Fastweb

Google+ chiude i battenti il 2 aprile, tutti i dati saranno cancellati

Google Pixel 4 Smartphone & Gadget #google #pixel Google svela il Pixel 4 con un tweet Il render mostra solo il retro del dispositivo ma si può già intuire qualche importante novità
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Google+ chiude i battenti il 2 aprile, tutti i dati saranno cancellati FASTWEB S.p.A.
Google+ chiude i battenti il 2 aprile. Tutti i dati saranno cancellati
Social
Il clone di Facebook firmato Google non è mai davvero decollato e ora sarà definitivamente rimosso dal web

L'ultimo prodotto Google ad avere una precisa data di fine è Google+. Il controverso clone di Facebook di Google si spegnerà ufficialmente il 2 aprile. Google ha di fatto condannato a morte il portale già ad ottobre, dopo che le rivelazioni di una fuga di dati sono state rese pubbliche. Ora abbiamo una data concreta di spegnimento per il servizio.

La pagina di supporto di Google descrive esattamente come funzionerà lo spegnimento di G+ e comunica che non si limiterà a bloccare la pubblicazione di post. L'intero sito verrà rimosso e tutto verrà eliminato. "Il 2 aprile, il tuo account Google+ e le eventuali pagine Google+ che hai creato verranno disattivate e inizieremo a eliminare i contenuti dagli account Google+ degli utenti", si legge nella pagina.

L'intero processo di cancellazione sembra brutale. Non sarà infatti solo l'intero sito di Google+ che verrà rimosso da Internet, ma verranno eliminati anche i commenti generati da Google+ su Blogger e tutti gli altri siti di terze parti. Gli utenti di Google+ hanno tempo fino ad aprile per scaricare e salvare tutto da soli, cosa che possono fare tramite questa pagina: https://support.google.com/plus/answer/1045788.

Google+ è stata la reazione di Google alla crescita esponenziale di Facebook e di altri social network. Nel 2011 Google ha visto Facebook come una minaccia esistenziale. Cosa succede se le persone smettono di cercare e chiedono ai loro amici buoni siti Web e consigli sui prodotti? Oggi sembra ridicolo, ma a quel tempo Google pensava che il social fosse il futuro, e l'allora CEO Larry Page di Google legò tutti i bonus dei dipendenti al successo di Google+. Di conseguenza, chi ci lavorava ha forzato l'inserimento di Google+ su tutti gli altri prodotti Google, indipendentemente dal fatto che fosse utile o meno. Ad un certo punto il servizio è stato descritto come "la nuova versione di Google " da un dirigente. Ora Google deve però rimuovere i "tentacoli" di Google+ da tutti i suoi prodotti.

A causa proprio di tutte le integrazioni in altri prodotti, Google avverte che la chiusura di Google+ non sarà un processo rapido: "Il processo di eliminazione dei contenuti dagli account Google+ dei consumatori, dalle Pagine Google+ e dall'archivio album richiederà alcuni mesi e il contenuto potrebbe rimanere online ancora per un po'." La pagina di supporto di Google riporta: "Ad esempio, gli utenti possono ancora vedere parti del proprio account Google+ tramite il log delle attività e alcuni contenuti di Google+ consumer possono rimanere visibili agli utenti di G Suite fino a quando l'utente Google+ non viene definitivamente eliminato."

Mentre il 2 aprile è la data di dead-drop per i profili, il wind-down di Google+ inizierà presto. A partire dal 4 febbraio non saremo più in grado di creare nuovi profili o community Google+. Google afferma che i siti e le app di terze parti che utilizzano il pulsante di accesso di Google+ smetteranno di funzionare "nelle prossime settimane" e che le terze parti dovrebbero passare alla versione non Google + del pulsante di accesso di Google. I commenti targati Google+ verranno rimossi da Blogger il 4 febbraio e dai siti di terze parti il ??7 marzo.

Google si stava allontanando da Google+ ormai da un po' di tempo e oggi il servizio non è più completamente integrato in Google come in passato. Google Foto e Google Hangouts erano parti di Google+ e ora sono servizi autonomi. A un certo punto Google+ era obbligatorio per i commenti di YouTube, e ora non lo è più. Il servizio è stato inoltre de-integrato da Google Play Store, Gmail e Google Search.

Google+ è un altro prodotto in un elenco di servizi che Google sta pianificando di chiudere presto. Google Inbox, ad esempio, morirà a marzo. Google Hangout inizierà il processo di chiusura a ottobre per gli utenti di G Suite, con un arresto della versione consumer previsto nel 2020. In futuro, probabilmente assisteremo anche alla morte di Google Play Music, che si prevede si fonderà con YouTube Music, ad un certo punto. Sarà un anno difficile, per gli utenti Google.

Aggiornamento: è importante notare che questo arresto riguarda solo per le  informazioni dei privati di Google+. Per i clienti business su G Suite, Google+ rimarrà attivo. La pagina di Google dice "Se sei un cliente di G Suite, Google+ per G Suite dovrebbe rimanere attivo." La società promette anche "un nuovo look e nuove funzionalità presto" per G Suite.

1 febbraio 2019

Fonte: arstechnica.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google+ #social network #google

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.