Fastweb

Qualcomm svela le prime micro antenne mmWave 5G dedicate agli smartphone

custodia smartphone Smartphone & Gadget #smartphone #cover Una cover "analogica" per smartphone Alcuni ricercatori hanno costruito una custodia per controllare gli smartphone senza l'utilizzo di cavi o sistemi Bluetooth
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Qualcomm svela le prime micro antenne mmWave 5G dedicate agli smartphone FASTWEB S.p.A.
Qualcomm svela le prime antenne mmWave dedicate agli smartphone
Smartphone & Gadget
Le antenne QTM052 renderanno possibili le comunicazioni su reti ultraveloci 5G anche sui cellulari

Per permettere alla rete 5G di funzionare su uno smartphone, ci sono una serie di condizioni preliminari da soddisfare e una serie di sistemi da accordare tra loro. Nuovi standard da accettare, nuovi modem da sviluppare e soprattutto nuovi hardware di rete da testare prima di essere installati sulle torri.

Qualcomm potrebbe aver superato uno dei principali ostacoli annunciando i suoi nuovi moduli per le antenne mmWave, i QTM052, che consentiranno di utilizzare la banda ad alta velocità sui telefoni cellulari.

Si tratta di una notizia interessante, perché non tutti i 5G sono creati uguali. Come ha simulato Qualcomm in un test all'inizio dell'anno, gli utenti hanno già ottenuto notevoli miglioramenti nella velocità grazie alle soluzioni 5G "a banda bassa", ma sicuramente le cose migliori arriveranno proprio grazie alle reti mmWave.

Per farle funzionare, però, avremo bisogno innanzitutto di hardware mmWave per telefoni, cosa attualmente non facile. Sebbene la porzione dello spettro occupata dalle onde mmWave offra una velocità davvero stupefacente, questa trasmette anche ad un raggio ben più breve, ed è molto più incline ad essere bloccata da ostacoli come muri o addirittura le mani dello stesso utente.

Qualcomm, però, sostiene che le sue antenne QTM052 siano la soluzione. Si tratta di un piccolo chip delle dimensioni di una moneta da 2 centesimi, che presenta quattro antenne in grado (grazie all'aiuto degli algoritmi Qualcomm) di scovare i ricevitori 5G più vicini. È in grado, inoltre, di raccogliere il segnale di rimbalzo proveniente da tutte le superfici attorno a sé.

Il QTM052 è progettato per essere piccolo abbastanza da essere inserito all'interno delle scocche dei cellulari. Il modem Qualcomm X50 5G è già stato progettato per supportare fino a 4 chip, uno per ciascun lato del telefono, consentendo quindi a ben 16 antenne di assicurare una ricezione e trasmissione ottimale.

Si tratta di una soluzione estremamente intelligente, se dovesse funzionare come si spera. Potrebbe anche essere un enorme passo in avanti nella corsa allo sviluppo di dispositivi in grado di gestire una rete 5G. Ma probabilmente non dovremo aspettare troppo per scoprirlo: Qualcomm dice che il primo dispositivo con l'antenna QTM052 sarà probabilmente lanciato sul mercato agli inizi del 2019 – e si spera che per quel giorno ci saranno abbastanza reti 5G da poter utilizzare.

24 luglio 2018

Fonte: theverge.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #5g #qualcomm #smartphone #antenne

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.