Snap Spectacles

Snap lancia la quarta generazione di occhiali per la realtà aumentata

I nuovi occhiali Spectacles di Snap sono ancora i più ambiziosi, ma c'è un grosso problema: non puoi comprarli
Snap lancia la quarta generazione di occhiali per la realtà aumentata FASTWEB S.p.A.

Evan Spiegel, CEO di Snap, ha presentato i nuovi occhiali per realtà aumentata, una tecnologia che lui e rivali come Facebook pensano che un giorno sarà onnipresente come i telefoni cellulari. Una demo ha mostrato farfalle virtuali che svolazzano su piante colorate e atterrano nella mano tesa di Spiegel.

I nuovi Spectacles hanno due display a guida d'onda in grado di sovrapporre effetti AR realizzati con gli strumenti software di Snapchat.

Il telaio è dotato di quattro microfoni integrati, due altoparlanti stereo e un touchpad integrato. Le fotocamere frontali aiutano gli occhiali a rilevare gli oggetti e le superfici che stai guardando in modo che la grafica interagisca in modo più naturale con il mondo che ti circonda.

Questi occhiali, tuttavia, non sono pronti per il mercato di massa. A differenza dei modelli precedenti, Snap non li vende. Li sta invece inviando direttamente ad un numero imprecisato di creatori di effetti AR tramite un programma applicativo online. Un'altra indicazione che non sono pronti per l'uso quotidiano è che la batteria dura solo 30 minuti.

 

 

L'idea è di incoraggiare una piccola parte delle 200.000 persone che già realizzano effetti AR su Snapchat a sperimentare la creazione di esperienze per i nuovi Spectacles, secondo Spiegel. Come i distributori automatici gialli che Snap usava per vendere la prima versione degli Spectacles, diversi anni fa, l'approccio potrebbe finire per essere un modo intelligente per creare buzz per gli occhiali prima del loro ampio rilascio. Spiegel ha affermato che gli occhiali AR impiegheranno circa un decennio per raggiungere l'adozione mainstream.

"Non penso che il telefono stia passando di moda", ha detto a The Verge in un'intervista questa settimana. "Penso solo che la prossima generazione di Spectacles possa aiutare a sbloccare un nuovo modo di utilizzare l'AR a mani libere e la possibilità di vagare davvero con gli occhi che guardano l'orizzonte e il mondo."

Le prime due generazioni di Spectacles, rilasciate nel 2016 e nel 2018, sembravano occhiali da sole con un'unica fotocamera nell'angolo del telaio. Consentivano di scattare video (e successivamente foto) in un formato unico e sferico che poteva quindi essere trasferito sul tuo telefono e pubblicato su Snapchat o su un altro social network.

Snap, che si definisce una società di fotocamere, ha iniziato a spostarsi maggiormente verso la realtà aumentata nel 2019 con il lancio dei suoi Spectacles di terza generazione. Quel modello montava una seconda fotocamera per rilevare la profondità nei video, consentendo all'applicazione di effetti più avanzati. Ma mancavano di display. Era infatti necessario girare un video, importarlo su Snapchat e quindi applicare gli effetti AR, che Snap chiama Lenti, in un secondo momento.

La nuova quarta generazione di Spectacles proviene da una divisione hardware segreta dell'azienda chiamata Snap Lab, che sta anche lavorando su un drone con fotocamera. Pesano 134 grammi, più del doppio del peso della versione precedente ma molto meno degli auricolari Hololens AR di Microsoft. Sono progettati per essere indossati all'interno o all'esterno con una luminosità del display fino a 2.000 nit, un compromesso che l'azienda ha chiaramente fatto per favorire la ricchezza del display a scapito della durata della batteria.

Due fotocamere frontali utilizzano il software Snap costruito per le lenti del suo telefono cellulare per rilevare automaticamente le superfici fisiche e posizionare gli effetti in un modo che non ostruisca il mondo reale.

Due altoparlanti stereo catturano l'audio e consentono a chi li indossa di controllarli con la voce. Un touchpad sul lato del telaio gestisce un'interfaccia nei display che Snap chiama Lens Carousel, consentendo a chi lo indossa di cambiare gli effetti AR che sta vedendo.

I nuovi Spectacles sono stati annunciati giovedì al Virtual Partner Summit per sviluppatori di Snap, dove la società ha presentato in anteprima una serie di nuove funzionalità di realtà aumentata per Snapchat. La sua tecnologia di prova dell'abbigliamento AR può ora gestire orologi e occhiali e le aziende saranno in grado di aggiungere più facilmente versioni AR dei loro cataloghi online affinché i 500 milioni di utenti mensili di Snapchat possano provare e acquistare.

Una nuova funzionalità, chiamata Lenti connesse, consente a più persone di vedere e interagire con la stessa scena in AR. Snap sta anche lanciando un "laboratorio di innovazione" AR chiamato Ghost e sta impegnando 3,5 milioni di dollari per supportare i creatori che realizzano effetti, con un altro 1 milione in finanziamenti con Verizon per finanziare esperienze AR utilizzate su 5G.

Sebbene Snap sia nota principalmente per l'app Snapchat, questi Spectacles indicano come l'ambizione dell'azienda sia quella di essere una figura importante nella corsa per costruire occhiali AR. Facebook, Apple e altri giganti della tecnologia stanno attualmente lavorando sui loro dispositivi concorrenti. Facebook prevede di lanciare il proprio paio di occhiali intelligenti in collaborazione con RayBan entro la fine dell'anno, anche se questi non presenteranno un display AR.

Secondo Spiegel, i dispositivi indossati sulla testa come questi nuovi Spectacles creeranno un grande cambiamento nel modo in cui interagiamo con i computer. Snap scommette che milioni di persone alla fine vorranno indossare Spectacles.

"Devi inventare un modo completamente nuovo di interagire con il computer quando è volumetrico e integrato con lo spazio intorno a te", ha detto Spiegel. "Quindi non vedo Snapchat passare direttamente ai dispositivi indossabili, ma una delle cose davvero divertenti è pensare a come possono apparire i nuovi paradigmi di interazione".
 

Fonte: theverge.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail