Fastweb

Gnammo, il social network per mangiare bene e trovare nuovi amici

Router Wi-Fi Internet #wi-fi #internet Cosa fare se non c'è connessione Internet Può capitare, a volte, che la connessione Wi-Fi funzioni e, nonostante ciò, non si riesca a navigare online. Ecco cosa puoi fare
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Gnammo, il social network per mangiare bene e trovare nuovi amici FASTWEB S.p.A.
Una tavolata di un evento organizzato con Gmammo pronta per il servizio
Social
Dopo i programmi culinari, i siti web di ricette e i blog di aspiranti cuochi, arriva il social network per gli amanti della buona forchetta. Si chiama Gnammo e promette grandi cose (oltre che grandi abbuffate)

 

Agli italiani piace mangiare. Non è mai stato un segreto e non è forse un caso che una delle diete più rinomate al mondo – quella mediterranea -  abbia i suoi natali proprio nel Bel Paese. Un amore confermato anche dal successo che trasmissioni come MasterChef, siti web come Giallo Zafferano e la repentina esplosione di foodblog. All’appello non poteva, dunque, mancare un social network interamente dedicato al buon cibo e alle abbuffate tra amici. Si chiama Gnammo, è completamente made in Italy (sia nell’ideazione che nella realizzazione) e permette di fare nuove amicizie seduti di fronte a un buon piatto di pasta.

 

 

Gnammo nasce dalla fusione di due startup italiane e nel giro di pochi mesi (il sito web ha aperto i battenti nel luglio dello scorso anno) conta già diverse migliaia di iscritti. Ma chi si aspetta il “solito” social network rimarrà deluso. Almeno in un primo momento. Gnammo è l’evoluzione tecnologica del social eating e dell’home restaurant, ovvero cuochi amatoriali che allargano le consuete cene con gli amici anche a sconosciuti in cambio di un piccolo contributo per le spese sostenute.

 

Piatti preparati dai cuochi Gnammers pronti ad essere divorati

 

Ma il social network culinario made in Italy è questo e molto di più, perché unisce la parte social di Internet con quellapiù familiare dell’esperienza dell’home restaurant. Con Gnammo si fanno nuove amicizie e si conoscono persone con le quali condividere esperienze e gusti gastronomici. Ed è l’occasione, se si ha successo nelle vesti di cuoco amatoriale, di mettere su un micro-business e di guadagnare qualche euro in più.

 

Uno dei primi eventi by Gnammo

 

La piattaforma social ha un funzionamento piuttosto elementare. Gli iscritti di Gnammo si dividono in due categorie, ma non esistono ruoli fissi e i confini tra l’una e l’altra sono piuttosto indefiniti: da un lato, ci sono i cuochi, dall’altro, gli Gnammers.

 

Due cuoche Gnammer all'opera

 

I primi, naturalmente, mettono a frutto le loro capacità tra i fornelli e si occupano di organizzare la cena, scegliendo location, arredamento e menù. I secondi, invece, sfruttano le abilità delle loro mascelle, delle loro papille gustative e del loro intuito e scelgono uno tra i tanti eventi a disposizione. Et voilà, les jeux son fait. Bon apetit.

 

24 marzo 2013

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #internet #web #rete #masterchef #giallo zafferano #foodblogger #social network #gnammo #social eating network

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.