Google Pixel? Per hackerarlo bastano 60 secondi

Team di hacker etici viola le difese di Google Pixel

Un team di hacker etici cinesi ha violato le difese del nuovo smartphone targato Google. La segnalazione all'azienda gli valsa 120 mila dollari
Team di hacker etici viola le difese di Google Pixel FASTWEB S.p.A.

Alla faccia della sicurezza. Pixel, il nuovo smartphone targato Google, è stato hackerato in appena 60 secondi. Ad abbattere le difese del dispositivo di Big G è stato un team di hacker etici della società cinese di sicurezza Qihoo 360. Una vera e propria impresa da record che è valsa all'azienda una ricompensa da 120 mila dollari.

Il tutto è accaduto durante il PwnFest, ovvero la manifestazione sulla sicurezza informatica che si tiene annualmente a Seoul. Qui il team di pirati informatici 360 Alpha è riuscito a violare da remoto lo smartphone di Mountain View.

Quello subito da Pixel è il secondo hackeraggio andato a buon fine. Il primo era avvenuto a fine ottobre 2016 a opera del Keen Team di Tencent. Entrambe le violazioni sono state segnalate a Google permettendo così all'azienda di correggere le falle di sicurezza.

15 novembre 2016

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail