Instagram si lancia nell'e-commerce

Instagram, grazie ai tag il social favorirà le vendite online

Arrivano le foto con tag per facilitare gli acquisti sul social numero uno per la condivisione delle immagini
Instagram, grazie ai tag il social favorirà le vendite online FASTWEB S.p.A.

Instagram intende farti acquistare senza dover uscire dall'applicazione. Ecco perché mercoledì 2 novembre 2016 ha deciso di lanciare una nuova funzione e-commerce basata sulla presenza di un tag specifico per ogni prodotto raffigurato nelle immagini. Tra i primi 20 marchi a testare la nuova funzione, al momento disponibile solo per gli utenti iOS negli Stati Uniti, ci sono anche Kate Spade e Jack Threads.

I brand taggheranno dunque i prodotti nelle loro foto, le cui informazioni saranno nascoste dietro il pulsante "Tocca per vedere i prodotti". Dopo aver selezionato il prodotto, gli utenti potranno quindi visualizzare nell'app i dettagli come prezzo, descrizione, foto aggiuntive oltre alla possibilità di procedere con l'acquisto sul web. Questa nuova funzione potrebbe ricordare il servizio Facebook Instant Articles, ma ha in più il valore aggiunto di una maggior velocità e semplicità di consultazione.

Attualmente Instagram ha 500 mila inserzionisti, e ciò significa che dopo quattro anni dall'acquisizione da parte di Facebook (per 1 miliardo di dollari) l'app comincia a portare i primi importanti guadagni. L'acquisto dei prodotti direttamente all'interno di Instagram, come accade con le chatbot di Facebook, non è ancora stato preso in considerazione dall'azienda, ma in un futuro potrebbe mettere in difficoltà competitor come Pinterest, che sta testando l'opzione di acquisto attraverso i Pin.

Instagram aggiungerà anche una funzione "Salva", la quale consentirà di salvare i prodotti più interessanti  per poi poterli visualizzare nuovamente  in seguito. Gli utenti non sono sempre pronti ad acquistare, ecco perché, a differenza degli annunci su Instagram, queste foto permettono di confrontare le diverse opzioni e caratteristiche del prodotto prima di procedere con l'acquisto. Il social network spera di attivare il servizio per più marchi nel corso del tempo, e consentire loro di generare le proprie pagine di prodotto autonomamente anziché attraverso l'invio del materiale al dipartimento Instagram che si occupa dell'upload.

L'app al momento non consente di postare link attivi all'interno dei copy grazie ai tag invece i brand non dovranno più inserire nelle didascalie la call to action per invitare gli utenti a cliccare sul il link nella bio. L'elenco completo dei partner per il lancio della nuova funzione è di circa 20 brand tra i quali spiccano: Abercombie&Fitch, BaubleBar, Coach, Hollister, JackThteads, J.Crew, Kate Spade, Levi's Brand, Lulus, Macy's, Michael Kors, MVMT Watches, Tory Burch, Warby Parker e Shopbop.

Il design di delle immagini non sarà aggressivo, in quanto l'opzione sarà visibile solo se si tocca il tasto "Tag", in modo da non rovinare la bellezza delle immagini. Pertanto la nuova funzione non sarà così invadente come ad esempio il pulsante "Compra" di Facebook  e Twitter. La funzione è stata concepita prendendo esempio dalle celebrity che taggano i prodotti indossati nell'immagine per dare risalto agli sponsor. 

Secondo uno studio effettuato da Instagram, il 60% degli Instagrammers affermano di conoscere i prodotti e servizi grazie all'app, mentre il 75% dichiara di visitare i siti, cercare i prodotti e consigliare acquisti agli amici dopo essere stati influenzati dal post su Instagram. Grazie a questa nuova funzione gli utenti non dovranno più chiudere l'applicazione e aprire il browser per rintracciare il prodotto sul web.

L'azienda ha realizzato dei focus group a Los Angeles e Chicago, dove Quarles ha scoperto che la lamentela principale degli acquirenti su Instagram è: "Voglio saperne di più, ma è molto difficile ricercare i prodotti che voglio acquistare da un'altra app. I dettagli del prodotto sono molto difficili da trovare".

Grazie a questa nuova modalità di vendita su Instagram, i marchi potranno pagare per mostrare le loro foto a più utenti o comprare gli annunci per ottenere più follower, i quali vedranno i loro prodotti nel feed. Era evidente da tempo che Instagram avrebbe intrapreso la strada dell'e-commerce, ma il metodo di esecuzione dimostra l'impegno nel priorizzare una buona esperienza per l'utente, così che la comunità possa continuare a crescere.

2 novembre 2016

Fonte: techcrunch.com
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail