Bloccare app

Privacy, come bloccare le app sullo smartphone con un codice

Consentire a qualcuno di usare il vostro telefono non significa anche dargli la libertà di curiosare tra i vostri messaggi, le foto o le e-mail. Ecco come impedire che ciò accada
Privacy, come bloccare le app sullo smartphone con un codice FASTWEB S.p.A.

Probabilmente starete già proteggendo il vostro telefono con un codice PIN, con un'impronta digitale o un Face-ID (o tutte e tre le cose), ma a volte è sempre meglio aggiungere un ulteriore ostacolo ai curiosi. Se siete avvezzi a prestare il telefono agli amici o ai vostri figli, ad esempio, potreste essere interessati ad un livello di protezione maggiore.

Come applicare questa protezione dipende solo da voi. Alcune app hanno già questa opzione integrata, in altri casi si dovrà chiedere aiuto ad app di terze parti. Il processo è anche diverso a seconda che stiate utilizzando Android o iOS, per questo abbiamo suddiviso la guida in due sezioni.

Blocco delle app su iOS

Apple non offre alle app di terze parti un margine di manovra su iOS tanto quanto Google su Android, quindi non troverete strumenti di blocco generici nell'App Store. Piuttosto, potreste fare affidamento sulle singole app: molte di quelle che contengono informazioni riservate offrono opzioni di sicurezza aggiuntive.

L'app Note di Apple per iPhone è un esempio. È possibile bloccare singole note toccando il pulsante Condividi (all'interno di una nota) o premendo a lungo su una nota (nell'elenco delle note) e quindi selezionando Blocca nota. Le note saranno così bloccate tramite Face ID, Touch ID o un codice PIN e potrete impostare la funzione tramite la voce Note nell'app Impostazioni iOS.

Anche WhatsApp include un sistema di protezione per tenere gli occhi indiscreti fuori dai vostri messaggi. Dalla schermata principale, dovrete toccare Impostazioni, Account, Privacy e Blocco schermo: sarete quindi in grado di impostare Touch ID o Face ID per proteggere l'accesso alle conversazioni. Se uno di questi metodi fallisce, il curioso verrà reindirizzato al passcode della schermata di blocco del telefono.

Un'altra app di terze parti con questa stessa misura di sicurezza è Dropbox, che è utile se non volete che il vostro bambino cancelli accidentalmente tutti i vostri file con un dito. Toccate Account, quindi l'icona a forma di ingranaggio (in alto a sinistra), quindi Attiva passcode. Dopo aver impostato un passcode, vi verrà anche data la possibilità di utilizzare Touch ID o Face ID.

Non possiamo guidarvi attraverso tutte le app su iOS, ma date un'occhiata alle vostre preferite per vedere se è stato incluso un ulteriore livello di sicurezza. Evernote, Amazon e PayPal sono tra le app che possono essere bloccate con Touch ID o Face ID e molte applicazioni bancarie hanno ora la medesima funzione, quindi anche se qualcuno dovesse accedere al vostro telefono (con o senza la vostra autorizzazione), gli sarà impossibile accedere a tutte le app.

Un paio di altri strumenti a cui si può fare affidamento su iOS non erano principalmente pensati per proteggere le app, ma possono fare egregiamente lo stesso lavoro. Il primo è Screen Time, a cui è possibile accedere da Impostazioni: toccando Usa Screen Time Passcode si può impostare un passcode. Selezionate Limiti app e impostate il limite giornaliero di un'app a zero ore zero minuti, starete effettivamente bloccando l'accesso ad altre persone che non conoscono il passcode.

La seconda opzione è Accesso guidato, che troverete nel menu Accessibilità in Impostazioni. Dopo averlo abilitato, aprite un'app e toccate tre volte il pulsante laterale o il pulsante Home. In questo modo non sarete in grado di passare a un'altra app senza inserire il passcode del telefono. È l'ideale se volete far giocare i vostri figli, ma non volete che si avventurino su altre app.

Blocco delle app su Android

Android consente ad app di terze parti di controllare l'accesso ad altre app, quindi è possibile installare uno di questi servizi per bloccare l'accesso a tutte le applicazioni. Di solito è necessario un codice per ottenere l'accesso, sebbene alcuni strumenti di blocco possano funzionare con sensori di impronte digitali o riconoscimento facciale.

Esistono moltissime app disponibili su Android, come confermerà una rapida ricerca su Google Play Store. Tuttavia, tenendo presente che queste app richiedono un accesso abbastanza approfondito al telefono e alle app, è importante considerare solo quelle di cui vi fidate.

Abbiamo provato alcuni servizi di blocco delle app su Android e, sebbene non abbiamo riscontrato alcuna attività pericolosa o sospetta, ci siamo imbattuti in app che avevano una varietà di aspetti difficili, molta pubblicità e un molte funzionalità extra che non vorrete necessariamente aggiungere alla funzionalità di base.

Tenendo presente tutto ciò, Norton App Lock è lo strumento che consigliamo, con un nome di cui ci si può fidare. (Non è necessario aver effettuato la registrazione per nessuno degli altri prodotti Norton per utilizzare App Lock.) In questo caso è possibile bloccare le app con un passcode e c'è anche l'opzione per bloccare l'accesso alla schermata App recenti.

Una volta installato Norton App Lock, sarà facilissimo da usare: basta toccare le app che si desidera proteggere con il passcode o la sequenza, e il gioco è fatto. C'è anche la possibilità di attivare o disattivare Norton App Lock nella sua interezza, se necessario. Se dimenticate il passcode o la sequenza, potrete recuperarlo utilizzando l'account Google collegato al vostro dispositivo Android.

Alcune singole app si sono anche impegnate a mettere in atto ulteriori protezioni. Uno di questi, come su iOS, è Dropbox: andate su Impostazioni dal menu principale dell'app e selezionate Configura passcode. Ogni volta che voi o chiunque altro aprirete Dropbox su Android, il passcode sarà richiesto per procedere.

Infine, è possibile utilizzare una funzione Android chiamata Screen Pinning per mantenere bambini, partner, amici o colleghi lontani dalle app. Aprite la schermata App recenti (scorrete e tenete premuto sulle versioni più recenti di Android), quindi toccate l'icona nella parte superiore dell'app che desiderate rendere disponibili e toccate su Aggiungi. Il passaggio a qualsiasi altra app non sarà possibile fino all'inserimento del passcode del telefono.

Fonte: wired.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail