i rapporti sugli utili basati su video.

LinkedIn non ha voluto commentare i piani di monetizzazione futuri, e per ora non sta nemmeno inserendo annunci video su LinkedIn. "Questo si vedrà in futuro, ma per ora siamo concentrati sullo studio delle varie casistiche", ha detto Peter Roybal, responsabile della gestione dei prodotti video, in un'intervista. "Questo potrebbe anche essere un modo per trovare alcune nuove idee."

12 febbraio 2019

Fonte: techcrunch.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #linkedin #linkedin live #video

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.