Il nuovo hardware di Tesla per la guida autonoma

Tesla presenta il nuovo hardware per le auto a guida autonoma

Grazie al nuovo hardware, tutte le vetture dell'Azienda di Elon Muskásarannoápredisposte per la guida autonoma
Tesla presenta il nuovo hardware per le auto a guida autonoma FASTWEB S.p.A.

I modelli Tesla saranno dotati di un nuovo hardware, che permetterà di avere a tutti gli effetti delle automobili che si guidano completamente da sole. Come affermato mercoledì 18 ottobre 2016 dalla casa, le Model S e Model X con il nuovo hardware integrato per la guida autonoma sono già in produzione. Le funzionalità disponibili tuttavia, saranno abilitate soltanto con aggiornamenti successivi, dopo "milioni di miglia di test su strada", ha affermato l'azienda.

La nuova funzionalità porterà le Tesla al livello cinque di sicurezza sul test SAE International, che individua quelle auto che non necessitano di intervento umano per la sterzata, la frenata o l'accelerazione. La dotazione hardware delle nuove vetture comprenderà, tra le altre cose, otto telecamere con visione a 360 gradi e raggio di visibilità di 250 metri, oltre a 12 sensori a ultrasuoni in grado di rilevare ostacoli di ogni genere ed un radar che migliora la visibilità frontale in caso di pioggia, nebbia o terreni accidentati.

Tesla, visti gli incidenti mortali avvenuti in Cina e Florida che hanno generato un acceso dibattito sulla guida autonoma, sembra comunque intenzionata ad andarci piano. Per quanto riguarda l'episodio in Florida, è stato dimostrato che il sistema di guida assistita era attivo, mentre per quello avvenuto in Cina Tesla ha affermato di non avere dati sufficienti per capire se l'Autopilot era attivo al momento dell'impatto.

Ecco perché, mentre sono in corso i test sulla sicurezza per le nuove auto, alcune funzionalità resteranno temporaneamente non disponibili, al contrario delle Tesla che montano la prima generazione dell'Autopilot. Queste comprendono, ad esempio, sistemi come la frenata automatica d'emergenza, il collision warning, il lane holding ed il cruise control. Come affermato dall'azienda, nel momento in cui le nuove funzionalità saranno definitivamente validate e verificate saranno attivate attraverso l'"over the air", assieme ad un set completo di tutte le nuove feature. L'obbiettivo di Musk è quello di dimostrare che un'automobile Tesla è in grado di auto-guidarsi da Los Angeles a New York.

Obiettivo, peraltro, condiviso anche da altri costruttori: Ford ha recentemente reso pubblica l'intenzione di espandere su larga scala la produzione di auto a guida autonoma così come Uber, che ha iniziato una nuova fase di test del suo servizio utilizzando veicoli simili all'interno della città di Pittsburgh, in Pennsylvania.

Secondo il Wall Street Journal, che ha riportato una dichiarazione di Elon Musk, sarà necessario quindi ancora un po' di tempo per terminare le verifiche del software e ottenere le varie approvazioni. 

20 ottobre 2016

Fonte: pcworld.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'Ŕ da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail