Google AR

Panda e tigri in casa grazie alla realtà aumentata di Google

Una nuova funzione di Google per la realtà aumentata potrebbe far comparire un animale nella vostra casa ogni volta che lo cercate sul motore di ricerca
Panda e tigri in casa grazie alla realtà aumentata di Google FASTWEB S.p.A.

La prossima volta che cercherete un animale come una capra alpina, una tigre o un leone utilizzando Google Search, potreste essere in grado di farlo comparire direttamente nella vostra stanza in una versione in realtà aumentata.

Google ha lanciato una nuova funzione per la ricerca, questa settimana, che consente di portare animali virtuali nei vostri paraggi a condizione che abbiate un telefono abilitato per la realtà aumentata.

Per farlo, basterà cercare un animale. All'interno dei risultati di ricerca, verrà visualizzato il pulsante "Incontra da vicino l'animale a grandezza naturale". Toccando su questo risultato farete comparire, nell'ambiente in cui vi trovate, un orso, un pinguino imperatore o altro, completo di effetti sonori reali per completare l'esperienza.

E saranno anche a grandezza naturale. Un leone apparirà grande quanto un divano, o il panda gigante potrà tranquillamente superare le dimensioni del vostro tavolo in cucina.

È triste pensare che, per gli adulti che hanno probabilmente visto questi animali in passato, questa potrebbe non essere una grande notizia ma potrebbe rivelarsi particolarmente utile quando si spiegheranno le dimensioni degli animali selvatici, come un panda gigante o una tigre, ad un bambino.

Questa funzionalità è disponibile per moltissime specie di animali, panda, leoni, ricci, rane, capre, squali e molti altri.

Il mese scorso Google ha annunciato questa funzionalità AR al Google I/O. Sebbene gli animali siano stati la prima cosa ad essere mostrata, Google ha riferito di essere a lavoro anche con la NASA, Volvo, Samsung, New Balance, Target, Wayfair e altre aziende per portare oggetti AR sul motore di ricerca. Questo lascia presagire che non sarà l'unica applicazione della funzionalità, in futuro.

3 giugno 2019

Fonte: lifehacker.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail