telefono pieghevole

Royole FlexPai: il primo telefono pieghevole

Uno schermo flessibile in grado di piegarsi su se stesso in modalità tablet
Royole FlexPai: il primo telefono pieghevole FASTWEB S.p.A.

Senza alcun dubbio di sorta, i telefoni pieghevoli stanno arrivando. Samsung, LG e Huawei sono tra quelli che hanno deciso per primi di lanciare questa tipologia di smartphone entro il prossimo anno, ma sono stati battuti sul tempo da un'azienda sulla carta più piccola con il Royolr FlexPai.

Mentre lo ZTE Axon M dello scorso anno ha incollato due display insieme a una cerniera, lo schermo FlexPai si piega davvero: è prima un tablet e poi un telefono con una semplice mossa. Il produttore cinese dietro al dispositivo dice che può essere aperto e chiuso più di 200.000 volte prima di rompersi.

Una volta piegato, in realtà si ottengono tre schermate sul FlexPai: uno sul davanti, uno sul retro e uno sul lato del dispositivo (da una parte all'altra) per mostrare notifiche, messaggi e altro.

Quindi, come ha fatto questa piccola azienda a battere i più grandi nomi sul mercato? Stando ad un video dimostrativo pubblicato su Twitter, sembra molto simile a un prototipo, e non a qualcosa che Samsung o LG devono effettivamente temere sul mercato. In effetti il ??FlexPai viene venduto come "modello di sviluppo" per ora, a indicare che non è ancora adatto per il pubblico in generale.

Royole sta anche pagando una grossa somma per la tecnologia - i prezzi infatti partiranno da 1,318 dollari per il modello più economico - e la consegna non è programmata fino a "fine dicembre". Questo è solo per i primi utenti.

Questo, tuttavia, ci dà un'idea di cosa succederà nel 2019. Il FlexPai presenta uno schermo OLED da 7,8 pollici, con risoluzione 1920 x 1,440 (308 pixel per pollice) quando è completamente aperto, 6 GB o 8 GB di RAM, e un processore Qualcomm Snapdragon 8150 (probabilmente comparirà nelle ammiraglie Android del prossimo anno come Snapdragon 855). Include inoltre 128 GB, 256 GB o 512 GB di memoria interna e dispone di due telecamere posteriori da 20 MP e da 16 MP.

Il software è il sistema operativo Water di Royole, basato su Android 9 Pie, quindi molte app dovrebbero essere disponibili. Come reagiranno allo schermo pieghevole non è chiaro, ma presumibilmente ci sarà un interruttore come per le modalità paesaggio-ritratto.

"Dì addio alle superfici rigide", spiega il blurb delle vendite del dispositivo. "FlexPai cambierà completamente la tua percezione di un telefono cellulare tradizionale e la necessità di possedere più dispositivi mobili".

Vale la pena sottolineare che si tratta più di un prototipo che di un prodotto finito, anche se è un interessante primo sguardo su come gli smartphone potrebbero evolvere nei prossimi anni. Vedremo se alcuni dei grandi produttori di Android vorranno seguire Royole nel 2019, anche se ancora una volta la tecnologia sembra essere probabilmente un po' troppo approssimativa e costosa.

5 novembre 2018

Fonte: newatlas.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail