Apple AirPods

Se amate gli AirPods ne comprerete presto di nuovi

Le cuffie senza fili di Apple sono sicuramente tra i prodotti più amati ma la loro batteria non è eterna e non si può sostituire
Se amate gli AirPods ne comprerete presto di nuovi FASTWEB S.p.A.

AirPods è tra i nuovi prodotti più amati di Apple. Ma se li amate così tanto da usarli tutti i giorni, aspettatevi che le batterie, non sostituibili, durino al massimo pochi anni.

Gli AirPods sono sul mercato da poco più di due anni. Nel corso degli ultimi mesi abbiamo assistito a diverse denunce di problemi alla batteria da parte di utenti abituati ad utilizzarli per molte ore al giorno. Con un uso del genere, la durata della batteria è destinata a ridursi nel giro di un paio di anni. Sfortunatamente, questo significa che sarete presto costretti a buttarli via e ad acquistarne di nuovi.

Sembra una soluzione estrema, in effetti, ma se ci pensate, le batterie negli auricolari e nella custodia di ricarica non possono essere sostituite. Una volta che gli auricolari non saranno più in grado di sostenere una ricarica significativa, l'unica alternativa sarà buttarli via.

La ragione principale per cui non è possibile semplicemente sostituire le batterie negli AirPods è che non sono stati progettati per essere riparati. Che non significa che Apple li ha resi "difficili da riparare", ma proprio che non sono progettati per essere riparati. Punto.
Se si dovessero rompere o se la batteria dovesse consumarsi, dovrete buttarli ed acquistarne di nuovi.

Sul blog di tecnologia iFixit ci sono alcune immagini che lo dimostrano.
Tutto è incollato e non è possibile rimuovere la batteria senza distruggere l'auricolare irrimediabilmente. Lo stesso vale per la custodia di ricarica.

Apple offre dei servizi di riparazione per AirPods, quando questi sono ancora in garanzia, ma non ci è dato sapere in che modo li riparino. Magari, semplicemente, li sostituiscono con auricolari nuovi. Questo perché non è possibile nemmeno per Apple sostituire la batteria di una delle due componenti. E, come normale modus operandi di Apple, il costo per la riparazione di un dispositivo fuori garanzia è pari al costo dell'acquisto di un nuovo dispositivo. Quindi c'è poca scelta.
Ovviamente (e Apple lo sa) molti utenti esigenti continueranno senza problemi a pagare circa 170 Euro ogni due o tre anni per delle cuffiette wireless. Il costo, però, non è il fattore più importante. Il punto è lo spreco delle componenti elettroniche.

Se gli AirPods non sono riparabili, dovrebbero quantomeno essere riciclabili, ma anche questo non è possibile. Sarebbe infatti molto più costoso riciclare gli AirPods di quanto non si possa recuperare dai materiali riciclabili al suo interno. In altre parole, il processo di estrazione delle componenti sarebbe troppo lungo e costoso. Per un'azienda che sembra battersi per il problema del riciclaggio delle componenti elettroniche, sembra che questo discorso non valga per gli AirPods.

Non è però un problema solo di Apple. Sicuramente tutti i concorrenti di AirPods sono colpevoli in egual misura di creare un prodotto che non può essere né riparato, né riciclato. Dopotutto, più un dispositivo diventa piccolo e più diventa difficile riciclarlo in maniera efficace.

Il lato positivo è che non tutto è come gli AirPods. Dispositivi come computer, telefoni e tablet possono essere riparati semplicemente sostituendo un singolo componente, incluse le batterie (che sono la prima cosa a morire e anche la più inquinante). Ma c'è da ragionare sul fatto che, più un dispositivo diventa piccolo, e più questo diventa un problema per le discariche, e di conseguenza, per l'economia.

22 febbraio 2019
 

Fonte: howtogeek.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail