tunnel carpale

Tunnel carpale, il poggiapolsi da tastiera è davvero utile?

Chi lavora troppo al computer può sviluppare la sindrome conosciuta come tunnel carpale. Un problema di postura che può essere risolto?
Tunnel carpale, il poggiapolsi da tastiera è davvero utile? FASTWEB S.p.A.

Le persone che trascorrono troppo tempo a scrivere al computer potrebbero notare una certa rigidità o un formicolio ai polsi. Questi sono i primi segnali di allarme del tunnel carpale, uno dei problemi più annosi per chi lavora al computer. Oltre a tenere una corretta postura davanti al pc, i poggiapolsi possono ridurre la possibilità di lesioni al polso, ma sono davvero così utili come dicono?

Quali sono le cause della sindrome del tunnel carpale? Di solito è il risultato di un infortunio al polso a lungo termine. I tessuti dei polsi si gonfiano lentamente dopo anni, diventando così irritati da premere contro il nervo mediano, causando dolore e formicolio.

Ma il tunnel carpale non è causato dalla digitazione. Le lesioni al polso derivano da anni di pressione, tensione e flusso sanguigno ridotto. Provate a mettere le dita in posizione da battitura e guardate dove poggiano i polsi. Stanno premendo contro la scrivania? La stessa cosa accade quando si usa il mouse. Facendoci caso, potreste notare che tutto il peso della parte superiore del corpo si riversa dritto nei polsi. E questo non va bene!

Un poggiapolsi è una soluzione ovvia a questo problema. Ammortizza i polsi e aiuta a ridurre la tensione. Secondo alcune ricerche, i poggiapolsi riducono in effetti il rischio di sviluppare un infortunio al polso. Ma c'è un però. I poggiapolsi sono solo "cuscini" per i polsi. Non risolvono i problemi che portano a lesioni come il tunnel carpale. Di fatto si stanno ancora piegando i polsi e si premono ancora contro una superficie. Un poggiapolsi, quindi, non risolve il problema, ma lo rallenta. Tenere i polsi appoggiati su una qualsiasi superficie durante la digitazione o l'utilizzo di un mouse, a lungo termine, aumenta il rischio di lesioni al tunnel carpale o altre lesioni al polso. Un poggiapolsi potrebbe ridurre la tensione esercitata sui polsi, ma non vi proteggerà completamente da lesioni al polso a lungo termine.

Quindi, come si digita senza farsi male ai polsi? Gli esperti di ergonomia e postura concordano sul fatto che è necessario mantenere i polsi in posizione neutra durante la digitazione o l'utilizzo del mouse. Non dovrebbero piegarsi affatto: in effetti, i polsi dovrebbero "fluttuare" sopra la scrivania e rimanere sospesi anche con i palmi e l'avambraccio.

Sembra folle, ma far "fluttuare" i polsi può addirittura ridurre la tensione al collo, alla schiena e alle spalle. Una corretta postura durante la battitura costringerà a stare seduti dritti e aiuterà a proteggere tutto il corpo da lesioni a lungo termine, non solo i polsi.

Se avete difficoltà a trovare una posizione comoda, provate a regolare la sedia e mettete i piedi sul pavimento. Sedie con poggiagomiti regolabili possono anche sostenere le braccia durante la digitazione. E, naturalmente, pause frequenti possono aiutarvi a mantenere una buona postura durante la giornata lavorativa.

Alcune persone hanno un dono naturale per la postura. Altri, invece, devono lavorarci un po' su. Stare seduti dritti non è sempre facile, e scrivere con i polsi "fluttuanti" è ancora più difficile. Quindi, fino a quando non sarete dei draghi della postura, il suggerimento è di utilizzare un poggiapolsi. Ma ricordatevi di non abituarvici. Come detto, un poggiapolsi non vi salverà completamente dal tunnel carpale o altre lesioni al polso. Ma un cuscinetto di gel è molto più morbido, rispetto al bordo di una scrivania. Se lavorate molto al computer, un set economico di appoggi per tastiera e mouse può aiutarvi a ridurre la tensione. Anche un set di tastiera e mouse ergonomici possono essere un investimento utile, poiché possono costringervi a utilizzare una postura migliore sulla scrivania.

Fonte: reviewgeek.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail