Fastweb

Micro-robot con le zampe progettati per camminare all'interno del nostro corpo

Le lenti a contatto intelligenti Smartphone & Gadget #salute Le lenti a contatto intelligenti sono realtÓ Sono sempre pi¨ vicine alla realizzazione le lenti a contatto "intelligenti", che cambiano zoom e messa a fuoco semplicemente strizzando gli occhi
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Micro-robot con le zampe progettati per camminare all'interno del nostro corpo FASTWEB S.p.A.
Micro-robot
Smartphone & Gadget
Nanotecnologia robotica applicata alla salute. Fantascienza? Non proprio

Abbiamo visto numerosi nano-dispositivi progettati per attività come la somministrazione di farmaci all'interno del corpo in grado di muoversi in modi diversi. Uno dei più recenti è un piccolo robot a quattro zampe, che potrebbe effettivamente raggiungere il suo obiettivo "camminando".

Questa nanotecnologia è stata sviluppata per la prima volta dall'Assistente Professore Marc Miskin, dell'Università della Pennsylvania, durante il suo dottorato alla Cornell University. A coadiuvarlo nella ricerca, c'erano altri tre professori, Itai Cohen, Paul McEuen e Alejandro Cortese.

Utilizzando una tencica di nanofabbricazione multistep brevettata, è possibile produrre fino ad un massimo di un milione di robot lunghi 70 micron in poche settimane, tutti provenienti da una singola barretta simile ad un wafer in silicio da 102 millimetri.

Il corpo di ciascun robot consiste in un rettangolo ultrasottile di vetro ricoperto di un sottile strato di silicio – le componenti elettroniche di controllo e due o quattro celle solari sono inserite all'interno di questa copertura. Le zampe, nel frattempo, consistono in uno strato di platino ed uno in titanio (talvolta sostituito dal grafene).

Quando un laser viene proiettato sulle celle solari, si attivano i recettori elettrici del micro-robot. Questa corrente fa sì che il platino di espanda mentre il titanio resta rigido, piegando così ogni zampa. Quando la corrente è spenta, le zampette si raddrizzano. In questo modo il robot è in grado di farsi strada nel corpo.

I robot sono abbastanza piccoli da poter essere iniettati nel corpo tramite un ago ipodermico. Al momento sarebbero limitati a viaggiare sotto uno strato sottile di tessuto, però, perché vincolati dalla luce del laser, che deve necessariamente penetrare per illuminare le sue celle. Nonostante questo, però, Miskin sta esaminando altre fonti di energia, come ultrasuoni e campi magnetici. I colleghi delle Università della Pennsylvania e della Cornell stanno anche lavorando a versioni "intelligenti" dei robot, che incorporano sensori, timer e autoregolatori.

Miskin presenterà la sua ricerca all'American Physical Society March Meeting di Boston.

12 marzo 2019

Fonte: newatlas.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #robot #nanotecnologia #salute

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.