Assistenti virtuali sì, ma non in pubblico

Soltanto il 6% degli utenti usa gli assitenti virtuali in pubblico

Secondo una ricerca, si preferisce utilizzarli quando si è in casa (39% degli utenti) o in macchina (51%)
Soltanto il 6% degli utenti usa gli assitenti virtuali in pubblico FASTWEB S.p.A.

Sempre più aziende tecnologiche puntano a migliorare e rinforzare i loro "assistenti virtuali", utili soprattutto quando non si ha la possibilità di digitare una ricerca sullo smartphone o sul tablet. Secondo una indagine condotta dagli analisti di Creative Strategies negli Stati Uniti, però, gli utenti si vergognano a usare questi strumenti in pubblico: lo fa infatti soltanto il 6% dei fruitori di Siri, Ok Google e Cortana. Si preferisce utilizzarli quando si è in casa (39% degli utenti) o in macchina (51%).

La ricerca rivela che il 96% di chi possiede uno smartphone Android ha usato almeno una volta Ok Google, e il 98% di chi ha un iPhone ha interrogato almeno una volta Siri. Rivolgersi agli assistenti virtuali non sembra essere quindi un'abitudine consolidata: il 62% degli utenti Android e il 70% di quelli iOS hanno dichiarato di utilizzarli raramente o qualche volta.

"In pubblico gli utenti sembrano ancora sentirsi a disagio a parlare con i propri dispositivi elettronici", ha affermato l'analista Carolina Milanesi. In auto, invece, llo si fa di più perché gli assistenti non richiedono l'utilizzo delle mani.

8 giugno 2016

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail