Il social network dei cinguettii  infestato di follower falsi

Follower falsi, come trovare i bot su Twitter

Il mercato dei falsi follower su Twitter genera ogni anno un giro d’affari di svariati milioni di dollari. Ecco come trovare i bot che intasano il social network cinguettante
Follower falsi, come trovare i bot su Twitter FASTWEB S.p.A.

 

Il caso esplose in tutta la sua dirompenza un anno fa. Anche in Italia. Decine e decine di personaggi famosi (personaggi dello spettacolo come Beppe Grillo e Justin Bieber, politici come Obama, Romney, Bersani e Renzi, sportivi come Valentino Rossi, LeBron James ecc.) contavano tra le fila del loro account Twitter centinaia (in alcuni casi migliaia) di follower falsi, molti dei quali – pare – acquistati da agenzie specializzate. La ricerca che evidenziò questo malcostume scoperchiò il proverbiale vaso di Pandora, anche se con risultati controversi.

Il mercato dei bot (non dei Buoni Ordinari del Tesoro, ma dei software che generano e controllano decine e decine di false identità virtuali) è ancora floridissimo e, secondo i due ricercatori italiani Andrea Stroppa e Carlo De Micheli, ha un valore che si aggira tra i 40 e i 360 milioni di dollari annui. Sempre secondo i due ricercatori, sarebbero ben 20 milioni gli account gestiti tramite bot. Sorge spontanea, a questo punto, una domanda: come trovare i fake follower e distinguerli da quelli in carne e ossa?

Ci sono vari metodi, dai più avanzati a quelli più old style. La prima mossa consiste nel verificare l’attività degli account più sospetti. Solitamente i follower falsi non hanno una foto del profilo o comunque ne hanno una molto generica, dalla quale difficilmente li si può individuare con certezza. A questo si affianca l’assenza della descrizione personale, fatto alquanto inusuale per un account corrispondente a una persona in carne e ossa. Ma il fake follower si riconosce anche per il numero e il tipo di tweet che invia. I cinguettii inviati dal bot, infatti, sono solitamente molto “standard”, poco fantasiosi e auto-promozionali o a scopo pubblicitario. E soprattutto sono tantissimi. Altro campanello di allarme sta nel numero di follower e following. Mentre questi ultimi sono tantissimi, i primi sono pochi o addirittura pochissimi.

Se poi si vuole avere una verifica “incrociata” sul numero di follower falsi che “infestano” il proprio profilo o il profilo di una star, si può utilizzare una delle tante risorse che la rete mette a disposizione. FakeFollowers, Twitter Audits e Status People sono tre servizi molto simili tra loro che ci permettono di trovare i bot su Twitter. Basta iscriversi, inserire il nome profilo che si vuole controllare e, nel giro di qualche istante, avremo a disposizione l’analisi completa dell’account, con percentuale dei follower falsi, di quelli inattivi e di quelli “genuini”.

 

30 aprile 2013

Copyright CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail