Una nuova batteria elestica, ideale per i dispositivi indossabili

La batteria, sviluppata presso la Stanford University, utilizza una plastica speciale per conservare l'energia in modo più sicuro rispetto alle batterie convenzionali
Una nuova batteria elestica, ideale per i dispositivi indossabili FASTWEB S.p.A.

I ricercatori della scuola di ingegneria dell'Università di Stanford hanno creato un prototipo di batteria morbida ed estensibile per dispositivi indossabili. Il nuovo tipo di batteria si basa su una plastica unica in grado di immagazzinare energia in modo più sicuro, rispetto ai materiali infiammabili utilizzati nelle batterie convenzionali, secondo quanto riportato su un articolo della rivista Stanford Engineering Magazine.

L'uso di polimeri o materie plastiche non è nuovo, secondo l'articolo della rivista; tuttavia, alcuni polimeri precedentemente utilizzati erano sotto forma di gel fluidi che a volte potevano fuoriuscire o prendere fuoco. La nuova batteria è ideale per l'uso in dispositivi indossabili, come gli smartwatch, perché è morbida e flessibile.

"Le batterie attuali sono rigide, caratteristica che le rende non conformi ad adattarsi al corpo umano. Per farlo nella maniera ottimale devono essere piccole, in modo da non causare disagio", ha affermato David Mackanic, uno dei ricercatori del progetto. "Inoltre, la nostra batteria utilizza un elettrolita polimerico, che è più sicuro dell'elettrolita liquido attualmente utilizzato per molte batterie indossabili. L'elettrolito della nostra batteria è più sicuro perché è meno combustibile e infiammabile", ha detto Mackanic.

Descritto ulteriormente nella rivista scientifica di Nature Communications, sebbene sia costruita in modo diverso, la batteria può ancora trasportare una carica elettrica tra i poli della batteria. Nel laboratorio di prova, la batteria sperimentale ha mantenuto una potenza costante anche quando è stata piegata, schiacciata e allungata di quasi il doppio della sua lunghezza originale.

La batteria ha dimensioni ridottissime ed è in grado di immagazzinare circa la metà dell'energia di una batteria tradizionale di dimensioni simili, secondo la rivista Stanford.

Per cosa può essere utilizzata la batteria?

"Stiamo ancora sperimentando nuovi modi per incorporare la nostra batteria nell'elettronica indossabile. Questa batteria potrebbe essere integrata in cose come i braccialetti per gli smartwatch, consentendogli di essere più sottile e più comodo", ha detto Mackanic. "Queste batterie potrebbero anche essere incorporate comodamente nei vestiti, fornendo una fonte di alimentazione per tessuti intelligenti".

Sebbene questa batteria sia senza dubbio impressionante, riesce a conservare solo metà della potenza di una batteria tradizionale, il che è un grave fattore limitante, ha affermato Ramon Llamas, direttore della ricerca di dispositivi mobili presso International Data Corporation. Mentre Mackanic ha detto che questa batteria potrebbe essere utilizzata in smartwatch, apparecchi acustici, occhiali intelligenti, tessuti intelligenti, calzature, patch di monitoraggio della salute del corpo e altro, Llamas ha notato che la maggior parte dei dispositivi indossabili non ha necessariamente bisogno di una batteria estensibile per funzionare, soprattutto su sistemi come fitness tracker o smartwatch.

Il caso d'uso più pratico attualmente, in base alle dimensioni della batteria, sarebbe nei cardiofrequenzimetri usa e getta. Le persone in genere indossano i cardiofrequenzimetri per circa 24 ore, prima di smaltirli. Le batterie estensibili sarebbero perfette per questa applicazione poiché sono flessibili, ha affermato Llamas.

"In questo momento, la densità di energia della nostra batteria è inferiore rispetto alle tradizionali batterie agli ioni di litio", ha affermato Mackanic. Tuttavia, ha spiegato il team, poiché la batteria è così flessibile, i futuri prototipi potranno essere ingranditi, consentendo una maggiore potenza e durata della batteria, senza perdere il comfort. 

La batteria è ancora in fase di perfezionamento e sta attraversando il processo di produzione, dopodiché la batteria sarà sottoposta a test di sicurezza avanzati. Per ora, la batteria rimane un prototipo. Mackanic ha affermato che probabilmente ci vorranno dai 12 ai 18 mesi prima che possano fornire batterie di prova completamente certificate ai produttori.

28 gennaio 2020

Fonte: techrepublic.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail