Fastweb

WhatsApp, un bug cancella le chat di gruppo, come evitare che accada

Vivaldi browser Web & Digital #vivaldi #privacy Come utilizzare i tool di Vivaldi per proteggere la vostra privacy online Vivaldi è un browser poco conosciuto ma altamente personalizzabile e con ottime protezioni per la privacy
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
WhatsApp, un bug cancella le chat di gruppo, come evitare che accada FASTWEB S.p.A.
Whatsapp
Smartphone & Gadget
Un bug di WhatsApp appena scoperto cancella le chat di gruppo completamente e forza l'app a chiudersi all'improvviso

In questi giorni è stato scoperto un grosso bug di WhatsApp che consente agli utenti di provocare letteralmente il caos all'interno delle chat di gruppo, bloccando l'app per tutti i membri all'interno del gruppo.

I ricercatori della società di sicurezza informatica Check Point hanno affermato che il problema deriva da un messaggio specifico che un utente può inviare sul gruppo e che può risultare devastante per il gruppo stesso, provocando un arresto completo dell'intera applicazione per tutti i membri del gruppo.

Questo bug è così grave che chiunque ne sia interessato è costretto a disinstallare e reinstallare WhatsApp sul proprio dispositivo, per poterlo riutilizzare. Una volta reinstallato, però, l'utente non sarebbe comunque in grado di tornare all'interno della chat di gruppo o accedere alla cronologia delle conversazioni. WhatsApp è stata tempestivamente informata della vulnerabilità e ha emesso una correzione, sebbene però Check Point abbia avvertito gli utenti che sarà necessario aggiornare l'app all'ultima versione, per proteggersi dagli attacchi.

"La capacità di impedire alle persone di utilizzare WhatsApp e di eliminare informazioni preziose dalla cronologia delle chat di gruppo è un'arma potente", ha dichiarato a The Independent il responsabile della ricerca sulla vulnerabilità dei prodotti di Check Point, Oded Vanunu.

Il bug è stato scoperto per la prima volta nell'agosto del 2019 e Vanunu ha dichiarato di non essere a conoscenza di casi in cui la vulnerabilità sia stata sfruttata da hacker.

Check Point ha pubblicato un video in cui spiega come un utente malintenzionato sarebbe in grado di sfruttare il difetto per bloccare l'app ad altri utenti. Il metodo prevede l'avvio dell'attacco tramite WhatsApp Web e lo strumento di debug del browser disponibile su tutti i browser web.

Con ontre 1,5 miliardi di utenti in tutto il mondo, qualsiasi bug all'interno di WhatsApp può potenzialmente avere gravi conseguenze su vasta scala. Una soluzione per il problema è stata implementata nella versione 2.19.58 dell'app uscita a metà settembre, ma qualsiasi versione non aggiornata resta sempre a rischio.

"WhatsApp apprezza molto, il lavoro della comunità tecnologica, che ci aiuta a mantenere una sicurezza elevata per i nostri utenti", ha dichiarato Ehren Kret, ingegnere informatico di WhatsApp. "Grazie alla segnalazione di Check Point abbiamo risolto rapidamente questo problema per tutte le applicazioni di WhatsApp (browser, iOS e Android) già a metà settembre. Di recente abbiamo anche aggiunto nuovi controlli per impedire che gli utenti vengano aggiunti ai gruppi indesiderati, per evitare la comunicazione con soggetti sospetti".

18 dicembre 2019

Fonte: independent.co.uk

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #whatsapp #privacy #sicurezza

© Fastweb SpA 2020 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.