Roli Blocks, quando la musica si fa modulare

Roli Blocks, il nuovo sintetizzatore modulare

Ecco il nuovo e conveniente modo di fare musica elettronica con poche semplici mosse
Roli Blocks, il nuovo sintetizzatore modulare FASTWEB S.p.A.

Roli è l'azienda britannica principalmente conosciuta per i suoi tentativi di rivisitazione del pianoforte. La tastiera Seaboard e la più piccola Seaboard Rise hanno delle cose in comune con le tastiere tradizionali, ma i loro pulsanti touch-sensitive di gomma consentono di modulare, di fare pitch-bend (cioè un cambio temporaneo del pitch) e di far "scivolare" le note in un modo completamente diverso rispetto a quello delle tastiere o sintetizzatori comuni. Il prezzo è certamente un grande limite, la Seaboard Rise parte infatti da 800 dollari mentre la Seaboard può superare addirittura i 2000 dollari.

La Roli, ha così lavorato su come poter portare i suoi strumenti unici per la composizione musicale a un costo inferiore e ora sta raccogliendo i frutti di questo lavoro. I Roli Blocks sono un set di veri e propri synth modulari che si incastrano tra loro e sono collegabili ad iPhone e iPad attraverso il Bluetooth. Sono minuscoli e a buon mercato: il controller principale, detto il Lightpad, è un piccolo quadrato che costa 179 dollari, cioè molto più economico di qualsiasi altro prodotto Roli. E sebbene non sia possibile utilizzare il Lightpad come una tastiera, unito agli altri Roli Blocks costituisce uno strumento per fare musica potente, versatile e soprattutto divertente.

A un alto livello, il Lightpad è essenzialmente un MIDI controller, ma è inutilizzabile solo collegato a un dispositivo iOS. Tuttavia, una volta che è collegato al dispositivo nel quale è installata l'app Roli Noise (presto disponibile anche per Android) è possibile utilizzarlo in una miriade di modi possibili. Attraverso l'app è possibile scegliere tra 128 diversi strumenti software tra synth, bassi, chitarre, pianoforti, fiati, batterie e così via. La Roli afferma che continuerà a rilasciare ulteriori aggiornamenti per gli strumenti gratuiti nonché a vendere altri strumenti creati da musicisti professionisti come Grimes, RZA e Steve Aoki. La maggior parte dei contenuti che servono per far funzionare il sistema dei Blocks è tuttavia già presente nell'app.

Una volta scelto il sound a cui si è interessati, nel Lightpad si aprirà una griglia digitale 5x5, dove ogni riquadro luminoso rappresenta una nota nella scala cromatica. Il divertimento arriva muovendo il dito su e giù sulla superficie ricoperta di silicone. L'intera superfice è touch ed è sensibile anche alla pressione delle dita, quindi più forte si preme, più intenso sarà il suono iniziale. Mantenere la posizione del dito farà uscire la nota, mentre vari scivolamenti del polpastrello permetteranno di ottimizzarne il suono.

Questa è solo una piccola parte, delle funzionalità del Lightpad, ma è possibile fare molte altre cose attraverso l'app. Si può selezionare la propria scala e il pad si illuminerà solo con le note della stessa. Ciò rende tutto più semplice per chi non è ferrato nella teoria musicale ma ha orecchio. Inoltre l'app offre molto più che scale in maggiore o in minore. Per i fan della misolidia c'è una modalità ad hoc, o la possibilità di variare sulla propria scala con le dissonanze naturali. In quel caso l'illuminazione dei blocchi aiuterà a mantenere la giusta tonalità. Toccando una nota, infine, sarà possibile ottenere degli arpeggi.

Tecnicamente è possibile esibirsi dal vivo in tempo reale con il sistema di Blocks, così come registrare e selezionare l'opzione loop. Si possono registrare più tracce ed assegnarle a diversi "blocchi" sul Lightpad, e selezionarle a piacimento. È possibile anche iniziare un progetto registrando le tracce di batteria o i beat, su cui poi sovrapporre una linea di bassi e registrare l'intero segmento come una parte di una composizione più lunga.

E non si è ancora parlato della natura modulare di Blocks. Ogni componente ha dei conduttori magnetici ai lati, così che si possano prendere due Lightpad e posizionarli uno accanto all'altro, il sistema li riconoscerà automaticamente, sintonizzandoli. Roli offre infatti anche altri due blocchi, oltre al Lightpad: il Live Block e il Loop Block (a 79 dollari ciascuno).

Il Live Block è pensato per le performance live e molte delle caratteristiche dell'app di iOS sono mostrate direttamente sul pad. Si possono ricercare strumenti software, cambiare chiavi e scale, tempi ed effetti. Il Loop Block, invece, fornisce un accesso immediato alla banca dati  delle registrazioni salvate e ai playback.

In questo caso gli utenti, specie quelli più abituati all'utilizzo di sequencer e altri dispositivi nell'ambito della musica elettronica, troveranno estremamente semplice arrivare a gestire il tutti i pad Roli durante un live set.

Roli Blocks merita davvero tutto l'interesse degli appassionati. Quelle persone che avrebbero sempre voluto saper o poter fare della musica elettronica, possono trovare in questo dispositivo un alleato di sicuro valore. Per riuscire a suonare con il Lightpad serve solo fantasia, grazie alla vasta gamma di suoni e di altre variabili integrate che lo rendono un sistema versatile, soprattutto considerato il costo. 
Ancora non è chiaro se siano effettivamente necessari il Live Block e il Loop Block, o se il loro acquisto è puramente facoltativo. Ma l'app gratuita su iOS  e il semplice Lightpad, sono un ottimo punto di partenza. I Roli Blocks saranno disponibili a partire dall'autunno 2016 negli Apple Store.

2 novembre 2016

Fonte: engadget.com
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail