Fastweb

Le batterie in alluminio che costano meno e durano di più!

Powerwall montata sul muro esterno di un'abitazione Web & Digital #batterie #tesla Powerwall, la batteria da casa che si ricarica con i pannelli solari Presentata per la prima volta nel 2015, immagazzina energia usando i pannelli solari oppure la prende dalla rete elettrica quando costa meno
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Le batterie in alluminio che costano meno e durano di più! FASTWEB S.p.A.
Le batterie in alluminio che costano meno e durano di più!
Smartphone & Gadget
L’accumulatore di nuova generazione promette di essere più sicuro e più conveniente, un’alternativa ecologica per computer portatili e cellulari

Hanno una durata maggiore e sono più ecologiche e sicure. Sono le batterie in alluminio messe a punto dall’Università di Stanford che si propongono di sostituire la maggior parte delle batterie di tipo tradizionale. Infatti quelle alcaline sono molto inquinanti e quelle agli ioni di litio sono potenzialmente pericolose se utilizzate in modo scorretto. Il prototipo ha sopportato 7.500 cicli di ricarica senza perdere potenza, mentre le normali batterie a ioni di litio cominciano ad avere performance minori dalla centesima ricarica. Inoltre, i nuovi accumulatori saranno meno costosi delle attuali batterie, visto che il prezzo dell’alluminio è inferiore a quello del litio.

Da decenni l’alluminio è considerato un materiale interessante da utilizzare per costruire batterie, ma finora non c’era una tecnologia che lo permettesse. Il sistema prevede inoltre un catodo in grafite e un liquido ionico elettrolita a temperatura ambiente. Nei test di laboratorio Hongjie Dai, che guida la ricerca, ha registrato la forte gestibilità nel comportamento di questo sistema, ma le batterie di Stanford funzionano solo fino a 2 Volt. Ora il prof Dai e il suo team hanno in programma di lavorare sui materiali del catodo per aumentare voltaggio e densità. Inoltre i ricercatori suggeriscono che il nuovo sistema potrebbe essere usato in futuro per immagazzinare energia rinnovabile della rete elettrica.

8 aprile 2015

Fonte: theguardian.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #batterie #energia

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.