tiktok

TikTok svela l'algoritmo: ecco come funziona

TikTok ha rivelato il funzionamento del suo prezioso algoritmo, che mantiene in contatto milioni di utenti in tutto il mondo con i loro video divertenti e virali
TikTok svela l'algoritmo: ecco come funziona FASTWEB S.p.A.

TikTok in appena due anni è diventata una delle app più popolari e si è imposta come social network dei brevi video divertenti, soprattutto tra i più giovani. A consentirle di raggiungere questi risultati è stato il suo algoritmo, il cuore dell'app che organizza il flusso dei video nei feed degli utenti e sceglie cosa mostrare. Dopo i recenti timori per la sicurezza e la gestione della privacy degli iscritti, la società ha messo in atto un'operazione di trasparenza, soprattutto ora che si prepara a vendere l'attività almeno negli Stati Uniti, per evitare il bando governativo.

Michael Beckerman, vicepresidente di TikTok e responsabile delle politiche pubbliche negli Stati Uniti, ha dichiarato in una recente intervista: "Siamo una società che ha 2 anni e opera con le aspettative di un'azienda di 10 anni. Non abbiamo avuto l'opportunità di crescere negli anni d'oro di Internet, quando le aziende tecnologiche non potevano sbagliare. Siamo cresciuti nell'era del techlash, dove lo scetticismo nei confronti delle piattaforme è alto, sia per come moderano i contenuti che sul funzionamento dei loro algoritmi".

Per questo motivo, i dirigenti di TikTok hanno deciso di svelare i segreti del proprio algoritmo ai giornalisti in un tour virtuale. Un'occasione per sottolineare i sistemi di sicurezza in atto e il trattamento dei dati sensibili degli utenti da parte della popolare app della società ByteDance. Ecco cosa è stato rivelato.

Algoritmo di TikTok, come funziona

tiktok algoritmoIl funzionamento dell'algoritmo di TikTok si basa sul machine learning: l'app impara dalle abitudini dell'utente e gli propone contenuti simili a quelli guardati, tenendo conto anche dei Like messi, gli account seguiti e delle interazioni esplicite, come ad esempio la condivisione dei video su altre piattaforme da WhatsApp a Snapchat.

La prima volta che si apre l'app verranno mostrati all'utente 8 video tra i più popolari del momento di vari argomenti, musica o tendenze. A seconda del contenuto con cui l'utente interagisce, l'algoritmo di TikTok continuerà a offrire nuove iterazioni di 8 video per imparare a riconoscerne i gusti.

Dopo le prime interazioni, inizierà l'analisi di tutte le informazioni a disposizione. L'algoritmo terrà conto dei dati del video, anche dei dettagli come didascalia, hashtag e suoni. Inoltre, valuterà il dispositivo utilizzato dall'utente e le impostazioni dell'account, che indicano la preferenza della lingua e del Paese, raccogliendo così abbastanza dati da poter iniziare a mappare i gusti e scegliere i contenuti da suggerire e che potranno essere apprezzati dall'utente.

L'obiettivo dell'algoritmo di TikTok è quello di evitare di annoiare l'utente proponendo contenuti che potrebbero essere di interesse, ma mai ridondanti. Ad esempio, limitando i video con audio e testi simili e non mostrando mai di seguito due clip dello stesso creatore. Proprio qui si trova una delle principali differenze di TikTok rispetto alle altre app: la probabilità di suggerire un video di un creatore sconosciuto è la stessa di visualizzare quella del TikToker più famoso del momento.

Infine, l'algoritmo tiene conto anche dei video che vengono visualizzati fino alla fine, rispetto a quelli guardati solo in parte o scartati. Il peso degli hashtag è poi molto importante, come per gli altri social network tra cui Instagram. TikTok ne tiene conto per la creazione del feed dell'utente, ma se l'hashtag diventa troppo popolare verrà considerato "spam".

TikTok, i limiti dell'algoritmo

tiktok algoritmoI risultati ottenuti negli ultimi due anni dall'app che è diventata una delle più scaricate e utilizzate in tutto il mondo ne mettono in evidenza le potenzialità, ma anche per l'algoritmo di TikTok ci sono dei limiti. Il primo riguarda proprio la capacità dell'algoritmo di machine learning di mostrare agli utenti un feed basato sulle preferenze, rischiando di generare delle bolle di filtro che potrebbero rendere il feed "noiosi". Mostrando video simili, si rischia che le preferenze esistenti degli utenti vengano rinforzate proponendo sempre gli stessi contenuti, piuttosto che offrirne di nuovi e allargarne gli orizzonti.

Proprio per evitare che le bolle di filtro rendano monotono il feed personalizzato, TikTok sta studiando un modo per determinare il momento in cui interromperle, inserendo tra i suggerimenti nuovi contenuti. Inoltre, la creazione di bolle di filtro potrebbe rafforzare fake news e teorie del complotto, promuovendo così la disinformazione. Una situazione che gli sviluppatori dell'app stanno cercando di risolvere.

TikTok, sicurezza e privacy

tiktok algoritmoC'è poi la questione privacy e sicurezza, per cui TikTok negli ultimi mesi è finito nel mirino di diversi governi. Il timore è che il codice dell'algoritmo possa essere utilizzato dal governo cinese per spiare gli utenti nei diversi Paesi nel mondo. Le accuse nei confronti dell'app hanno portato prima al bando in India e poi al rischio di un ban negli Stati Uniti, che sarebbe in via di risoluzione con la vendita di TikTok a un'azienda statunitense che possa valutare quali e quanti dati vengono raccolti.

Timori che Roland Cloutier, chief security officer di TikTok, ha tentato di tranquillizzare annunciando l'assunzione di oltre 100 esperti di dati, sicurezza e privacy negli Stati Uniti entro la fine dell'anno. La società si è impegnata a costruire un centro di monitoraggio a Washington D.C. per intervenire tempestivamente su eventuali incidenti che mettano a rischio la sicurezza e la privacy degli utenti sul suolo USA e punta a stabilirsi nella Silicon Valley. Un'operazione per riabilitare la reputazione di TikTok puntando sulla trasparenza dell'app: dal disvelamento del suo algoritmo, la vera essenza del suo successo, all'utilizzo e gestione della sicurezza e dei dati sensibili di tutti gli utenti di cui è in possesso.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail