Fastweb

Come controllare la privacy personale su Facebook

Instagram Social #instagram #privacy Instagram, esposti i dati privati di milioni di influencer Un database aperto ha messo a disposizione di tutti milioni di dati privati di brand ed influencer su Instagram
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come controllare la privacy personale su Facebook FASTWEB S.p.A.
Facebook
Social
Il social network di Mark Zuckerberg mette a disposizione di tutti gli utenti degli strumenti per controllare i dati personali. Ecco i più utili

Con le ultime modifiche apportate alla “Normativa sui dati” e ai “Terimni e condizioni di utilizzo” della piattaforma, Facebook ha introdotto nuovi strumenti di controllo e gestione della privacy. Gli utenti dovrebbero poter avere un maggior controllo sui loro dati e informazioni personali e conoscere, in maniera chiara e dettagliata, come saranno utilizzate i dati di navigazione e le altre informazioni “prodotte” nel corso delle visite alla rete sociale di Mark Zuckerberg.

L'utente Facebook potrà controllare e personalizzare le informazioni visualizzabili dagli altri iscritti alla piattaforma, gestire le modalità di interazione con gli altri iscritti alla piattaforma sociale (e il modo con cui queste interazioni influenzano i contenuti visualizzati); personalizzare e filtrare le informazioni da mostrare nella propria timeline. Agendo su queste impostazioni, l'utente Facebook avrà la possibilità di decidere cosa vedere e cosa non vedere, sia per quanto riguarda i post degli altri utenti, sia per ciò che riguarda le inserzioni pubblicitarie.

Come proteggere la propria privacy

Agendo su alcune particolari impostazioni di Facebook, l'utente potrà decidere quali informazioni mostrare a tutti gli iscritti della piattaforma sociale, quali informazioni saranno accessibili solo agli amici e quali, invece, a una lista (o più liste) selezionata di amici.

  • Post. Prima di pubblicare un post sul proprio profilo – sia esso un testo, un'immagine o un video – si può decidere a priori chi potrà vederlo e chi no. Prima di cliccare sul pulsante pubblica, si potrà scegliere il livello di privacy cliccando sul pulsante a sinistra, con su scritto “Amici” (o “Pubblico”, a seconda delle impostazioni di default). Si aprirà un menu a tendina dal quale scegliere il gruppo di utenti che potrà vederlo: se “Pubblico” tutti gli iscritti alla piattaforma sociale; se “Amici” solo quelli presenti nella propria lista amici; cliccando, invece, su “Altre opzioni” si potrà scegliere una lista (un sottoinsieme degli amici) cui farlo vedere. Nel caso in cui ci si accorgesse di aver sbagliato, si può sempre cancellare il post di Facebook e ricominciare da capo

 

Visualizzazione post

 

  • Profilo. Nel caso in cui si fosse fan sfegatati delle Liste Amici e si volesse controllare che le impostazioni di privacy scelte siano effettive, si potrà utilizzare una comodissima funzionalità di Facebook: la “Visualizza come...”. Grazie a questo strumento, si potrà accedere al proprio profilo come se si fosse un amico, un conoscente o un perfetto sconosciuto e verificare che fili per il verso giusto. Sarà sufficiente accedere al proprio profilo, cliccare sui tre puntini in orizzontale nell'angolo in basso a destra della foto di copertina e scegliere la voce “Visualizza come...”: si accederà a una “sessione di prova” all'interno della quale sperimentare i vari livelli di privacy scelti per i propri amici e gli altri utenti Facebook

 

Visualizza come...

 

  • Lista amici. La protezione della propria privacy passa anche attraverso la protezione della privacy dei propri amici. Per questo potrebbe essere importante rendere inaccessibile (o accessibile solo a chi è già amico) la propria lista Amici. Per modificare le impostazioni si dovrà accedere al proprio profilo, accedere alla lista amici cliccando sulla tabAmici” e, da lì, cliccare sull'icona a forma di matita in alto a destra. Nel piccolo menu a scomparsa che apparirà scegliere la voce “Modifica privacy” e il gioco è fatto

 

Lista amici

 

  • Tag. Al di là dei post, gran parte dell'attività di un utente su Facebook si concretizza in Like, commenti e tag. Questi tre elementi, dunque, possono dire molto su cosa facciamo, cosa ci piace, cosa non ci piace e dove ci troviamo: modificando alcune impostazioni, sarà possibile limitare il numero di persone che possono visualizzarli e alzare il livello di privacy. Per far sì che solo alcuni post o foto in cui si è taggati compaiano nel proprio Diario, si dovrà accedere alle “Impostazioni profilo”, scegliere la voce “Diario e aggiunta Tag” e modificare le impostazioni predefinite della sezione “Come faccio a gestire i tag aggiunti dalle persone e i suggerimenti di tag?”: potrai decidere chi viene aggiunto al pubblico dei destinatari del post e scegliere se visionare in anteprima i tag e autorizzarli a comparire pubblicamente nel Diario.

Cosa vedo io

La bacheca di ogni utente Facebook è differente da tutte le altre Bacheche perché i post e le informazioni visualizzate sono selezionate in base all'attività di ogni singolo utente. La lista degli amici, le pagine visualizzate, i Like e i commenti “guidano” Facebook nella scelta di cosa possa interessare e cosa invece non interessi e, di conseguenza, nella scelta delle notizie e dei post da visualizzare.

Aggiungendo alcuni contatti alla lista degli “Amici più stretti”, ad esempio, si avrà la certezza di visualizzare tutti i loro post e, in alcuni casi, ricevere una notifica ogni volta che pubblicheranno un aggiornamento su Facebook. Lo stesso meccanismo si attiva quando si cliccherà sul pulsante “Mi piace” di una pagina riguardante un brand, un personaggio pubblico, un luogo, un film e così via.

Facebook, infine, potrebbe utilizzare le informazioni dei singoli utenti per creare informazioni pubblicitarie mirate e mostrarle solo a determinate tipologie di utenti appartenenti a fasce commerciali e pubblicitarie ben delineate. Nel caso in cui si volesse evitare che le proprie informazioni siano utilizzate per questi scopi si può accedere alla sezione “Inserzioni” delle “Impostazioni Profilo” e modificare le varie opzioni a disposizione in modo da elevare il livello di privacy.

Tracking pubblicitario

Le inserzioni pubblicitarie visualizzabili in Facebook mettono, in qualche modo, a repentaglio la privacy degli iscritti alla rete sociale di Mark Zuckerberg anche in altro modo. L'ultimo aggiornamento delle impostazioni della privacy ha modificato – anche piuttosto radicalmente – le condizioni di utilizzo dei dati degli utenti a scopo pubblicitario. Grazie alle nuove impostazioni, Facebook è autorizzata a raccogliere informazioni sulle attività che l'internauta compie online anche al di fuori della piattaforma social e utilizzarle per realizzare campagne di advertising cucite su misura per ogni utente. Così, oltre a utilizzare i dati in arrivo dai Like, dai Commenti e dalle Condivisioni, la società di Menlo Park potrà realizzare pubblicità traccianti con dati al di fuori della sua “giurisdizione”.

 

Impostazioni pubblicità Facebook

 

Per capire meglio cosa si tratta è conveniente andare direttamente “alla fonte” e leggere dalle pagine di Facebook. Sarà sufficiente accedere alle Impostazioni (cliccare sull'icona a forma di triangolo rovesciato in alto a destra e scegliere la voce dal menu a discesa) e successivamente Inserzioni. La terza voce (“Inserzioni in base a come usi siti Web o applicazioni al di fuori di Facebook”) è quella che interessa in questo caso. Tra le righe si legge: “Ad esempio, potresti visitare il sito Web di un'azienda che usa i cookie per registrare le visite. L'azienda chiede quindi a Facebook di mostrare la sua inserzione alle persone che hanno visitato il sito Web: potresti vedere le inserzioni sia su Facebook che fuori dal sito. Si tratta della cosiddetta pubblicità basata sugli interessi”. O anche, pubblicità tracciante.

 

Your choice online

 

La procedura per disattivare il tracciamento di Facebook anche al di fuori della piattaforma social è un po' più complessa del solito. Ci si dovrà connettere al portale European digital advertising alliance, scegliere il Paese da cui si naviga, cliccare sul bottone “Le tue scelte” e attendere il caricamento del portale. Una volta terminata l'operazione, si avrà accesso alla lista di alcuni dei provider che lavorano con i gestori dei siti web per raccogliere e utilizzare informazioni utili alla fruizione della pubblicità comportamentale. Da qui scorrere la lista sino a incontrare la voce relativa a Facebook e selezionare la voce “Off”. Volendo, è possibile eseguire la disattivazione anche da smartphone o tablet. Come specificato anche da Facebook, basterà eseguire la procedura una sola volta e da un solo dispositivo: sia che si disattivi il tracciamento da smartphone o da computer, la scelta sarà applicata a qualunque altro dispositivo si utilizza per collegarsi al proprio account social.

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #facebook #privacy #sicurezza informatica #guida

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.