Fastweb

Instagram lancia la sua piattaforma per gli acquisti online

ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Instagram lancia la sua piattaforma per gli acquisti online FASTWEB S.p.A.
Instagram avvia i pagamenti per il commercio
Social
A breve sarÓ possibile acquistare direttamente su Instagram con pochi click

Preparatevi a fare acquisti al 'Gram, perché Instagram ha aggiunto una funzione di pagamento nativa alla sua app per alcuni utenti. La funzione permetterà di registrare una carta di debito o di credito all'interno di un profilo, impostare un pin di sicurezza e quindi iniziare ad acquistare senza mai lasciare Instagram. Non dover usare un sito web separato e non dover inserire le informazioni di pagamento ogni volta, potrebbe rendere Instagram un player molto più grande nel commercio.

Il lettore di TechCrunch Genady Okrain ha rilasciato la funzione di pagamento; chiedendo a Instagram in seguito, un portavoce ha confermato che i pagamenti nativi per la prenotazione di appuntamenti come ristoranti sono disponibili per un numero limitato di partner.

Una delle prime novità è Resy, un'app per prenotare cene e alcune pagine Instagram di suoi clienti, ora offrono la possibilità di questo metodo di pagamento. Instagram ha annunciato che nel prossimo futuro sarà possibile effettuare pagamenti diretti per acquisti come i biglietti del cinema attraverso l'app. Instagram ha annunciato a marzo 2017 che "Avremo la possibilità di prenotare un un servizio direttamente dal loro profilo entro la fine dell'anno", ma non ha mai menzionato i pagamenti nativi.

Arrivata la conferma che le impostazioni di pagamento sono ora visibili e alcuni utenti negli Stati Uniti ce l'hanno già, mentre nel Regno Unito ancora niente. Scorrendo i termini del servizio si vede che i pagamenti su Instagram sono supportato dalle regole sui pagamenti di Facebook.

Con le immagini sempre più curate e la pletora di marchi presente, lo shopping attraverso Instagram potrebbe rivelarsi molto popolare e dare alle aziende un nuovo grande motivo per fare pubblicità sull'app.

Se dovessero riuscire a ottenere tassi di conversione più elevati senza che le persone si intoppino nella procedura di pagamento, i marchi potrebbero preferire spingere le persone ad acquistare tramite Instagram. Facebook ha iniziato ad attivarsi nel commercio nativo già nel 2013, iniziando anche a implementare pagamenti peer-to-peer tramite Messenger. Il pagamento nativo tuttavia è ancora in versione beta chiusa nell'app di chat. Non è ancora chiaro se i pagamenti peer-to-peer possano arrivare su Instagram, ma avere un modo per aggiungere una carta di credito o di debito è un elemento fondamentale per quella caratteristica.

É possibile che l'opzione di pagamento funzioni con "Shoppable Tags" di Instagram, che ha iniziato a testarli per la prima volta nel 2016 per consentire di vedere quali prodotti fossero presenti in un post e sfruttare questo per acquistarli sul sito del brand reindirizzando l'utente. Da quel momento Instagram ha stretto una partnership con le piattaforme storefront BigCommerce e Shopify per mettere in contatto i propri clienti e ampliare la funzione in più paesi a marzo.

Per ora però nessuno dei precedenti partner come Warby Parker o Kate Spade ha permesso di effettuare il check out su Instagram e inviare gli utenti comunque al loro sito.
Uno dei punti focali del fatto che Instagram non permetta di inserire link nel copy delle foto è di mantenere l'utente in un flusso di navigazione uniforme e continuo.

I pagamenti su Instagram potrebbero rendere l'acquisto degli impulsi molto più rapido e questo spingerebbe molte più aziende a salire a bordo.Anche se Instagram non incide direttamente sulle entrate, i brand probabilmente aumenteranno la spesa pubblicitaria per  far vedere i loro post di shoppable più visitati, se i pagamenti nativi significano che molti di loro completano effettivamente gli acquisti.

Instagram non è l'unico ad aver visto questo potenziale, Snapchat infatti ha iniziato a testare i propri pagamenti nativi e la funzione check out da febbraio.

7 maggio 2018

Instagram,acquisti online,app Fonte: techcrunch.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS:

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.