Fastweb

Ecco Leonardo, il robot che cammina, salta e vola

open ai Web & Digital #open ai #intelligenza artificiale OpenAI, cos'è e perché è pericoloso Open AI è un'azienda creata da Elon Musk per realizzare tecnologie per l'intelligenza artificiale. Ma i primi risultati ottenuti evidenziano tutti i pericoli di questa tecnologia
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Ecco Leonardo, il robot che cammina, salta e vola FASTWEB S.p.A.
Leonardo, il robot che cammina, salta e vola
Smartphone & Gadget
Un ulteriore passo avanti nella robotica

Tradizionalmente, i robot si dividono in volanti o terrestri - non esistono incroci. Ma i ricercatori della Northeastern University hanno costruito un robot che può fare entrambe le cose, camminando su due gambe prima di saltare e volare a breve distanza per superare gli ostacoli sul suo cammino.

Il primo indizio su quanto sia agile il robot potrebbe arrivare dal suo nome. Il team lo ha chiamato "LEONARDO", in uno dei più grandi sforzi mai realizzati per un acronimo - che a quanto pare sta per LEg ON Aerial Robotic DrOne.

Alto circa 80cm, Leonardo assume in camminata una posizione "da pollo", con il corpo eretto e le gambe piegate. Per dargli il giusto bilanciamento tra leggerezza e forza, Leo è realizzato in fibra di carbonio, per un peso di poco meno di 3 kg.

Il robot presenta un paio di propulsori ai suoi lati, abbastanza potenti da consentirgli di volare. Non sarà manovrabile con la precisione di un drone, ma non è nemmeno l'obiettivo primario dei ricercatori. Questi propulsori, infatti, sono progettati per dargli un maggior tempo di volo durante un salto, permettendogli di atterrare oltre gli ostacoli in sicurezza.

"L'idea non era quella di creare un quadricottero", spiega Alireza Ramezani, capo ricercatore del progetto. "L'idea è di avere una macchina in grado di sfruttare le sue gambe e i propulsori per, ad esempio, migliorare la sua capacità di salto".

Questi propulsori possono anche aiutare il robot a mantenere l'equilibrio. Anche se per noi umani sembra facile, per un robot bipede riuscire a non cadere di faccia al suolo, specie su terreni sconnessi o con una leggera brezza, è più difficile di quanto si possa pensare. Dopotutto, solo cinque anni fa i terrificanti robot ATLAS di Boston Dynamics barcollavano come ubriachi, mentre ora corrono attraverso i boschi , eseguono il parkour e incassano persino colpi alle spalle come professionisti. Leonardo potrebbe mostrare una stabilità simile, attivando uno dei propulsori se dovesse iniziare a barcollare.

Leo non è il primo robot in grado di camminare e volare - alcuni anni fa una squadra dell'EPFL ha costruito un robot simile a un pipistrello in grado di volare o spostarsi sulla terraferma. Ma si trattava prevalentemente un drone che poteva strisciare ma che si sentiva più a suo agio in aria che a terra.

Anche se sono ancora all'inizio di Leonardo, i ricercatori dicono che i robot come lui potrebbero un giorno essere usati per l'esplorazione, anche su altri pianeti.

"In questa fase, considero questa un'ottima piattaforma per portare avanti la robotica agile", afferma Ramezani. "Pensate ad un robot che non cade mai letteralmente: può esplorare terreni accidentati, può volare, può saltare. Un sistema ultra-efficiente. In futuro, potremo usare una macchina come questa anche per l'esplorazione spaziale."

25 gennaio 2019

Fonte: newatlas.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #robot #intelligenza artificiale

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.