i device del 2016

Novità iPhone 7, Apple Watch 2, Galaxy Note 7 e Xbox One S

Il secondo semestre 2016 porta con sé novità su molti fronti. Ecco quelle più attese
Novità iPhone 7, Apple Watch 2, Galaxy Note 7 e Xbox One S FASTWEB S.p.A.

Provare a fare previsioni nel campo della tecnologia, il più delle volte, risulta essere una sorta di esercizio di stile: bello e interessante, ma purtroppo fine a sé stesso. Fortunatamente, grazie alle Rete e ai social network, capita sempre più spesso di azzeccarci e fornire agli utenti, oltre a qualche indiscrezione, anche immagini e video "in anteprima" di un dispositivo arrivato alle ultime fasi di sviluppo.

Capita così, ad esempio, che si riesca a vedere, con qualche settimana di anticipo rispetto al lancio ufficiale, il design definitivo e le caratteristiche tecniche dell'iPhone 7; oppure si scopre che Sony e Microsoft, prima di dare vita a una nuova generazioni di console per videogichi, abbiano in rampa di lancio modelli di PS4 e Xbox One notevolmente rivisti; o che, ancora, Google voglia entrare sia nel mercato dei visori VR sia in quello degli assistenti virtuali casalinghi (vedi Amazon Echo).

Il secondo semestre 2016, in particolare, sembra esser particolarmente prodigo di novità: tutti i maggiori competitor del mondo dell'alta tecnologia hanno (o sembrano avere) in canna almeno un nuovo prodotto da presentare al pubblico prima di Natale 2016. Ecco tutto quello che si sa, al momento, dei dispositivi che dovrebbero arrivare sul mercato nei prossimi mesi.

iPhone 7

Il prodotto più atteso è, senza ombra di dubbio, l'iPhone 7. Le indiscrezioni sul prossimo melafonino si susseguono a cadenza giornaliera, tanto che a volte è complicato registrarle tutte. Secondo i soliti ben informati, Apple dovrebbe avere in rampa di lancio ben 3 modelli di iPhone 7: la versione "standard", l'iPhone Plus e, per la prima volta, anche l'iPhone Pro.

 

ihpone 6

 

Per garantire una maggiore impermeabilità, inoltre, i tecnici Apple avrebbero eliminato il jack da 3.5 millimetri per le cuffie, che ora dovrebbero connettersi tramite la porta Lightning (la stessa usata per la ricarica) o wireless. Tra le caratteristiche iPhone 7 dovrebbero far capolino una fotocamera migliorata, un processore più performante e spazio d'archiviazione di gran lunga superiore rispetto ai modelli del passato.

Apple Watch 2

 

apple watch

 

Nonostante il carico di aspettative, l'Apple Watch non è stato quel dispositivo rivoluzionari che in molti attendevano. Anche a causa di alcuni problemi legati alla durata della batteria, lo smartwatch della casa della mela morsicata ha lasciato l'amaro in bocca a utenti ed esperti del settore: non che abbia fatto flop ma, come detto, ci si attendeva qualcosa in più. Probabile, dunque, che il colosso di Cupertino voglia rifarsi con gli interessi presentando un Apple Watch 2 capace di accontentare le aspettative di pubblico e critica. L'orologio intelligente della mela, che dovrebbe essere presentato in contemporanea con l'iPhone 7, dovrebbe essere impermeabile, avere un design più sottile, una batteria maggiorata e integrare un sensore fotografico e chip GPS.

Nexus

 

nexus5x

 

Dopo qualche giro a vuoto fatto registrare con gli ultimi modelli, Google non vuole più fallire. Per questo i nuovi modelli di Nexus (almeno due) dovranno tornare a conquistare i favori di pubblico e critica offrendo il meglio sul mercato a prezzi molto concorrenziali. Sul versante software, il supporto ad Android N è piuttosto scontato, mentre dal punto di vista hardware i due nuovi modelli dovrebbero posizionarsi nella fascia medio-alta, con specifiche da primi della classe (o quasi).

Samsung Galaxy Note 7

 

samsung galaxy note

 

Il nuovo phablet Samsung dovrebbe essere foriero di molte novità. Una su tutti: lo scanner dell'iride per lo sblocco automatico del telefono. Al di là dei miglioramenti sul versante della biometria, il Galaxy Note 7 dovrebbe montare l'ultimo SoC Qualcomm (Snapdragon 820, se non Snapdragon 821), uno schermo da 6 pollici o poco meno e assicurare l'impermeabilità completa (standard IP 68).

Xbox One S e PlayStation Neo

Prima della nuova generazione di console videogame, Microsoft e Sony affilano le armi e si preparano a lanciare sul mercato due aggiornamenti delle loro piattaforme videoludiche. Di Xbox One S si sa praticamente tutto: in uscita il 2 agosto 2016, sarà il 40% più piccola rispetto alla versione precedente, sarà in grado di fare lo streaming di contenuti 4K con supporto HDR e sarà dotata del nuovo Xbox wireless controller.

 

xbox one s

 

Della PlayStation 4.5 (detta anche PS4K, per il supporto all'ultra alta definizione), invece, si conoscono meno dettagli. Stando alle ultime voci circolate negli ambienti della stampa hi-tech, la versione aggiornata della console Sony dovrebbe avere un processore e un acceleratore grafico più potenti rispetto all'attuale, così da assicurare una maggiore potenza di calcolo e una risoluzione 4K. Gli aggiornamenti hardware, però, serviranno anche a garantire il pieno supporto alla realtà virtuale e al PlayStation VR, visore per gaming VR che dovrebbe essere lanciato in contemporanea con la PS 4.5 a ridosso delle festività natalizie.

DayDream VR, Oculus Touch, Samsung Gear VR 2

Sony, però, non è l'unica interessata a lanciare un nuovo visore VR nella seconda parte del 2016. La concorrenza in questo settore, infatti, è altissima. Google pare sia alle prese con un progetto rivoluzionario – inizialmente conosciuto con il nome in codice di DayDream - che dovrebbe unire la realtà virtuale con la realtà aumentata in un unico dispositivo. Un'evoluzione dei Google Glass, che dovrebbe somigliare molto da vicino a quegli Hololens che Microsoft ha presentato nel 2015.

 

daydream

 

Samsung e Facebook (tramite la controllata Oculus) sono al lavoro su progetti più "standard". La casa sudcoreana è al lavoro sul Gear VR 2, evoluzione del visore VR low cost che ha riscosso successo del pubblico e apprezzamenti della critica. A dir la verità non si conosce ancora molto sul dispositivo: sarà lanciato in contemporanea (o quasi) con il Galaxy Note 7, ma non è ancora dato sapere se si tratterà di un'evoluzione "minore" oppure di un visore innovativo e completamente nuovo. Oculus Touch, invece, dovrebbe estendere le potenzialità del visore VR ideato da Palmer Luckey: grazie a questo controller gli utenti potranno "trasportare" le loro mani all'interno della realtà virtuale, aumentando ulteriormente la sensazione di trovarsi in un mondo reale.

Google Home

 

google home

 

Con il suo Echo, Amazon ha dimostrato che gli assistenti vocali e virtuali non devono necessariamente essere confinati all'interno di uno smartphone. Anzi, possono essere anche "trapiantati" in casa con risultati più che apprezzabili. Google, che da tempo si interessa alla domotica e ai dispositivi connessi che possono facilitare la quotidianità domestica, ha in cantiere Google Home, altoparlante smart che dovrebbe fungere da assistente virtuale domestico.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail