Lenses di Snapchat

Come Snapchat cambierà il mondo della musica

La piattaforma di messaggistica a tempo di Evan Spiegel si sta affaccendo con sempre più insistenza nel mondo musicale. Scopriamo come e perché
Come Snapchat cambierà il mondo della musica FASTWEB S.p.A.

Fresca della recente richiesta per la quotazione in Borsa sul listino principale di Wall Street, Snapchat si prepara a vivere l'ennesima rivoluzione. Nata – più o meno – come app per il sexting e divenuta nel tempo una piattaforma di comunicazione basata su immagini a tempo (si tratta, però, di una descrizione breve e per alcuni versi riduttiva), oggi la creatura di Evan Spiegel prova nuovamente a reinventarsi. E lo fa al ritmo delle note di Ed Sheeran, cantautore britannico molto famoso anche in Italia.

Seguendo un po' le volontà del suo fondatore, che nel 2014 aveva addirittura provato ad acquistare una casa di produzione musicale, Snapchat sembra volersi imporre nel settore della musica. Come? Sfruttando la sua grande popolarità tra adolescenti e young adult (è il social network con il maggior tasso di crescita in queste fasce demografiche) per "lanciare" nuovi canzoni (come nel caso di Ed Sheeran) o addirittura giovani artisti di talento.

Certo, si è appena all'inizio di un percorso che si prefigura piuttosto lungo, ma la strada di Snapchat nel mondo della musica sembra essere in discesa. Capire il perché non è affatto complicato: la piattaforma di messaggistica a tempo può contare su oltre 300 milioni di utenti attivi (dato in costante crescita), la gran parte dei quali tra i 13 e i 35 anni di età. Una fascia demografica particolarmente appetita e appetibile dalle major musicale. A questo si sommano le varie funzionalità che rendono Snapchat una sorta di "macchina social da musica".

 

Snapchat Lenses

 

La piattaforma musicale del futuro?

A differenza degli altri social e piattaforme di messaggistica istantanea, in lotta perenne con i problemi legati alla pirateria musicale, Snapchat offre possibilità di interazione sinora rimaste inesplorate. Forte della sua immediatezza e della sua capacità di "calamitare" i più giovani allo schermo, la piattaforma di messaggistica di Evan Spiegel può sperimentare nuove modalità di riproduzione di musica online. La visualizzazione dei video musicali nelle Snapchat Stories – tanto per fare un esempio – è solo uno dei possibili scenari che si possono esplorare. E, probabilmente, anche il più "banale".

In questa prima fase sperimentale, ad esempio, Snapchat sta utilizzando alcune tracce (pochissime note, ovviamente) come musica di sottofondo per le sue Lenses (i filtri che consentono di applicare animazioni cartoonizzate sul nostro viso). Un modo per rendere ancora più interattiva l'esperienza degli utenti e per permettere, agli artisti, di far conoscere i loro nuovi lavori a un pubblico sempre più ampio.

Fucina di talenti

 

 

L'obiettivo di Evan Spiegel, come testimoniato dalla già citata intenzione di acquistare una casa di produzione musicale, è quello di fornire a giovani e talentuosi cantanti o cantautori una piattaforma in grado di mettere in evidenza la loro bravura e farli conoscere al grande pubblico. Una volontà già espressa in più occasioni sia a parole sia con i fatti. Il lancio degli Spectacles, occhiali a realtà aumentata presentati da Snapchat a settembre 2016, è stato accompagnato dalla musica dei Tame Impala (The less I know the better, nello specifico la canzone scelta); mentre le Snapchat Stories sono state presentate sulle note della musica di Goldroom. Insomma, il connubio tra i prodotti di casa Spiegel e la musica è apparentemente indissolubile e sembra essere destinato a rafforzarsi ulteriormente.

Musica a 360 gradi

 

 

Come detto, Snapchat non si limiterà solamente a riprodurre video musicali come qualunque altra piattaforma potrebbe fare. L'obiettivo è, letteralmente, quello di far vivere agli utenti la loro musica preferita. Come? Grazie agli Spectacles, ovviamente. Gli occhiali a realtà mista di Snapchat aprono infatti orizzonti nuovi e, fino a questo momento, insperati e impensabili. Non appena un artista – cantante o band fa poca differenza – rilascerà sulla piattaforma di messaggistica a tempo un nuovo filmato, agli utenti sarà sufficiente indossare gli Spectacles per ritrovarsi sul palco (o in sala prove) fianco a fianco con il suo cantante o musicista preferito. Insomma, un'esperienza completamente nuova, capace di rendere interattiva, multimediale e tridimensionale la fruizione della musica.

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail