Skydio 2

Skydio 2, il drone con l'AI che evita gli alberi e gli edifici

Skydio 2 un drone talmente intelligente da evitare alberi ed edifici autonomamente
Skydio 2, il drone con l'AI che evita gli alberi e gli edifici FASTWEB S.p.A.

Se sei uno snowboarder, un mountain biker, uno skateboarder, uno scalatore o un trail runner che vuole pubblicizzare le proprie avventure, c'è un nuovo modo per aggiungere un nuovo punto di vista ai tuoi video. Lo Skydio 2 di seconda generazione conserva l'abilità principale del modello originale, ovvero quella di evitare gli ostacoli autonomamente mentre registra. Ma ora ha una migliore navigazione, controlli, velocità, autonomia, qualità video e, forse più importante, un prezzo di 1.000 dollari anziché 2.500 dollari del modello dell'anno scorso.

L'interesse per i droni esploso all'inizio di questo decennio si è placata quando la maggior parte della gente ha capito di non aver davvero bisogno di una costosa videocamera volante. Ma alcuni sono ancora interessati a catturare momenti estremi, e molti di loro acquistano una GoPro per questo motivo. È qui che si inserisce il drone di Skydio: dà una prospettiva che non è possibile ottenere con solo una GoPro legata al manubrio o al casco.

Lo Skydio 2 gira video con una fotocamera equivalente a 20 mm stabilizzata con un gimbal a tre assi, ma ha anche una fotocamera fisheye esclusivamente per la navigazione. I dati nel processore sono processati dalla Nvidia Tegra X2 che esegue il software ad intelligenza artificiale per l'elaborazione della scena. Riuscendo a comprendere l'ambiente circostante, il drone può tracciare un percorso attorno agli edifici e attraverso gli alberi di una foresta mentre segue il soggetto designato.

Il prezzo più basso porta Skydio alla portata di tutti gli appassionati di droni, mentre la sua tecnologia "rimuove lo stress e la paura di schiantarsi", ha affermato il CEO e co-fondatore Adam Bry.

Skydio 2 significa anche che l'azienda decide di sfidare il gigante dei droni DJI , le cui linee Spark, Mavic, Phantom e Inspire vanno dai droni selfie casual alle macchine cinematografiche di fascia alta. Skydio pensa che il suo monitoraggio e l'auto-pilotaggio con l'intelligenza artificiale le dia un vantaggio.

"DJI ha sempre dominato sul mercato. Storicamente hanno già vinto", ha detto Bry. "Ma pensiamo che ora sia davvero una sfida aperta."

Lo Skydio R2 dovrebbe essere disponibile per le spedizioni da novembre. Le quantità saranno limitate fino a quando Skydio non deciderà di avviare una linea di produzione dall'altra parte del mondo rispetto all'ufficio principale. Come con il drone dell'anno scorso, è possibile pilotare lo Skydio 2 con un telefono Android o iPhone. Il nuovo modello, tuttavia, ottiene anche due nuovi controller, ognuno dei quali costa 150 dollari.

Il modello a due joystick offre telecomandi tradizionali per il pilotaggio. Il telefono può offrire sia una vista dall'alto che controlli touch-screen. Ad esempio, la vista video del drone si sovrappone a un segno più su ogni persona o automobile che il drone può vedere, e toccando quel segno si seleziona il soggetto che il video dovrà seguire. Il secondo controller, chiamato beacon, utilizza il GPS per consentire al drone di rintracciare la persona che viene seguita anche quando è nascosta dietro gli alberi. Si può usare il beacon per indicare all'R2 di volare in avanti, dietro, a sinistra o a destra. E si può riposizionare facilmente R2 puntando il beacon verso il drone, premendo un pulsante, quindi puntando nuovamente il beacon verso un nuovo punto, rilasciando il pulsante.

I controller consentono anche di controllare il drone da più lontano, fino a circa 100 metri con solo un telefono a circa 1,5 km con il faro e circa 3,6 km con il controller a joystick.

Miglioramenti rispetto al primo Skydio

Lo Skydio 2 ha diversi miglioramenti rispetto al modello dell'anno scorso:

  • È circa la metà delle dimensioni a 10x12 pollici, abbastanza compatto che la sua custodia si adatta facilmente all'interno di uno zaino.
  • Può volare per 23 minuti, rispetto ai 16 del primo modello. Le batterie extra costano 100 dollari ciascuna.
  • La sua velocità massima è di 36 miglia all'ora, rispetto ai 25 all'ora del precedente, utile per il monitoraggio dei veicoli.
  • Ha sempre una fotocamera 4K, ma il nuovo sensore Sony IMX477 da 12 megapixel produce una migliore qualità video e fotografica, in parte a causa dell'ampia gamma dinamica di 13 stop, afferma Skydio. Scatta fino a 60 fotogrammi al secondo con risoluzione 4K e 120 fps a 1080p.

 

Chi ha provato lo Skydio 2 lo ritiene ottimo anche per i neofiti dei droni. Al momento non è possibile garantire le sue abilità in condizioni di scarsa illuminazione, ma in un campo soleggiato non ci sono stati problemi.

Grazie al beacon è possibile spostare il drone in qualsiasi direzione. La pressione dei pulsanti freccia muove il drone più lontano o più vicino, in modo da poter scegliere la distanza desiderata.

Lo Skydio 2 non può sempre mantenere la posizione designata mentre si guida tra gli ostacoli, ma ha costantemente monitorato la posizione di chi lo ha testato e ha sempre mantenuto il soggetto nel video registrato.

Le abilità autonome di Skydio 2 permettono di volare tra alberi o muri senza doversi mai preoccupare di un incidente.

2 ottobre 2019

Fonte: cnet.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail