Lettore impronte digitali

Qualcomm presenta lo scanner delle impronte digitali sotto il display

Qualcomm realizza il primo lettore di impronte digitali applicabile sotto lo schermo degli smartphone
Qualcomm presenta lo scanner delle impronte digitali sotto il display FASTWEB S.p.A.

Il gigante dei processori Qualcomm ha annunciato un nuovo sistema di scanning delle impronte digitali, tecnologia che dovrebbe facilitare ai produttori l'inserimento di lettori di impronte direttamente sotto il display degli smartphone.
Con l'avvento dei nuovi prodotti, già più grandi rispetto al passato, e senza pulsanti in vista, la corsa è focalizzata sulla realizzazione di questo tipo di scanning di impronte. Fino ad ora, il G6 della LG, il Galaxy S8 e il Galaxy S8 Plus della Samsung hanno tutti spostato il lettore d'impronte sulla parte posteriore del telefono.
Alcuni rumors attorno l'uscita del nuovo iPhone 8, vorrebbero Apple in difficoltà, nella realizzazione di una sua tecnologia di Touch ID integrata nel display. Per questo, per la prima volta, potremmo assistere allo spostamento del sensore sulla parte posteriore del dispositivo.

Con questa innovazione firmata Qualcomm, però, i produttori di telefoni potrebbero avere una vita più facile, a partire dalle produzioni del 2018.
I nuovi sensori presentati da Qualcomm lavorano, come detto, sotto il display. Possono riconoscere i movimenti delle dita sul vetro, lo scorrimento dei polpastrelli in diverse direzioni, e percepire il battito cardiaco e i movimenti del sangue per una precisa misurazione dei parametri (nel caso qualcuno decida di entrare nel vostro telefono utilizzando un vostro dito staccato dal vostro corpo?). Come bonus, inoltre, questa tecnologia funzionerebbe anche sott'acqua, se necessario.
"Siamo felici di annunciare il sensore di impronte Qualcomm, perché è progettato per supportare le figure più raffinate e nuove dei dispositivi e garantire un'autenticazione al massimo della sicurezza", ha dichiarato Seshu Madhavapeddy di Qualcomm in un post.
Questa innovazione garantisce sicuramente una maggiore flessibilità ai produttori, quando dovranno realizzare nuovi modelli per il 2018. Può infatti funzionare su spessori di display diversi, che siano da 1.2mm, 0.8mm e da 0.65mm.


Un primo tentativo di questo tipo di tecnologia, sempre realizzata da Qualcomm, è già sul mercato e installato su alcuni telefoni tra cui lo Xiaomi Mi5S. La nuova versione dello scanning, però, sarebbe in grado di funzionare meglio attraverso i materiali, e questo darebbe maggior flessibilità ai produttori.
Il nuovo sensore, inoltre, non deve essere necessariamente accoppiato ad un processore Qualcomm, di conseguenza aziende come Apple potranno tranquillamente farne uso, ma c'è da fare una precisazione: la nuova tecnologia di Qualcomm è progettata per funzionare su display OLED, come quelli utilizzati da Samsung, quindi Apple sarebbe costretta a passare dagli IPS LCD attuali agli OLED – cosa che sembra essere nell'aria per l'iPhone 8.


Nel cuore del nuovo sensore c'è la tecnologia ultrasonica, dove le onde ultrasoniche sono utilizzate per mappare i dermatoglifi dei polpastrelli. Le onde rimbalzano contro le creste delle impronte, il sensore ne cattura l'immagine 3D rendendo il riconoscimento di gran lunga più sicuro rispetto alla tecnologia in 2D, che è quella più utilizzata al momento, e che può facilmente ignorare acqua, sudore e polvere.
Qualcomm ha annunciato che il nuovo sensore funzionerà con un'ampia gamma di processori, sia economici che di alto livello. Nella stessa MWC di Shanghai la Qualcomm ha avuto il tempo anche per presentare il nuovo processore Snapdragon 450, in grado di donare maggior potenza, velocità e migliori grafiche a telefoni di medio livello, e lo Snapdragon Wear 1200, dedicato ai dispositivi indossabili.


3 luglio 2017

Fonte: newatlas.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail