Giorno della Memoria, ecco i post sui social network

Giorno della Memoria, ecco i post sui social network per non dimenticare

Il 27 gennaio 1945 i soldati russi entravano per la prima volta nel campo di concentramento di Auschwitz svelando al mondo gli orrori dello sterminio sistematico del popolo ebraico
Giorno della Memoria, ecco i post sui social network per non dimenticare FASTWEB S.p.A.

Oggi il mondo celebra il Giorno della Memoria. Una data simbolica per ricordare quando il 27 gennaio 1945 l'esercito sovietico entrò per la prima volta nel campo di concentramento di Auschwitz, scoprendo così l'orrore della Shoah. Ecco allora che sui social network, da Twitter sino a Facebook, gli utenti hanno voluto celebrare questa giornata anche grazie all'hashtag #giornatadellamemoria.

Personaggi dello spettacolo e persone comuni hanno pubblicato sulle loro bacheche messaggi e immagini legate alla tragedia dell'olocausto che ha colpito il popolo ebraico durante la seconda guerra mondiale e perpetrato dalla follia totalitarista nazista.

Noemi, coach del talent The Voice of Italy dal 2013 al 2015, ha citato su Twitter Primo Levi che proprio ad Auschwitz ha conosciuto momenti tragici poi raccontati nel romanzo autobiografico Se questo è un uomo.

 

Su Facebook, invece, il cantautore e violinista Angelo Branduardi ha postato una foto molto significativa. Si tratta della bambina con il cappotto rosso leitmotiv del film di Steven Spielberg Schindler's List - La lista di Schindler. Subito sotto una citazione tratta da Judenrein di Sandra Bianco.

Doppio tweet per la ONG/Onlus Emergency che ha voluto ricordare come le sofferenze del passato in realtà si possano ripresentare anche ai giorni nostri.

Luigi Datome, cestista del Fenerbahçe e della Nazionale italiana di Basket, ha voluto pubblicare una semplice foto dove il filo spinato, elemento tipico dei campi di sterminio, si dissolve in un liberatorio volo di uccelli.

Significativa anche la foto pubblicata da un utente sul microblog. Nella lapide si ricorda al genere umano l'importanza di preservare la dignità a tutte le persone senza distinzione di ogni sorta. 

27 gennaio 2016

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail