robot cubo di rubik

Mano robotica risolve un cubo di Rubik in 3 minuti grazie all'AI

Una mano robot, con dita simili a quelle umane, ha risolto il cubo di Rubik senza che fosse programmata per quello, ma tramite AI e imparando dai suoi errori
Mano robotica risolve un cubo di Rubik in 3 minuti grazie all'AI FASTWEB S.p.A.

Una mano robotica con le dita simili a quelle umane è riuscita a risolvere un cubo di Rubik in tre minuti circa.

La macchina, guidata nei movimenti da un'Intelligenza Artificiale, è la prima a riuscire nell'impresa senza che sia stata progettata appositamente per lo scopo, ma tramite l'auto-apprendimento. La mano è stata costruita e potrebbe essere utilizzata per altre cose, ma è riuscita nella risoluzione dell'enigma attraverso una tecnica di prova ed errore, nota come apprendimento di rinforzo.

OpenAI ha insegnato all'AI a controllare la mano robotica sviluppata e costruita da Shadow Robot Company. Uno dei ricercatori ha affermato che il processo di apprendimento comincia fin dall'inizio, dato che l'AI come prima cosa deve imparare a muovere la mano.
Peter Welinder ha dichiarato al New Scientist: "Inizialmente non sa nemmeno come muovere la mano in sé o come reagirebbe un cubo spingendo sulle sue facce".

L'Intelligenza Artificiale funziona dunque su una specie di sistema di punteggio, dando punti a ciascuna manovra eseguita con successo, come ad esempio capovolgere il cubo o ruotarne una faccia. La mano è stata programmata in modo da assicurarsi che massimizzasse ogni volta il suo punteggio.

I ricercatori hanno affermato che una delle maggiori difficoltà nel mettere a punto l'AI nel progetto è stata la quantità di punti di contatto simultanei tra mano e oggetto necessari a risolvere un cubo di Rubik.

L'Intelligenza Artificiale è stata tuttavia in grado di imparare a correggere errori come ad esempio ruotare accidentalmente troppo il cubo e, come per un essere umano, il tempo impiegato dal robot per risolvere il cubo dipendeva da quanto questo fosse incasinato all'inizio.

Wellinder ha aggiunto che la miglior performance della mano è di circa tre minuti, molto lontano dal record del 2018 di Feliks Zemdegs, che ha ultimato la prova in 4,22 secondi, ma c'è da dire che questo utilizzava due mani.

Il record invece con l'utilizzo di una sola mano è di 9,42 secondi ed è stato realizzato da Max Park negli Stati Uniti.

17 ottobre 2019

Fonte: dailymail.co.uk
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail