Fastweb

WT2 Plus, gli auricolari che traducono da 36 lingue e 85 accenti diversi

Google Translatotron Web & Digital #google #traduttore Translatotron, Google sperimenta la traduzione senza testo scritto Il nuovo servizio Translatotron di Google converte una lingua parlata in un'altra, e non in versione testuale
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
WT2 Plus, gli auricolari che traducono da 36 lingue e 85 accenti diversi FASTWEB S.p.A.
Timekettle WT2 Plus
Smartphone & Gadget
Timekettle presenta i nuovi auricolari WT2 Plus, il futuro della traduzione simultanea

Il pesce Babel del magnifico libro di Douglas Adams "Guida Galattica per Autostoppisti" è uno di quei concetti che si fissano nella mente. Nel libro, si parla di questo piccolo pesciolino giallo che, se infilato in un orecchio, dona la straordinaria abilità di tradurre istantaneamente qualsiasi tipo di lingua, a prescindere dal punto della galassia in cui ci si trovi o dal tipo di creatura con cui stiamo parlando. Con un pesce Babel nell'orecchio, continua la storia, puoi capire chiunque completamente. Si potrebbe pensare che questa sia una cosa meravigliosa per l'armonia universale, ma Adams afferma che "rimuovere efficacemente tutte le barriere alla comunicazione tra razze e culture diverse, potrebbe causare guerre molto più sanguinose di qualsiasi altra cosa nella storia della creazione".

L'umanità ha cercato a lungo, un suo pesce Babel per la vita reale, sotto forma di tecnologia di traduzione simultanea, e l'ascesa del deep learning negli ultimi anni ha visto la traduzione automatica svilupparsi e fare passi da gigante. Di recente, abbiamo assistito alla presentazione di un paio di eleganti dispositivi di traduzione portatili, gli auricolari WT2 Plus. Si tratta dei primi dispositivi che si posizionano comodamente proprio lì nell'orecchio, come un pesce Babel, e che in tempo reale forniscono una traduzione simultanea alle conversazioni, senza la necessità di premere i pulsanti.

Dall'affascinante società cinese Timekettle, i WT2 Plus sono una coppia di auricolari progettati per essere utilizzati da due persone diverse. Uno nel vostro orecchio e l'altro al vostro interlocutore. Ciò accoppia i microfoni che riducono il rumore e la forma del raggio ad entrambe le bocche, il che aiuta a isolare chi di voi sta parlando. Inoltre, grazie a questo sistema, non sarà necessario smettere di parlare mentre i WT2 stanno eseguendo le loro traduzioni nell'orecchio dell'altra persona.

Il set WT2 ha tre modalità. C'è la modalità Touch, in cui ognuno a turno tocca un pulsante sull'auricolare per dirgli chi sta parlando. C'è la modalità Altoparlante, in cui si usa un auricolare mentre l'interlocutore parla semplicemente con il vostro smartphone - utile per le conferenze, ad esempio. E c'è la modalità "Simul", in cui si tenta di avere una conversazione il più normale possibile, e gli auricolari si affrettano per cercare di tenere il passo.

È necessario collegare questi auricolari allo smartphone per poterle utilizzare e lo schermo del telefono risulterà essere utile. Ormai conosciamo tutti i servizi di traduzione online; possono essere incostanti, sia nel modo in cui hanno ascoltato sia nel modo in cui scelgono di tradurre. Quindi è sempre molto utile avere lo schermo a disposizione, mentre si chiacchiera, almeno per controllare cosa la macchina pensa di aver ascoltato prima della traduzione. Onde evitare spiacevoli fraintendimenti.

Il software WT2 attualmente supporta 36 lingue diverse, ma ancora più interessante può anche essere impostato per tenere conto di circa 84 accenti diversi. Esistono 14 accenti diversi solo per l'inglese, dall'Irlanda a Singapore alla Nigeria, ad esempio e quasi 20 versioni di spagnolo, che copre dalla stessa Spagna a un assortimento di paesi del Centro e del Sud America.

Nei test, il sistema WT2 Plus è stato strabiliante. La conversazione in modalità Simul è un passo in avanti, rispetto a quella che dipende dalla pressione dei pulsanti o da quella con lo smartphone, ma il tempo di traduzione è ancora sufficiente per far sembrare le cose sconnesse. Ma vale la pena ricordare, ci si sta parlando in due lingue diverse e ci si capisce a vicenda.

Il sistema non è senza intoppi, che iniziano quasi subito con il fatto che questi auricolari non si adattano molto bene alle orecchie. "Sono progettati per giganti?" ha chiesto un giornalista durante un test, alla decima volta in cui gli sono caduti. C'è un set di anelli over-ear inclusi, progettati per aiutare a combattere questo problema, ma devono essere rimossi per adattare i WT2 alla loro custodia e, in realtà, ai giorni nostri, non dovrebbe essere troppo una sfida, progettare auricolari che si adattano alle orecchie.

In secondo luogo, la modalità Simul non riesce a gestire granché bene il rumore esterno. Il vociare dei bambini in sottofondo, ad esempio, può rendere impossibile qualsiasi conversazione.

Il terzo problema notevole è che il sistema WT2 può ascoltare solo una voce alla volta, il che significa che darà la priorità a uno degli altoparlanti in una conversazione. Mentre quella persona sta parlando, o lo smartphone sta traducendo, o sta leggendo una traduzione, non ti sta ascoltando. Ciò può rendere difficile ottenere la traduzione di una conversazione completa. Se si tenta di risolvere questo problema passando alla modalità Touch, i sensori tattili su questi auricolari possono essere difficili da individuare e lo schema di controllo "tocca una volta per ascoltare, tocca di nuovo per tradurre" non è molto intuitivo.

Tuttavia, non è affatto male, e se si costruiscono correttamente le frasi (più difficile di quanto si pensi, in una conversazione casuale), il sistema le traduce e le trasmette bene. Apprezzabile anche il fatto che le cronologie delle conversazioni vengano memorizzate separatamente e non vengono visualizzate quando si inizia una nuova conversazione.

Con un secondo set a disposizione ed uno smartphone potente, gli auricolari sono in grado di tradurre simultaneamente in più lingue, con un massimo di quattro persone collegate alla volta.

Gli auricolari WT2 Plus sono forniti di una custodia di ricarica arrotondata che si divide a metà in modo da poterne dare metà al vostro interlocutore e tenerne metà per voi. Il case si incastra magneticamente. È un po' grande per una tasca e la forma è un pelo difficile da bilanciare su una superficie piana, ma non è il peggio.

Alla modica cifra di 239,99 dollari per paio, gli auricolari per traduzioni WT2 Plus sono più economici dei dispositivi portatili standalone. D'altra parte, richiedono che il vostro telefono abbia una connessione dati, quindi se siete in viaggio, è qualcosa che bisognerà considerare. Molti dei dispositivi standalone dispongono di schede SIM internazionali integrate con piani dati, che senza dubbio contribuiscono ai loro prezzi più elevati.

Rispetto agli altri dispositivi già visti nei test, gli auricolari WT2 Plus funzionano più che bene e sono consigliati. Con gli auricolari inseriti, ci si concentra più al proprio interlocutore, che allo schermo di un dispositivo, il che sembra un cambiamento importante. Qualunque sia il servizio di traduzione AI che Timekettle ha scelto sembra fare un buon lavoro, almeno nelle combinazioni linguistiche provate nei test.

Intendiamoci, la concorrenza principale che questi (e altri) dispositivi di traduzione devono affrontare è l'app Google Translate, che è gratuita e funziona praticamente su qualsiasi smartphone, anche se non si indossa sull'orecchio. I dispositivi specifici per la traduzione offrono un'esperienza migliore, ma è difficile competere con quelli gratuiti.

Rispetto al pesce Babel, immaginiamo che un giorno sarà possibile tradurre simultaneamente da una lingua ad un'altra, ma la tecnologia sta muovendo ancora i suoi primi passi, al momento. Alcune frasi vengono tagliate e a volte non si sente troppo bene. Quindi, nonostante possono sicuramente aprire le porte alla comunicazione verbale attraverso le culture, speriamo che non causino guerre intergalattiche.

16 gennaio 2020

Fonte: newatlas.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #traduttore #traduzione simultanea

© Fastweb SpA 2020 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.