Fastweb

Facebook acquista una startup che costruisce bracciali di monitoraggio neurale

rete 5g Web & Digital #5g. blockchain #intelligenza artificiale Principali trend tecnologici per il 2020 Dalla rete 5G all'intelligenza artificiale, fino ad arrivare alla realtà estesa e alla blockchain, ecco le sette tecnologie che diventeranno sempre più importanti nel 2020
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Facebook acquista una startup che costruisce bracciali di monitoraggio neurale FASTWEB S.p.A.
Facebook
Social
L'azienda di Menlo Park acquisisce la CTRL-Lab per un progetto basato sulla realtà aumentata e virtuale

Facebook sta acquistando CTRL-Lab, una startup con sede a New York che costruisce una fascia da braccio che traduce il movimento e gli impulsi neurali di chi lo indossa in segnali di input digitali, secondo quanto rivelato da un portavoce della compagnia a TechCrunch.

CTRL-Lab avrebbe raccolto tra i 500 milioni e il miliardo di dollari, secondo quanto riferito da Bloomberg. Gli investitori della startup includono GV, Lux Capital, Alexa Fund di Amazon, Spark Capital e Founders Fund, Matrix Partners, Breyer Capital, tra gli altri. Facebook non ha rivelato quanto avrebbe pagato per l'avvio.

L'acquisizione, che non è ancora chiusa, porterà l'avvio nella divisione Facebook Reality Labs dell'azienda. Il CEO e cofondatore dei CTRL-Lab Thomas Reardon, un veterano della tecnologia i cui riconoscimenti includono la fondazione del team di Microsoft che ha creato Internet Explorer, si unirà a Facebook, mentre i dipendenti dei CTRL-Lab avranno la possibilità di fare lo stesso.

Facebook ha parlato molto del lavoro su un dispositivo di input del cervello non invasivo che può rendere possibili cose come l'inserimento di testo semplicemente pensando. Finora, la maggior parte dei progressi dell'azienda su quel progetto sembra assumere la forma di ricerche universitarie. Con questa acquisizione, la società sembra lavorare più da vicino con la tecnologia che un giorno potrebbe essere prodotta.

"Sappiamo che esistono modi più naturali e intuitivi per interagire con dispositivi e tecnologia, e noi vogliamo costruirli", ha scritto in un post il vicepresidente AR / VR di Facebook Andrew Bosworth, annunciando l'accordo. "È per questo che abbiamo deciso di acquisire la CTRL-Lab. Si uniranno al nostro team di Facebook Reality Labs dove speriamo di sviluppare questo tipo di tecnologia, su larga scala, e di introdurlo rapidamente nei prodotti di consumo."

La tecnologia dei laboratori CTRL-Lab non si concentra sull'immissione di testo tanto quanto sui movimenti muscolari e specificamente sui movimenti delle mani. I progressi della startup sono stati recentemente espressi in un kit di sviluppo che ha accoppiato più tipi di sensori per determinare con precisione la posizione della mano di chi lo indossa. Il dispositivo da polso ha offerto agli sviluppatori un'alternativa alle soluzioni di localizzazione manuale basate su videocamera o guanti. La società ha già parlato dell'input AR e VR come un chiaro caso d'uso per il kit. Facebook non ha fornito dettagli su cosa significhi questa acquisizione per gli sviluppatori che attualmente utilizzano il kit CTRL-Lab.

Questa acquisizione porta anche su Facebook i brevetti della fascia da braccio di North (ex Thalmic Labs). I laboratori CTRL-Lab hanno acquistato i brevetti relativi al braccio Myo della startup all'inizio di quest'anno per una somma non divulgata. Esistono molte sovrapposizioni tra le tecnologie che Oculus sta costruendo per i prodotti di realtà virtuale di Facebook, come Quest e Rift S, ma la tecnologia di CTRL-Labs può aiutare l'azienda a costruire dispositivi di input meno ingombranti, meno appariscenti e più robusti.

"Ci sono alcuni vantaggi fondamentali rispetto a qualsiasi tecnologia basata su videocamera, tra cui Leap Motion o Kinect, in quanto percepiamo direttamente sul corpo il segnale che passa dal cervello alla mano", ha dichiarato capo di CTRL-Lab, Adam Berenzweig, in un'intervista alla fine dell'anno scorso. "Non ci sono problemi di occlusione o problemi del campo visivo: non importa dove siano le mani, che si tratti di un guanto o di una tuta spaziale."

Facebook terrà la sua conferenza degli sviluppatori Oculus Connect 6 alla fine di questa settimana, e l'azienda fornirà aggiornamenti sui suoi sforzi nel campo della realtà aumentata e della realtà virtuale.

25 settembre 2019

Fonte: techcrunch.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #facebook #realtà virtuale #realtà aumentata

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.