Anello Oura

Un anello per prevedere il contagio da Coronavirus

A San Francisco i dottori del pronto soccorso indossano anelli intelligenti per prevedere le infezioni da COVID-19
Un anello per prevedere il contagio da Coronavirus FASTWEB S.p.A.

Circa 2.000 operatori sanitari di emergenza a San Francisco stanno monitorando la loro temperatura e altri aspetti vitali con gli anelli intelligenti di Oura nel tentativo di limitare la diffusione di COVID-19, secondo quanto riferito dal SF Chronicle. Oura e alcuni ricercatori della University of California San Francisco (UCSF) sperano di utilizzare questi dati per sviluppare un algoritmo in grado di prevedere l'insorgenza di COVID-19 e contribuisca a contenere la diffusione del virus.

I lavoratori dell'UCSF Medical Center e dello Zuckerberg San Francisco General Hospital indossano già questi dispositivi e Oura ha chiesto ad altri 150.000 utenti di condividere i propri dati. Gli anelli non sono esattamente tracker completi, ma registrano la temperatura corporea, la frequenza cardiaca e altri parametri vitali. A breve termine, potrebbero allertare gli operatori sanitari se hanno la febbre o una malattia imminente, non solo COVID-19. Entro l'autunno, quando secondo alcuni si ripresenterà il coronavirus, UCSF e Oura sperano di aver trovato un algoritmo in grado di rilevare i primi sintomi del virus, in modo che le persone possano mettersi in auto-quarantena in modo più efficace.

Una delle strategie dell'epicentro dell'epidemia di coronavirus a Wuhan, in Cina, era di far sì che i residenti riferissero quotidianamente le loro temperature e si isolassero al primo segno di febbre. L'anello potrebbe consentire agli utenti di fare lo stesso. Ma richiederebbe che questi inviiino dati medici, il che apre preoccupazioni sulla privacy dei dati.

Ci sono alcune indicazioni che questo congegno possa funzionare, però. Grazie all'Oura Ring, un dirigente finlandese ha notato che la sua temperatura era più alta del normale e che i suoi battiti cardiaci e respiratori erano leggermente aumentati. Sebbene si sentisse normale, ha rivelato di aver appena viaggiato in una zona focolare di coronavirus, quindi è stato testato. I risultati sono stati positivi per COVID-19. Senza l'anello, ha scritto in seguito su Facebook, non avrebbe notato quei cambiamenti.

25 marzo 2020

Fonte: engadget.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail