Opera, risparmiare energia si puņ

Opera aumenta del 50% la vita della batteria del suo laptop

Il browser Opera implementa l'opzione di risparmio energetico, aumentando del 50% la vita della batteria del tuo laptop
Opera aumenta del 50% la vita della batteria del suo laptop FASTWEB S.p.A.

Opera sembra essere intenzionata a lanciare una serie di aggiornamenti entro pochi mesi, vantandosi di dare ancora una volta, agli utenti, un motivo in più per non cambiare browser. Tra questi aggiornamenti spicca il low-power mode che, promette l'azienda, estenderà la vita della batteria del vostro laptop di più del 50%.

Come altri recenti rilasci, la nuova funzione apparirà inizialmente in una developer edition di Opera 39, il browser per Mac e Windows. Questa feature segue l'ad blocker che Opera ha presentato come parte della developer edition di marzo, e che ora è diventato di pubblico dominio.

Opera sostiene che questa funzionalità di risparmio energetico farà guadagnare almeno un'ora di vita in più ad un laptop in pieno utilizzo. Nel test, infatti, l'azienda ha analizzato la feature su un Dell XPS 13 con processore Core i7, 16 GB di RAM e con una versione a 64 bit di Windows 10, e con l'ad blocking abilitato.

"È davvero frustrante, quando la batteria del computer finisce in viaggio o mentre si sta lavorando o guardando un video, specie se magari ci si è dimenticati il caricabatterie", ha detto Krystian Kolondra, Vice presidente Senior di Opera. "La nostra modalità di risparmio energetico avvertirà gli utenti quando la batteria inizia a consumarsi e, una volta abilitata, apporterà un risparmio fino ad oltre il 50% sulla vita media della batteria", ha aggiunto. 

Uno dei problemi è proprio il browser utilizzato. Opera ha posto molta attenzione ai processi attivi durante una sessione, abbattendo quelli non necessari per ottenere il risparmio effettivo di energia. Tra questi, un'ottimizzazione dei temi animati ha avuto un peso notevole, nell'abbattimento del consumo.  In questa fase di test, inoltre, si sta studiando un modo migliore per gestire la memoria dei dispositivi, in modo che pagine come Facebook o Gmail, che sono tra le pagine più visitate in assoluto, siano più responsive.

Opera non ha ancora annunciato ufficialmente la data di rilascio al pubblico di questa modalità, ma considerando che per quanto riguarda l'ad block, dalla fase developers a quella di lancio sono passati circa due mesi, possiamo pensare che vedremo questa feature verso la fine di luglio 2016.

13 maggio 2016

Fonte: pcworld.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail