Whatsapp Business

WhatsApp annuncia l'app Business, che cambierÓ il modo di comunicare

Con la nuova soluzione business per le aziende, il contatto con i clienti sarÓ tutta un'altra storia
WhatsApp annuncia l'app Business, che cambierÓ il modo di comunicare FASTWEB S.p.A.

WhatsApp si prepara a monetizzare facendo pagare a molte aziende un tool per avere una migliore comunicazione con i clienti. La stessa azienda offrirà anche un'app gratuita alle piccole e medie imprese, sebbene non siano state ancora bene delineate differenze di funzionalità offerte. La soluzione business permetterà alle aziende di fornire ai consumatori notifiche utili come l'orario del volo, la conferma per una spedizione e altri aggiornamenti simili.

"Intendiamo puntare molto sulla soluzione business nel futuro -ha detto Matt Ideam, Chief Operating Officer, in un'intervista al Wall Street Journal- anche se al momento non abbiamo ancora i dettagli della monetizzazione".

L'azienda ha specificato che vuole facilitare "la richiesta di un ordine alla pasticceria vicina o vedere i nuovi arrivi nel negozio di vestiti" o ancora facilitare "i negozianti che usano WhatsApp per rimanere in contatto con centinaia di clienti attraverso un solo smartphone", in più offre "una via più facile per rispondere ai messaggi".

Forse WhatsApp farà pagare il servizio business alle "compagnie aree, siti e-commerce e banche", in modo tale da permettere a più persone di gestire un singolo account o mandare una grande mole di messaggi. Ci sarà magari anche un addebito per l'utilizzo di bot o per le transazioni e-commerce.

WhatsApp ha annunciato inoltre che gli account business saranno verificati e avranno una spunta verde, in modo da differenziarli da quelli privati o fake.

WhatsApp ha iniziato il programma di verifica di account business una settimana fa. Le conversazioni con questi account sono crittografate e possono essere bloccate. È interessante scoprire che anche se un numero di un account business non è registrato nel nostro telefono, il nome comparirà come se lo fosse. Questo potrebbe permettere a WhatsApp di creare un motore di ricerche per aziende, con risultati sponsorizzati, o lasciare che le persone le contattino, a pagamento.

In alternativa, questa soluzione business potrebbe funzionare solo se è l'utente che per primo scrive all'azienda e questa può poi rispondere con messaggi privati o sponsorizzati. Così come funziona Facebook Messenger, e lascia la possibilità alle aziende di aggiungere il tasto "clicca per messaggiare", come nelle pubblicità sulla Bacheca di Facebook, in modo tale da spingere la gente a scrivere e quindi a ricevere aggiornamenti o messaggi sponsorizzati. WhatsApp ha inoltre confermato, a TechCrunch, che "gli utenti potranno essere contattati solo dopo aver dato il consenso".

L'azienda ha aggiunto che inizialmente questi account business saranno gratuiti ma in breve tempo diventeranno a pagamento. Alcune tra le funzionalità che offrirà l'applicazione business saranno quelle di poter aggiungere un profilo verificato con le informazioni di base come indirizzo, descrizione, orari di apertura e messaggi automatici quando il determinato locale sarà chiuso.

Quando Facebook ha acquisito WhatsApp per 19 miliardi di dollari, nel 2014, l'azienda disse che non voleva inserire pubblicità all'interno di WhatsApp, perché avrebbe rovinato l'esperienza di utilizzo. Avevano anche lasciato perdere l'idea di far pagare 1 dollaro all'anno per l'utilizzo, lasciando poche opzioni di monetizzazione oltre le attività di ricarica per gli strumenti. L'inserimento però di pubblicità e di messaggi sponsorizzati su Facebook Messenger potrebbe indicare una presa di posizione più morbida nei confronti delle pubblicità su WhatsApp.

Con oltre 1,3 miliardi di persone che utilizzano l'applicazione al mese e 1 miliardo di persone che la usano quotidianamente, WhatsApp ha raggiunto un pubblico tale da poter guadagnare un'ingente quantità di denaro anche solo con una sponsorizzazione "light". Lo status di WhatsApp, che ha clonato le storie di Snapchat, ha 250 milioni di utilizzatori al giorno e potrebbe inserire qualche ads tra uno status e l'altro, così come succede per Instagram e Facebook Messenger.

Dopo essere stato una delle maggiori acquisizioni di startup tecnologiche, WhatsApp ha triplicato le sue dimensioni sotto una gestione guidata da parte di Facebook. Ora è arrivato il momento di guadagnare per il suo mantenimento.

6 settembre 2017

 

Fonte: techcrunch.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail